Parco Valentino 2019: tutte le novità in programma

Sono 54 le Case auto che saranno presenti in forma ufficiale alla rassegna torinese che apre i battenti mercoledì 19: ecco una panoramica sulle anteprime che animeranno l’evento.

Cambia la denominazione ufficiale, e nel contempo si evolve nei contenuti e nelle iniziative in cartellone, pur mantenendo invariati gli atout di Salone aperto e ad ingresso gratuito. La quinta edizione del Salone dell’Auto di Torino Parco del Valentino 2019, quest’anno ribattezzato “Parco Valentino Motor Show” (qui una nostra guida alla manifestazione), aprirà al grande pubblico mercoledì 19 giugno, per concludersi domenica 23.

In ossequio al proprio ruolo di sempre maggiore centralità fra le grandi rassegne automotive, l’evento sabaudo propone ai visitatori una panoramica via via più ampia sulle più recenti tecnologie di propulsione, su novità ed anteprime e sulla presenza di modelli fra i più prestigiosi e storici nel passato dell’automobile: una “voce”, quest’ultima, alla quale gli stessi big player del comparto automotive (sono 54 i “brand” che hanno aderito all’evento) puntano i propri riflettori, in una ideale liaison concettuale fra la storia, il presente ed il futuro delle aziende.

Hypercar, supercar e concept storiche ed attuali

Cuore pulsante della “cinque giorni” dell’auto di Torino è la cornice del Cortile del Castello del Valentino: qui, per l’intera durata della manifestazione (qui un nostro approfondimento al Salone), resterà esposta una nutrita rappresentanza di ultracoupé. Il ricchissimo parterre annovera, fra le altre, le cinque unità della Zonda Collection di Pagani a celebrare i vent’anni dal debutto del modello emiliano; una antologia di V12 Ferrari degli ultimi trent’anni (Ferrari F40, Ferrari F50, Ferrari Enzo, Ferrari FXX K) e le “rivali” Lamborghini (una leggendaria Miura e la Countach che appartenne a Nuccio Bertone), cui si contrappongono le “Cavalline” di Zuffenhausen in una carrellata completa che illustra la storia di Porsche 911 nelle generazioni che si sono succedute dal 1963 ad oggi. E ancora: l’esemplare unico Pininfarina Ferrari Sergio, la Zerouno di Italdesign, le concept Sybilla e Kangaroo disegnate da Giorgetto e Fabrizio Giugiaro, la Fiat-Abarth 750 Record, la Bizzarrini P538, la Delta Futurista di Amos, Cisitalia 202, Bugatti Chiron 110 Ans, Studiotorino Porsche Moncenisio, Ferrari Daytona Plaxiglass, Fenyr di W Motors, Chevrolet Ramarro e Ferrari Rainbow della collezione ASI-Bertone, Dallara Stradale, Giannini 350GP4, Bac Mono, New Stratos, Osca MT4 1450, Lancia Rally 037 EVO2, Jannarelly Design 1.

Parco Valentino 2019: riflettori puntati sulle novità

Come nelle precedenti edizioni, l’area di Parco Valentino Motor Show sarà accessibile – ad orario prolungato fino alle 24 – attraverso i tre ingressi “Villoresi”, “Nuvolari” e “Ascari” (nomi che riportano alla memoria l’”Age d’Or” del grande automobilismo italiano da corsa, a ricordare le edizioni del Gran Premio del valentino che si svolsero nel 1946, 1952 e 1955). Particolarmente nutrita, la presenza ufficiale delle Case auto presenta un ampio ventaglio di novità.

Parco Valentino 2019: le anteprime Fca

Particolarmente attesi, a questo proposito, l’anteprima nazionale di Fiat 120 (prototipo 100% elettrico, frutto di un progetto modulare e ad elevata personalizzazione, che catturò l’attenzione dei visitatori al Salone di Ginevra dello scorso marzo), così come il vernissage di Alfa Romeo Tonale, il primo SUV di fascia “compact” del marchio e ad alimentazione ibrida plug-in, chiamato a giocare un ruolo di competitior nei confronti di Audi Q3, Bmw X1, Mercedes GLA e Range Rover Evoque, nonché ad arricchire le proposte “Sport Utility” del Biscione (a Torino, d’altro canto, rappresentate da Stelvio Ti, dotato dell’unità motrice turbo benzina da 280 CV e trazione integrale Q4).

