Salone di Torino Parco del Valentino 2018: gli eventi in programma

I riflettori dela filiera automotive mondiale vengono puntati su Torino, fra novità di mercato, ecosostenibilità, design e auto storiche. Ecco tutte le informazioni per visitare la rassegna.

Salone di Torino Parco del Valentino 2018: gli eventi in programma

di Francesco Giorgi

06 giugno 2018

C’erano Andrea Levy, in qualità di presidente della manifestazione, Daniele Toninelli, neo-ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Sergio Chiamparino (presidente della Regione Piemonte), la sindaca di Torino Chiara Appendino e i vertici ANFIA (Gianmarco Giorda) ed UNRAE (Michele Crisci) al “taglio del nastro” della quarta edizione del Salone dell’Auto di Torino Gran Premio Valentino.

La rassegna, che ha aperto i battenti oggi per concludersi domenica 10 giugno, punta i riflettori del comparto automotive internazionale sul capoluogo piemontese, al centro di un profondo “new deal” di immagine rivolto ad una significativa riscoperta del territorio urbano e metropolitano di Torino non soltanto in chiave motoristica, quanto culturale in senso più ampio.

Il ruolo della città, da culla dell’industria automotive italiana, gioca da sempre un concreto parallelismo con le espressioni di alto artigianato e design collegate al mondo dell’automobile. Su questo, e sull’evoluzione del settore, torna il Salone di Torino, rinato nel 2015 in una veste quindi più ad ampio raggio rispetto alle storiche edizioni. E lo dimostrano le decine di novità in esposizione, così come la carrellata di prototipi e show car firmati dai più prestigiosi designer; per non parlare degli eventi dedicati alle auto storiche ed al futuro della mobilità sostenibile che, fino a domenica, terranno banco al Parco del Valentino (uno dei “polmoni verdi” storici del capoluogo), e nei luoghi-salotto di Torino, da piazza San Carlo a piazza Castello.

Le principali novità di produzione al Salone di Torino 2018

Sono più di 40 le Case auto annunciate alla quarta edizione della kermesse torinese. A fare gli “onori di casa” c’è FCA-Fiat Chrysler Automobiles, i cui vertici hanno da pochissimo confermato il piano industriale 2018-2022. Alfa Romeo, Fiat, Jeep, Lancia, Abarth e Mopar – con in più la possibilità di effettuare test drive – sono i “brand” FCA presenti: da segnalare, fra le altre, Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio e Giulia Veloce Ti; Abarth 595 Pista e 124 GT, Fiat 500X Mirror, Panda City Cross e 500 Collezione; Jeep Renegade (in anteprima la novità Model Year 2019), Compass  – in una esclusiva veste allestita con gli accessori della linea aftermarket Mopar -, Wrangler e Trailcat, la concept pda 707 CV resentata all’Easter Jeep Safari 2016 che sarà presente alla Supercar Night Parade; e Lancia Ypsilon.

Di rilievo, poi, la presenza di big player e studi di design del comparto automotive mondiale: da Aston Martin al Gruppo VAG-Volkswagen Audi (anche con Seat e Skoda), Bentley, Bmw, DR, Hyundai, Honda, Jaguar Land Rover, Kia, Maserati, Mazda, McLaren, Daimler-Benz (Mercedes e Smart), Pagani, Peugeot, Pininfarina, Porsche, Renault, Scaglione, Italdesign, Spada, Spice-X, Stola, Studiotorino, GFG Giugiaro, Suzuki, Tesla, Touring Superleggera, UP Design, Volvo.

