Salone di Ginevra 2014: Audi TT quattro Sport Concept

A Ginevra 2014, Audi affianca a sorpresa la TT quattro Sport Concept, inedito prototipo "racing" da 420 CV, alla nuovissima TT di terza generazione.

Audi TT quattro Sport Concept: immagini ufficiali

Altre foto »

Al Salone di Ginevra 2014 si rinnova la sfida fra le compatte "racing". Insieme alla sua nuova versione della TT, Audi porta al debutto del salone internazionale la TT quattro Sport Concept, prototipo di coupé sportiva ad alte prestazioni, destinata idealmente a giocare un ruolo di competitor per le "compatte" Mercedes Amg e per le più piccole Bmw "M". La carta d'identità della Audi TT quattro Sport Concept che viene presentata in queste ore al Salone di Ginevra è un inno alla potenza: ben 420 CV, sprigionati dal 2.0 Tfsi.

Anche il corpo vettura della Audi TT quattro Sport Concept riprende pari pari l'esperienza del marchio del Quattro anelli nel motorsport. Sviluppata sulla nuova piattaforma modulare Mqb (Modular Querbaukasten), il prototipo di Audi TT high performance di Ginevra 2014 presenta una scocca realizzata con l'impiego di acciai ad elevata resistenza e alluminio. Le modifiche rispetto alla nuova Audi TT, anch'essa in première al Salone di Ginevra, mettono in mostra un nuovo Spoiler inferiore, in fibra di carbonio, che attraversa l'intero profilo anteriore e, insieme al nuovo diffusore posteriore, si raccordano ai codolini passaruota, che ospitano nuovi cerchi da 20", con fissaggio centrale monodado, che si presentano "a filo" dei parafanghi, siccome le carreggiate sono aumentate di 60 mm (30 mm da ciascun lato).

Improntato a un impiego racing, l'abitacolo risulta spoglio da qualunque elemento che non sia direttamente funzionale all'esperienza di guida: niente poggiabraccia ai pannelli porta, assente l'impianto audio, nessuna presenza di maniglie; i sedili anatomici, equipaggiati con cinture di sicurezza a quattro punti, sono rivestiti in Alcantara. La strumentazione, interamente digitale, è racchiusa all'interno di un display da 12.3".

"Sottopelle", vale a dire a livello di motorizzazione, la Audi TT quattro sport Concept viene equipaggiata con il collaudato 2.0 Tfsi che da tempo fa parte del layout di power unit del Gruppo Vag - Volkswagen Audi; gli interventi dei tecnici di Ingolstadt, in questo caso, sono stati tutti rivolti alle performance pure. Profondamente rivisitato, il 2.0 Tfsi riesce a erogare ben 420 CV (come dire: 210 CV/litro) e 450 Nm di coppia massima fra 2.400 e 6.300 giri/min e 300 Nm già disponibili a 1.900 giri/min, valore che - insieme al peso della vettura, contenuto in 1.340 kg - ne fa uno dei motori a quattro cilindri per l'impiego stradale più potenti al mondo. Per fare un paragone, indicato dalla stessa Audi, la potenza specifica della TT quattro Sport Concept è addirittura superiore rispetto al 3.6 V8 Tfsi da 610 CV della Audi R8 che nel 2001 vinse la 24 Ore di Le Mans. Il 2.0 Tfsi della Audi TT quattro Sport Concept viene abbinato al cambio S-tronic a doppia frizione; l'assetto prevede sospensioni a schema McPherson con multi-link a quattro bracci al retrotreno, e sistema di controllo stabilità (con "torque vectoring")  totalmente disinseribile a scelta del pilota. Così equipaggiata, la Audi TT quattro Sport Concept viene dichiarata per un valore di accelerazione 0 - 100 km/h in appena 3,7 secondi.

Se vuoi aggiornamenti su AUDI TT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 04 marzo 2014

Altro su Audi TT

Audi TT S Line Competition: nuova serie speciale
Anteprime

Audi TT S Line Competition: nuova serie speciale

In Italia a inizio 2017, la TT S Line Competition (Coupé e Roadster) mantiene il 2.0 TFSI da 230 CV ma riceve una massiccia dose di "carattere".

Audi TT 1.8 TFSI: debutta il nuovo motore a benzina
Ultimi arrivi

Audi TT 1.8 TFSI: debutta il nuovo motore a benzina

Audi aggiunge alla gamma della TT il nuovo quattro cilindri a benzina 1.8 turbo. Un'unità Euro 6 disponibile sia per la coupé che per la Roadster.

Audi TT Roadster by ABT
Tuning

Audi TT Roadster by ABT

Il celebre tuner tedesco ha introdotto un nuovo programma di elaborazione dedicato alla scoperta della Casa dei quattro anelli.