Tutti i particolari della McLaren MP4-12 C

Dopo la presentazione ufficiale, la supercar made in Woking si svela nel dettaglio dentro e fuori

Tutti i particolari della McLaren MP4-12 C

Tutto su: McLaren MP4-12C

di Lorenzo Stracquadanio

22 marzo 2010

Dopo la presentazione ufficiale, la supercar made in Woking si svela nel dettaglio dentro e fuori

Nei giorni scorsi ha fatto il suo debutto ufficiale sul palcoscenico internazionale dell’auto, andandosi da subito a posizionare nel segmento più ambito e prestigioso: quello delle supercar. Adesso la McLaren MP4-12 C si svela in ogni particolare per far conoscere agli appassionati delle quattro ruote tutti i suoi segreti grazie ai quali cercherà di competere con vetture del calibro di Ferrari 458 Italia, Porsche 911, Lamborghini Gallardo.

Come già anticipato dalla casa madre, la vettura sarà commercializzata nella prima metà del 2011. L’obiettivo, ambizioso del gruppo di Woking, è di raggiungere in 14 mesi la soglia delle 1.200 unità. Grazie al propulsore 8 cilindri da 3,8 litri in grado di erogare la bellezza di 598 CV – abbinato a una trasmissione sequenziale a 7 rapporti con doppia frizione – la McLaren Mp4-12 C è in grado di coprire l’accelerazione 0-200 km/h in meno di 10 secondi e da 0 a 100 km/h in appena 3 secondi, per una velocità massima ben al di sopra dei 300 km/h.[!BANNER]

Ciò che più conta però, fanno sapere dalla casa, non saranno le prestazioni “numeriche” a caratterizzare la supercar quanto le sue straordinarie doti di maneggevolezza e tenuta di strada; il cosiddetto “handling” che a detta di Jenson Button (attuale campione del mondo di Formula Uno) “ti fa sentire parte della vettura“.