Aston Martin DB9 2013: intramontabile icona british

La sportiva della Casa di Gaydon si rinnova nell’estetica e nei contenuti mescolando in modo sapiente lusso e sportività.

Aston Martin DB9 2013: intramontabile icona british

Tutto su: Aston Martin DB9

di Francesco Donnici

20 febbraio 2013

La sportiva della Casa di Gaydon si rinnova nell’estetica e nei contenuti mescolando in modo sapiente lusso e sportività.

Il Costruttore britannico Aston Martin ha rivelato nuovi dettagli, correlati da un’ampia galleria fotografica, relativi alla rinnovata DB9 2013, vera e propria icona sportiva della Casa di Gaydon.

La nuova Gran Turismo inglese, disponibile in versione coupé o convertibile (Volante), si rifà alle linee pulite ed armoniche della Virage, modello rimasto per poco tempo nei listini Aston, posizionato tra la DB9 e la DBS. Il frontale della vettura guadagna una mascherina anteriore di maggiori dimensioni che separa i nuovi proiettori con tecnologia bixeno, mentre i fascioni paraurti sfoggiano curve dalla forte presenza scenica. La vettura dà l’impressione di essere ancora più grazie allo splitter aerodinamico anteriore dalla forma particolarmente pronunciata, mentre nella zona posteriore troviamo l’estrattore d’aria ridisegnato che ingloba i due scarichi laterali realizzati in acciaio inox, mentre nella parte finale del baule posteriore si può apprezzare uno spoiler integrato di grandi dimensioni. 

>> Guarda le immagini ufficiali della Aston Martin DB9 2013

Come da tradizione, l’abitacolo della DB9 è un tipico esempio di lussuosa eleganza “made in England” che si unisce in modo sapiente ed armonico a soluzioni stilistiche moderne e ad una dotazione di accessori altamente tecnologica. L’ambiente interno è totalmente rivestito in pregiata pelle, personalizzabile con una vastissima scelta di accostamenti cromatici, mentre per i più sportivi è possibile optare per la configurazione con soli due posti, abbinati a sedili con guscio ed interni rifiniti in fibra di carbonio e kevlar, capaci di far risparmiare fino a 17 kg sulla massa totale della vettura.

Sotto il lunghissimo cofano anteriore della DB9 batte il maestoso V12 6.0 litri potenziato fino a 517 CV e 620 Nm, ovvero ben 41 CV in più rispetto al modello che va a sostituire. Handling ed assetto della vettura sono ai massimi livelli grazie all’introduzione delle speciali sospensioni ADS (Adaptive Damping System), settabili in tre diverse configurazioni a seconda delle esigenze di guida: Normal, Sport e Track. Particolarmente sofisticato risulta anche il sistema frenante che s’intravede dagli splendidi cerchi in lega da 20 pollici. L’impianto si distingue per l’uso di dischi carbo-ceramici offerti di serie e firmati dagli specialisti della  Brembo che misurano 398 mm all’anteriore e 360 mm al posteriore.

La nuova Aston Martin DB9 è disponibile in Italia in versione coupé a partire da 179.581 euro, mentre la Volante ha un lisitno che parte da 194.835 euro.