Car sharing Milano: come funziona, costi e app

I servizi di noleggio condiviso nella metropoli lombarda, le modalità di iscrizione, le tariffe applicate. Tutti i dettagli.

La transizione verso una tipologia di mobilità chiamata ad evolversi nella “triade” connettività, guida autonoma, elettrificazione è da tempo sui taccuini delle priorità dei “big player” del comparto automotive e delle aziende specializzate nella fornitura di servizi (se non, attraverso partecipazioni esterne, da parte delle stesse Case costruttrici). A queste “voci”, da più parti si aggiunge il trasporto privato condiviso: ed ecco completato l’acronimo “CASE”, ovvero Connected, Autonomous, Shared and Electric che, nell’arco del prossimo decennio, potrebbe costituire la “base” della mobilità in ambito urbano e metropolitano. E se i sistemi di auto connessa, elettrica e “self driving” sono in fase di sviluppo, il car sharing è ben radicato nelle città, sebbene una recente analisi – condotta dall’Osservatorio nazionale sulla Sharing Mobility della società di servizi di consulenza Deloitte e illustrata nell’estate 2019 in occasione della Conferenza nazionale sulla Sharing Mobility – abbia indicato che, nel nostro Paese, soltanto l’8% degli italiani si affidi in forma abituale a servizi di car sharing (e similari) per i propri spostamenti.

I principali servizi presenti a Milano

L’offerta di servizi di car sharing ai quali poter affidarsi è, in ogni caso, ampia; e c’è da giurare che, con il trascorrere del tempo, essa si farà via via più articolata. Ne è una prova la situazione di Milano, “storicamente” – seppure questo riferimento vada inteso ad un passato ancora piuttosto recente – prima grande città d’Italia ad avere “aperto” ai servizi di mobilità condivisa.

EnJoy

  • Cos’è e quali vetture propone. Fiat 500 1.2 69 CV in allestimento Pop e Fiat Doblò sono i due autoveicoli utilizzabili da chi decida di servirsi del servizio messo a punto da Eni. EnJoy è presente a Milano (824 veicoli disponibili) dalla fine del 2013. Una volta registrati, attraverso il sito Web dedicato oppure mediante App per Android, iOs e Windows Phone, e creato un account personale per la gestione del servizio attraverso un’area personale, si inseriscono i dati della propria carta di credito o prepagata, e si è pronti ad usufruire dei noleggi condivisi.
  • Tariffe. La prenotazione è gratuita per i primi 15 minuti, successivamente viene applicata una tariffa di 10 centesimi al minuto. La tariffa applicata da EnJoy è di 0,25 euro al minuto, e nel raggio di 50 km; ogni km in più richiede un sovrapprezzo di 0,25 euro al km. In caso di prenotazione estesa al minuto, dopo i primi 15 minuti gratuiti e fino a 90 minuti, la tariffa è di 10 centesimi. Per 24 ore consecutive di noleggio, viene applicata una tariffa di 50 euro. In caso di noleggio del veicolo per recarsi all’aeroporto di Milano Linate, viene applicata una tariffa EnJoy Parking di 4,50 euro (IVA compresa): a disposizione degli utenti EnJoy, ci sono 14 stalli al sesto piano del parcheggio P2 Holiday di Linate. Presso le stazioni FS Rogoredo e Porta Garibaldi vengono applicate tariffe a forfait di 4,00€ all’avvio del noleggio. Per attività commerciali, EnJoy prevede una tariffa Cargo sharing di 25 euro fissi per le prime due ore, 25 centesimi al minuto entro 50 km (percorrenza massima per ciascun noleggio, dopodiché c’è un sovrapprezzo di 25 centesimi al km), una tariffa massima giornaliera di 80 euro e 25 centesimi al minuto per la prenotazione estesa (dopo i primi 30 minuti gratuiti e fino a 90 minuti).

E-vai

  • Cos’è e quali vetture propone. Servizio di car sharing che si affida esclusivamente a veicoli ad alimentazione elettrificata (auto ibride ed elettriche: nello specifico, Citroen C-Zero, Mitsubishi i-MiEV, Peugeot iOn, Renault Zoe, Toyota Auris, Toyota Yaris), è dedicato tanto all’utenza privata quanto alle aziende.
  • Tariffe. Per le auto elettriche, si applica una tariffa “Silver” (senza quota prepagata e ad iscrizione al servizio gratuita) di 5 euro a noleggio, 6 euro ogni ora e fino a 72 euro al giorno; e una tariffa “Gold” da 60 euro di quota prepagata minima, senza spese di noleggio. Per le auto ibride (l’iscrizione è anche in questo caso gratuita) viene applicata una tariffa “Silver” da 2,40 euro ogni ora e fino a 28,80 euro al giorno (più 48 centesimo al km); e una tariffa “Gold” che presuppone una quota prepagata minima di 60 euro (non ci sono spese di noleggio).

ReFeel

  • Cos’è e quali vetture propone. ReFeel eMobility, frutto di una joint venture tra ReFeel e Building Energy, è attivo con una flotta di Renault Zoe.
  • Tariffe. Il noleggio di una vettura è di tipo “pay-per-use”; vale a dire: senza alcun canone di iscrizione né canone mensile o annuale. Inclusi nelle tariffe di noleggio ci sono i costi di ricarica elettrica, il parcheggio, i costi di ingresso in area C e di sosta nelle aree blu e gialle. La tariffa oraria (calcolata a scaglioni di 15 minuti), indica il sito Web corporate, è di 9 euro all’ora e include i primi 50 km (per quelli successivi, viene applicata una tariffa di 0,25 euro a km).

ShareNow

  • Cos’è e quali vetture propone. Servizio nato recentemente dall’integrazione fra car2go e DriveNow, conta a Milano – in un’area di oltre 132 km quadrati – su circa 1.700 veicoli, che appartengono al Gruppo Bmw (Bmw, comprese le elettriche i3, e Mini) ed a Daimler AG (Mercedes e Smart). La “fusione” dei due servizi ha permesso una armonizzazione delle tariffe, di tipo “pay-per-use”, e l’adozione di una tariffa “flex-free” anche per la flotta Bmw e Mini.
  • Tariffe. I costi di noleggio vengono determinati al minuto: da 0,19 euro a 0,34 euro nel caso di Smart forTwo e forFour e Smart forTwo Cabrio, a partire da 28 centesimi al minuto per Mini, a 0,32-0,42 euro per Bmw Serie 2 Cabrio. Le tariffe orarie partono da 7,99 euro ogni ora, e comprendono un numero fisso di km. Esiste anche un “pacchetto” giornaliero a partire da 24,99 euro al giorno. A chi intenda servirsi di ShareNow per recarsi all’aeroporto di Linate, viene applicata una Tariffa Aeroporto di 5,99 euro. La App consente di individuare le vetture dal prezzo di noleggio più conveniente: sono quelle contrassegnate da uno sticker rosso: in questo caso, lo sconto si riferisce alla tariffa al minuto, che cambia in base a tempo di prenotazione e località. Il parcheggio è gratuito su ogni area di parcheggio pubblica all’interno dell’area operativa e sugli spazi riservati al car sharing

Share’ngo

  • Cos’è e quali vetture propone.  Il servizio si effettua con una flotta di microcar elettriche ZD2, immatricolate come “quadriciclo pesante” (può essere guidata a 16 anni di età e con patente B1) e da 180 km dichiarati di autonomia. Alle microcar prodotte dalla cinese Xiandyang si abbina il servizio di mobilità condivisa Share’ngo a cura della livornese CS Group. L’adesione al servizio avviene tramite App (disponibile per Android e iOs), oppure attraverso il sito Web corporate. Una volta registrato, e per usufruire del noleggio, l’utente deve acquistare un “pacchetto di benvenuto” di 5 euro che gli dà diritto ai primi 21 minuti a 24 centesimi anziché 28 centesimi.
  • Tariffe. Il costo standard di noleggio (20 minuti di prenotazione gratuiti), di tipo “pay-per-use”, è di 28 centesimi al minuto; i km per ogni singola corsa sono illimitati. Compresi nelle tariffe di noleggio ci sono anche i costi dei parcheggi (pubblici a pagamento e riservati ai residenti).

I Video di Motori.it

Seat Leon: disponibile con 5 tipologie di alimentazione

Altri contenuti