Ferrari California: in arrivo un motore turbo?

Avvistato un muletto con un sound diverso, tipico dei motori sovralimentati: la California mette il turbo?

Ferrari California: in arrivo un motore turbo?

di Valerio Verdone

03 gennaio 2013

Avvistato un muletto con un sound diverso, tipico dei motori sovralimentati: la California mette il turbo?

La Ferrari monterà motori turbo? Al momento non possiamo rispondere direttamente a questa domanda, ma il sound di un muletto con le sembianze della California fa pensare che l’ipotesi non sia poi così remota, anche se lo scarico potrebbe essere stato limitato per mantenere entro limiti accettabili le emissioni sonore nella zona di Fiorano.

Certo, l’ipotesi non è poi così difficile da mettere in pratica, visto che la nuovissima Maserati Quattroporte monta un V8 3.8 biturbo da 530 CV, molti di più dei 490 CV erogati attualmente dalla Calfornia con il suo V8 aspirato 4.3. Chiaramente, il motore sarebbe ottimizzato e adattato alle diverse esigenze d’erogazione, ma il condizionale è d’obbligo quando si parla di Ferrari, perché sappiamo bene cosa sono capaci di fare con un aspirato, e il motore della 458 Italia insegna.

>> Guarda la gallery della Ferrari California

Di sicuro, anche dalle parti di Maranello c’è il problema di abbassare le emissioni contestualmente all’aumento di potenza ed è chiaro che la strada più facile sia quella della sovralimentazione. D’altra parte, c’è in giro la voce che il Cavallino potrebbe tornare a produrre persino un V6, magari con la nuova Dino, semmai verrà realizzata, e anche qui potrebbe tornare utile il motore più piccolo che si appresta a debuttare sulla Maserati Quattroporte, quel V6 biturbo 3 litri compatto e leggero che può essere abbinato anche alla trazione integrale.

Ma non corriamo troppo, lasciamo che la Ferrari compia i suoi sviluppi, e riflettiamo su una cosa: le ultime creazioni di Maranello con il turbo si chiamavano GTO e F40, avevano potenze mostruose per l’epoca e prestazioni incredibili! Pensiamo solamente a cosa potrebbe fare la Casa del Cavallino con la tecnologia di oggi, magari a partire dal 2014, quando il turbo tornerà anche in F1…