Audi TT a quota 10.000 grazie al TDI

Importante traguardo produttivo ottenuto da Audi, grazie soprattutto ai suoi propulsori TDI che equipaggiano le sportive TT coupè e spider

Audi TT a quota 10.000 grazie al TDI

di Yves D'Alessandro

22 luglio 2010

Importante traguardo produttivo ottenuto da Audi, grazie soprattutto ai suoi propulsori TDI che equipaggiano le sportive TT coupè e spider

Un risultato quasi impensabile da raggiungere qualche anno fa, quando il solo immaginare una coupé o una spider alimentata a gasolio avrebbe scatenato reazioni di sdegno.

Oggi Audi ha raggiunto un altro obiettivo grazie ai risultati tecnologici raggiunti dai diesel di ultima generazione, producendo la TT numero 10.000 dotata del motore quattro cilindri TDI da 170 CV e 350 Nm di coppia.

La vettura rappresenta il raggiungimento di un interessante obiettivo produttivo, confermando la preferenza degli utenti per questa versione della sportiva tedesca che deve al suo motore e alla tecnologia utilizzata per lo sviluppo del suo telaio, delle prestazioni di tutto rispetto abbinate ad un consumo di carburante tra i più bassi della sua categoria.[!BANNER]

I 5,3 litri per 100 chilometri dichiarati dal costruttore sono da attribuirsi soprattutto alla raffinatezza costruttiva del telaio, che fa tesoro della tecnologia ASF, Audi Space Frame, capace di garantire un elevato contenimento dei pesi della struttura grazie al massiccio impiego d’alluminio nella parte frontale della vettura.

L’ultimo restyling importante al quale è stata sottoposta la vettura ha permesso di intervenire strutturalmente in tal senso, facendo raggiungere all’intero telaio un peso complessivo di 206 Kg, costituiti principalmente da 144 Kg di alluminio e 66 di acciaio.