La nuova Renault Clio è Auto Europa 2020

Alla “segmento B” francese l’annuale premio Uiga. Secondo posto per Volvo V60 Cross Country davanti a Peugeot 508. Ferrari F8 Tributo vince tra le supercar.

Il premio “Auto Europa” continua ad essere una questione francese. Con la differenza, rispetto alle scorse edizioni, che ad esserselo aggiudicato è Renault: la “Marque à Losanges” ha, dunque, interrotto la lunga egemonia PSA Groupe (sei premi nelle sette passate edizioni), che era stata momentaneamente sospesa nel 2017 da Alfa Romeo Giulia. Ed è Renault Clio il modello che nelle scorse ore ha conseguito il premio “Auto Europa 2020”, riconoscimento che Uiga (l’Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive) organizza annualmente fra i modelli di nuovo arrivo sul mercato, prodotte in Europa in almeno 10.000 esemplari e che portano in dote il migliore compromesso fra innovazione tecnologica rivolta alle soluzioni di guida, sicurezza e di efficienza ambientale, stile e rapporto qualità/prezzo.

Tutte “voci”, queste ultime, che hanno decretato l’assegnazione del premio Auto Europa 2020 alla “segmento B” di Renault, recentemente evolutasi nella quinta generazione che aveva fatto bella mostra di se in occasione del Salone di Ginevra 2019, ed “erede” della precedente quarta serie che aveva inaugurato la parte finale della propria carriera di mercato mettendo a segno uno “storico” sorpasso su Fiat Panda (era l’agosto 2018: in quell’occasione, Clio risultò la vettura più venduta in assoluto nel nostro Paese, proprio davanti alla “segmento A” eterna bestseller nel nostro Paese).

ren

Perché Renault Clio è risultata la migliore

Ad avere inciso maggiormente sul verdetto Uiga per l’assegnazione (con 178 voti a favore) del Premio Auto Europa 2020 a Renault Clio, indica la sintesi della manifestazione che si è tenuta nella cornice di Villa Tuscolana a Frascati (e che quest’anno si è esteso alla centralissima piazza San Pietro con l’esposizione del “parterre” delle finaliste, oltre a Maserati Levante Trofeo, Ferrari F8 Tributo ed un prototipo di vettura 100% elettrica ed autonoma, basato su Citroen E-Méhari e realizzato da Bylogix di Torino), l’immagine complessiva della longeva – nel 2020 festeggerà i trent’anni dal debutto della storica prima generazione – e fortunatissima “segmento B” di Renault, in cui “Il Dna del marchio esprime uno dei suoi valori più alti per caratteristiche di innovazione tecnologica, all’insegna di una guida sempre più autonoma, connessa e ibrida”. Renault Clio, per la giuria Uiga che l’ha eletta Auto Europa 2020, è “Facile ed intuitiva nei comandi, con l’Easylink di serie, lo schermo multimediale fino a 9.3” con la superficie più ampia della categoria accompagnato dal sistema HighWay and Traffic Jam Assist”. “Renault Clio – prosegue Uiga – frena ed accelera da sola, con velocità comprese tra 0 e 100 km/h, consentendo nel traffico una guida rilassata in tutta sicurezza, anche nei tratti autostradali ed extraurbani. Gli elementi tecnologici di bordo si completano con il Lane Keep Assist (assistenza al mantenimento della corsia) e l’Adaptive Cruise Control (controllo adattivo della velocità) che mantiene costante la distanza di sicurezza preimpostata adattando la velocità della Clio. La guida autonoma di livello 2 comprende inoltre la funzione “Stop&Go” (frenata con ripartenza automatica)”. In estrema sintesi: un modello che introduce nel segmento B una serie di atout normalmente appannaggio di vetture di categoria superiore, in particolar modo relativamente alla dotazione dei sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida.

Sul podio anche Volvo V60 Cross Country e Peugeot 508

Ad accompagnare Renault Clio sul podio del premio Auto Europa 2020, sono state elette Volvo V60 Cross Country (declinazione crossover della station wagon di gamma medio-alta V60), alla quale sono stati assegnati 78 dei 1.161 voti espressi dalla giuria Uiga; e, terza assoluta, la nuova generazione di Peugeot 508 (un modello PSA Groupe è, dunque, salito sul podio), che ha ottenuto 75 voti.

Queste le preferenze assegnate alle altre finaliste Auto Europa 2020:

  • Audi e-tron: 67 voti
  • DS3 Crossback: 51 voti
  • Hyundai i30 Fastback N: 44 voti
  • Jaguar XE: 41 voti
  • Range Rover Evoque: 38 voti
  • Volkswagen T-Cross: 36 voti
  • Skoda Scala: 35 voti
  • Kia Proceed: 31 voti
  • Bmw Z4: 19 voti
  • Porsche Cayenne Coupé: 12 voti
  • Citroen C5 Aircross: 11 voti
  • Seat Tarraco: 9 voti.

Ferrari F8 Tributo: è la migliore supercar

Una sezione specifica del premio Auto Europa è dedicata alle vetture ad altissime prestazioni e dall’immagine marcatamente sportiva: sono le supercar, che concorrono alla graduatoria del “Premio Auto Europa Sportiva”, anche quest’anno “dominato” da Maranello con Ferrari F8 Tributo, che con 211 voti ha trionfato su Lamborghini Huracàn Evo Spyder (111 preferenze) e Porsche Carrera S (104 voti). Un nuovo successo, dunque, per il “Cavallino”, cui già nel 2018 era stato assegnato il premio: in quell’occasione, Ferrari Portofino venne preferita ad Alpine A110 e McLaren 570S.

Un premio anche per le “ruote alte”

In occasione dell’edizione numero 34 del premio Auto Europa, la giuria dei giornalisti italiani dell’automotive ha scelto di assegnare un riconoscimento specifico anche per la fascia di mercato SUV e crossover, del resto sempre più “centrale” fra le strategie di riposizionamento da parte dei big player e da tempo protagonista di un positivo riscontro di vendite anche in Italia. Il nuovo premio è stato assegnato a Maserati Levante, che come si accennava era, insieme a Ferrari F8 Tributo, presente alla manifestazione con un esemplare in configurazione Trofeo (580 CV). Benché piuttosto “di nicchia”, lo Sport Utility del Tridente è “Il veicolo di punta del prestigioso ‘brand’ italiano, tanto da monopolizzare ben oltre il 60% delle vendite Maserati”.

Riflettori puntati anche sull’innovazione eco friendly

Fra le “sezioni” del Premio Auto Europa, la doverosa attenzione ai modelli di recente debutto sul mercato che si segnalano per una “vision” innovativa a vantaggio della mobilità sostenibile. Nello specifico, l’ottava edizione del “Green Gold Award” è andata ad Audi e-tron, SUV che contrassegna l’esordio del marchio dei Quattro Anelli nel settore dell’auto elettrica “new gen”, e che “Esprime la sua potenza agendo su tutte le quattro ruote tramite la trazione integrale gestita da una centralina elettronica in grado di comandare i motori elettrici disposti sui due assali”.

Nuova Renault Clio 2019: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti