Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020: i prezzi

Le aggiornate varianti ultra-high performance debuttano in prevendita. Aggiornamenti anche nella gamma Veloce e nelle proposte di vendita Sprint.

A brevissima distanza dalla presentazione ufficiale, la nuova lineup Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio – entrambe, la prima settimana di maggio 2020, protagoniste di un “vernissage” virtuale in cui era stato posto l’accento sulle caratteristiche tecniche portate in dote dalle due aggiornate declinazioni ultra-high performance – si preparano all’esordio sul mercato. Un debutto che, per i vertici Fca, rappresenta un’ulteriore sfida nei confronti della delicata fase di ripartenza dopo le drammatiche settimane di lockdown; e, dal punto di vista del riposizionamento strategico, l’anticipazione di un imminente futuro che vedrà Alfa Romeo puntare i propri riflettori sulla fascia delle berline di gamma medio-alta (Giulia) e sul comparto SUV (la recente dichiarazione relativa al prossimo fine produzione per la “segmento C” Giulietta, che più avanti verrà sostituita dal C-SUV Alfa Romeo Tonale).

La fase di riapertura degli showroom Fca viene salutata dall’ingresso in gamma di Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio Model Year 2020, disponibili in ordinazione, ed arricchite da nuove proposte Giulia e Stelvio Veloce nonché, specificamente in occasione della ripresa della rete commerciale, da un’offerta dedicata alla configurazione Sprint a condizioni esclusive. Ma andiamo con ordine.

Nuova gamma Quadrifoglio: i prezzi

L’avvio agli ordini di Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio nella nuova variante 2020 viene innanzitutto definito dalle indicazioni di prezzo:

  • Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2020: 90.500 euro
  • Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio 2020: 105.000 euro.

Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020: le dotazioni

Nel dettaglio, il capitolato di equipaggiamenti relativi alla aggiornata gamma Quadrifoglio 2020 segnala l’adozione di nuovi sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida, che evolvono il “pacchetto” verso una tecnologia semi-autonoma di Livello 2: dal Traffic Jam & Highway Assist (progettato per diminuire lo stress del conducente, nelle condizioni di traffico, attraverso un dispositivo che segue e “capta” la densità di veicoli e adegua la velocità della vettura, diminuendola fino a fermare l’auto quando necessario), al Traffic Sign Recognition, integrato nel Cruise Control in modo da regolare la velocità in funzione dei segnali stradali. Le nuove dotazioni ADAS vengono abbinate ad un nuovo volante multifunzione; il modulo infotainment riceve un upgrade che si concretizza nel ricorso di un display touch da 8.8” recante schermate ad hoc per le versioni Quadrifoglio ed i cui comandi possono essere attivati anche mediante controller; un sistema di ricarica wireless per smartphone, collocato sul tunnel centrale. Per l’abitacolo, spicca la scelta di abbinare materiali diversi fra loro: pelle e alluminio, fibra di carbonio e Alcantara.

Alcuni dei principali accessori di serie e a richiesta

L’allestimento di gamma si completa con un ulteriore ventaglio di novità:

  • nuove tinte carrozzeria dedicate, e dalle tonalità che richiamano, anche nei rispettivi nomi, le colorazioni storiche di Alfa Romeo (Verde Montreal, Rosso 6C Villa d’Este, Ocra GT Junior)
  • dettagli bruniti per alcuni particolari “strategici” del corpo vettura (la calandra Trilobo, la fanaleria posteriore).

In opzione, è possibile ottenere ulteriori raffinatezze chiamate ad accentuare l’immagine elegante e sportiva della gamma Quadrifoglio. Si segnalano, fra gli altri:

  • vari abbinamenti di colore per le pinze freno
  • nuove tonalità per le cuciture dei rivestimenti abitacolo
  • diversi colori per le cinture di sicurezza
  • sedili anteriori semi-anatomici Sparco con struttura in fibra di carbonio per gli schienali
  • impianto frenante carboceramico
  • nuovi cerchi da 21” di diametro.