Sempre in materia di elettrificazione, Fca (“padrone di casa” dell’evento) presenterà, in anteprima internazionale, Jeep Renegade Hybrid plug-in: sotto il cofano, l’unità FireFly 1.3 da 240 CV complessivi permetterà un’autonomia di circa 50 km in modalità “zero emission”, e ad una velocità massima di 130 km/h. L’inedita variante ibrida ricaricabile del “baby-SUV” di Jeep, annunciata fra le protagoniste della parata di apertura del Salone (mercoledì 19) debutterà sul mercato nel 2020, capofila della nuova lineup di modelli elettrificati Fiat-Chrysler Automobiles che verranno proposti entro il 2022.

Parco Valentino: tutte le new entry

Come accennato, le Case costruttrici ufficialmente presenti al Salone di Torino Parco Valentino 2019 sono 54: la carrellata delle novità è, quindi, particolarmente ghiotta, ed abbraccia l’intero arco dei segmenti di produzione.

Da Ford, un… pizzico di sapore americano arriva con la supercoupé Ford GT (recentissima vincitrice nella categoria GTE AM alla 24 Ore di Le Mans) e con il pickup full-size Ranger Raptor, in anteprima per l’Italia: circa 63.000 euro per il fuoristrada cassonato che mostra i muscoli (esteriormente) e viene equipaggiato con l’unità 2.0 bi-turbo diesel da 213 CV e 500 Nm di coppia motrice, trazione 4×4 inseribile e blocco differenziale centrale, e cambio automatico a 10 rapporti.

Lo stand Daimler AG (qui la nostra anticipazione) offre ai visitatori una panoramica sulla strategia Ambition2039, attraverso cui il Gruppo di Stoccarda intende rendere la propria lineup CO2 neutral nei prossimi vent’anni; e, per restare in ambito più “attuale”, le novità Mercedes-AMG A35 4Matic, Mercedes GLE 450 4Matic EQ-Boost e Mercedes E300de EQ Power, la prima vettura ibrida plug-in che sarà disponibile ai test drive.

Mazda, celebrata (come vedremo) nei trent’anni di MX-5, presenta a Parco Valentino 2019, in anteprima per l’Italia, il nuovo crossover di fascia media CX-30 (qui la nostra presentazione), modello-bridge che si inserisce fra il più piccolo CX-3 ed il più “voluminoso” CX-5. Nelle concessionarie a fine settembre, Mazda CX-30 viene equipaggiato con motorizzazioni ibride benzina, diesel e SkyActiv-X a tecnologia Mazda M Hybrid.

Particolarmente attesa è anche McLaren GT, che a Parco Valentino 2019 vive la propria anteprima per l’Italia. L’ultima proposta del marchio di Woking (in ordine di tempo), spinta dall’unità M840TE 4.0 V8 biturbo da 620 CV e 630 Nm di coppia massima (qui il nostro approfondimento di presentazione) punta tutto su elevatissime doti di comfort ed inedite soluzioni di trasporto bagagli (ma sempre per due persone). Già ordinabile, il suo prezzo parte da 203.000 euro.

Peugeot arricchisce la lineup di alta gamma con la novità 508 SW Hybrid: equipaggiata con l’unità PureTech 180 CV abbinata ad un motore elettrico da 110 CV alimentato da una batteria agli ioni di litio da 11,8 kWh ricaricabile, Peugeot 508 SW Hybrid prevede un’autonomia massima, in modalità elettrica, di “Oltre 40 km” a ciclo WLTP.

Altra “big news” all’insegna dell’elettrificazione è Skoda Superb iV, che dopo essere stata svelata a fine maggio in occasione dei campionati mondiali di hockey su ghiaccio (qui il nostro approfondimento di presentazione), compirà il proprio battesimo del pubblico italiano all’imminente Salone di Torino Parco Valentino 2019. Il primo modello di Mlada Boleslav a portare in dote la tecnologia di alimentazione ibrida plug-in viene equipaggiato con l’unità 1.4 TSI da 156 CV (il cambio è il collaudato Dsg doppia frizione a sei rapporti), abbinata ad un motore elettrico da 115 CV.