Motorizzazione: che sound con l’impianto di scarico in titanio!

Sotto il cofano… una vecchia conoscenza: la lineup Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio 2020 mantiene il “simbolo” meccatronico che ne contraddistingue l’immagine, cioè l’unità motrice 2.9 V6 biturbo, realizzato interamente in alluminio ed abbinato al sofisticato sistema di trasmissione integrale Q4. Di seguito i dati tecnici.

  • Motore: 2.9 V6 bi-turbo
  • Potenza massima: 510 CV
  • Coppia massima: 600 Nm disponibili già a 2.500 giri/min.
  • Trasmissione: cambio automatico ad otto rapporti provvisto di modalità di azionamento “RACE” (150 millisecondi nel tempo di cambiata); trazione integrale Q4 con modalità “Advanced Efficiency” funzionale alla disattivazione di una bancata di cilindri, nelle condizioni di lavoro a basso e medio carico; sistema Alfa Active Torque Vectoring.

A richiesta, gli appassionati più… incontentabili, il poderoso 2.9 V6 biturbo da 510 CV può a sua volta essere reso ancora più “vigoroso” nel suono se si sceglie un impianto di scarico Akrapovic in titanio con quattro uscite montate in diagonale e “codini” rivestiti in fibra di carbonio.

Giulia e Stelvio Veloce: arriva il 2.0 turbo AT8

La fase di aggiornamento lineup, ideato per arricchire le offerte Alfa Romeo Giulia e Stelvio in allestimento Veloce, e venire ulteriormente incontro alle esigenze dei clienti alla ricerca di un’impostazione marcatamente sportiva, si completa con l’arrivo della nuova unità motrice 2.0 turbo benzina AT8 da 250 CV abbinato alla trazione posteriore (nel caso di Alfa Romeo Giulia) ed alla trazione integrale (Alfa Romeo Stelvio). Questa soluzione, indica Fca, “Permetterà l’acquisto di una motorizzazione ai vertici quanto a prestazioni, senza per questo incorrere nel pagamento annuale del ‘superbollo’ che prevede una maggiorazione di 20 euro per ogni Kw oltre i 185 kW”. Il prezzo di listino, riferisce Alfa Romeo, è lo stesso della motorizzazione 280 CV già in vendita, tuttavia “Il risparmio fiscale annuo supera i 400 euro”. Invariate le dotazioni, che con i modelli “Veloce” rappresentano la massima espressione di sportività della gamma: dai paraurti dedicati alle finiture Dark Miron, agli esclusivi cerchi in lega; e, per gli interni, i sedili sportivi rivestiti in pelle e provvisti di fianchetti regolabili ed il volante sportivo, con corona anch’essa rivestita in pelle, e dotato di levette in alluminio per i comandi cambio.

L’offerta Giulia e Stelvio Sprint a condizioni esclusive

Terza novità Alfa Romeo, rivolta a tutti gli automobilisti per celebrare insieme al “Biscione” la riapertura delle proprie concessionarie, è dedicata all’allestimento Sprint (versioni che vanno dal 2.0 turbo benzina AT8 200 CV al 2.2 turbodiesel declinato su due livelli di potenza: 160 CV e 190 CV), proposto con una sostanziosa proposta di vendita. Di seguito un esempio: Alfa Romeo Stelvio Sprint 2.2 turbodiesel 190 CV: in promozione a 44.000 euro anziché 56.000 euro.

Ricordiamo che la declinazione Sprint dispone di serie, fra gli altri, di finiture Dark Miron, pinze freno Brembo con trattamento nero, volante sportivo in pelle ed inserti in alluminio su plancia, tunnel centrale e pannelli porta.

I Video di Motori.it

Il Museo Alfa Romeo celebra i 110 anni del marchio

Altri contenuti