Da Suzuki, infine, riflettori puntati sugli allestimenti speciali Jimny GAM e Vitara Katana, entrambi in anteprima per l’Italia nello stand (qui la nostra anteprima) allestito per l’occasione dalla filiale italiana “di casa” alla rassegna che ha accompagnato dalla prima edizione, essendo da lungo tempo situata a Robassomero, nell’immediato hinterland di Torino

A Parco Valentino ci saranno anche…

Oltre alle anteprime assolute e per l’Italia, Parco Valentino 2019 offrirà al grande pubblico la possibilità di osservare dal vivo Fiat 500 X e Fiat Tipo Sport, Abarth 124 e Abarth 595, Automobili Pininfarina Battista,  Aston Martin Vantage, Bentley Continental GT Convertible, BMW M850i Cabrio, la ultra-hypercar di Molsheim Bugatti Divo, Chevrolet Corvette C7 Stingray, Citroën C5 Aircross, Dacia Duster TechRoad, Italdesign DaVinci, Dr 0, Dr 3, Dir 4, Dr Evo 5 e Dr 6, Honda CR-V Hybrid, Honda HR-V Sport e le moto X-ADV, CB650R, CB1000R e Africa Twin, Jaguar I-Pace, Jeep Compass e Mopar Wrangler Rubicon 1941, Kia Stinger e Kia e-Niro, Lancia Ypsilon Black and Noir (contando su un prossimo “new deal” per il nobile marchio torinese, che gli appassionati aspettano da gran tempo!), Lexus UX Hybrid, Militem Ferox, Mitsubishi Outlander PHEV e Mitsubishi Eclipse Cross Knight, Mole Automobiles Almas, Nissan Leaf Nismo, Opel Grandland X, Porsche 718 Cayman GTS, Porsche 992 4S Cabrio, Porsche Cayenne Coupé, Quadro Qooder e Quadro Oxygen, la nuova serie di Range Rover Evoque, la fantascientifica Pagani Huayra One Off, la nuova generazione di Renault Clio, Spice-X SX1 F, la nuova “segmento C” Skoda Scala ed il SUV high performance Skoda Kodiaq RS protagonista del record di categoria al Nurburgring, SsangYong Tivoli e SsangYong New Korando, Tesla Model 3, Toyota Corolla Hybrid, XEV IEV 7S ed IEV 6E, Yamaha Niken e Yamaha 3CT. Da segnalare, infine, la presenza dello yacht Titanium 40 by Nadir, maxi-scafo luxury dal design ispirato al mondo dell’auto: sarà un’anteprima mondiale, e c’è da giurarci che si farà notare.

Parco Valentino 2019: i grandi anniversari

Uno dei marchi-simbolo della Torino dei motori celebra, nel presente 2019, i settant’anni dalla fondazione: è Abarth, che al Parco Valentino Motor Show richiamerà 300 appassionati collezionisti dei modelli dello “scorpione”. Il pubblico potrà ammirarne le forme, ed ascoltarne il suono, giovedì 20 giugno, con il raduno che si terrà in piazza Vittorio Veneto.

Da Torino… a Parigi, a rimarcare il legame culturale da sempre esistente fra il Piemonte e la Francia: Parco Valentino 2019 saluta i cento anni dalla fondazione di Citroen, attraverso “100 Citroen per 100 Anni”, raduno che sabato 22 giugno richiamerà tutti i Club italiani, dalla caratteristica location dei Murazzi alla volta della scenografica Palazzina di Caccia di Stupinigi, per terminare il meeting itinerante ai piedi della Mole Antonelliana che sarà illuminata per l’occasione.

I trent’anni di Mazda MX-5, la spider più venduta di sempre saranno festeggiati, a Parco Valentino 2019, nella giornata di sabato 22 giugno: è il “Mazda MX-5 Icon’s Day”, happening verso il quale convergeranno da tutta Italia, verso il Parco Dora, i possessori della longeva roadster giapponese. Ad attenderli ci saranno Tom Matano, uno dei padri del progetto MX-5, e Nobuhiro Yamamoto, ingegnere Mazda che ha dedicato vent’anni al continuo sviluppo della già leggendaria spider.

Altri contenuti