Da segnalare la partecipazione di Maserati (una Ghibli in allestimento GranLusso e livrea Grigio Maratea; un SUV Levante in configurazione GranSport e in tinta Bianco Alpi; e, al Gran Premio Parco del Valentino di domenica 10, una nutrita presenza di esemplari storici dei soci del Maserati Club Italia, fra i quali una Ghibli del 1969 ed una Indy del 1970); di Mazda (presente all’evento con la serie speciale Mazda MX-5 Yamamoto Signature) in un ambiente di esposizione ispirato alla filosofia dei giardini Zen, e test drive con Mazda CX-3 e CX-5 (a tutti i visitatori che proveranno uno dei due modelli sarà donato un ideogramma realizzato dalla maestra calligrafa Kazue Fukumoto); Seat espone le novità “Sport Utility” Ateca 2.0 TDI 4Drive DSG ed Arona 1.5 TSI 150 CV, entrambe in configurazione sportiva FR, la nuova Ibiza 1.0 TGI 90 CV a metano anch’essa in allestimento FR, e propone test drive su Arona XCellence 1.0 EcoTSI 115 CV ed Ibiza 1.0 TGI 90 CV FR. Lexus espone al Salone di Torino Parco Valentino 2018 i modelli LC Hybrid ed NX Hybrid in allestimento F Sport, con possibilità di provare su strada CT Hybrid ed NX Hybrid con la nuova tecnologia Self-charging Hybrid. Da Volkswagen, riflettori puntati su versatilità e propulsioni eco friendly: in esposizione la gamma “T-Family” (T-Roc, Tiguan, Tiguan Allspace, Touareg), i modelli 100% elettrici E-up! ed E-Golf e, alla Supercar Night Parade, intervento “dinamico” con l’unico esemplare italiano della avveniristica coupé ibrida plug-in XL1. Anche Hyundai propone la più recente gamma “low emission”: e lo fa con il SUV Kona Electric e con le tre varianti (ibrida, ibrida plug-in, elettrica) di Ioniq; l’attenzione ai modelli high performance sarà sottolineata dalla presenza di una i30 N alla “Supercar Night Parade”. McLaren espone la nuova 570S Spider – in occasione del debutto sul mercato italiano -, annunciata al via della “Supercar Night Parade”, e l’esemplare unico 675LT allestita nella livrea Gulf Racing come le F1 GTR “Longtail” che furono protagoniste nelle gare di durata della seconda metà degli anni 90. Dalla “Supercar Night Parade” di mercoledì sera alle esposizioni in piazza Castello, piazza Vittorio, piazza San Carlo e presso lo stand Mercedes al Parco del valentino: le novità Smart EQ Fortwo e-cupSuzuki è presente con una particolare installazione artistica (“Hybrid Art” a cura dello scenografo ed effettista Leonardo Giacomo Borgese) e con tre esemplari unici in livrea Beeracing (Swift Sport 140 CV; GSX-R1000; il motore fuoribordo DF350A 4.4 V6 doppia elica da 350 CV). Da parte di Volvo, il Salone 2018 viene sottolineato con la presenza della nuova V60, della nuova XC40 e della XC90 T8 a propulsione ibrida; mentre, nel versante delle auto storiche, al Gran Premio Parco del Valentino scenderà in lizza una P1800 Jensen sotto le insegne del Registro Italiano Volvo d’Epoca.

Si parte in notturna con la “Supercar Night Parade”

Dal Cortile del Castello del Valentino, alla luce dei fari, una passerella di modelli-icona, concept e show car (ciascuno guidato dai rispettivi vertici dei “brand” stessi e da rappresentanti di primo piano della filiera automotive): la “Supercar Night Parade” apre… col botto il Salone di Torino. Fra gli esemplari in lizza: BMW i8 Roadster, Dallara Stradale, Sibylla GFG Style, Hyundai i30 N, Honda NSX, KIA Stinger GT, Mazda RX-7, Mercedes AMG GT R, Pagani Huayra BC, Jaguar XJS (l’unica esistente), Porsche 911 GT3 RS, Peugeot 208 CIR 2018, Alpine A110, Suzuki LJ20 del 1971, Toyota Mirai,  Alfa Romeo Disco Volante by Touring Superleggera, Volkswagen XL1, Volvo XC40; e, fra le altre meraviglie d’epoca, Lancia Astura Stabilimenti Farina, Ferrari 250 GTE, Ferrari Enzo e LaFerrari, Lamborghini Aventador Roadster e Miura, Alfa Romeo 8C e Lancia Stratos, Maserati MC12, Porsche 356 e 911. Il “parterre delle regine” più moderne annovera (soltanto per citarne alcune) Porsche GT2 RS, McLaren 720S, Aston Martin DB11, Lotus Esprit ed Evora 410.

Gli eventi in programma al Salone di Torino 2018

La quarta edizione del “Salone” offre un ricco cartellone di eventi, già a partire dal primo giorno della rassegna. Oggi (mercoledì 6 giugno) sono in programma il vernissage della “Mostra dei Prototipi”, allestita nel complesso del Parco, dove una articolata di show car, concept e modelli-icona del car design provenienti da tutto il mondo si lasciano ammirare dai visitatori, in un progetto di passeggiata nella storia dell’evoluzione stilistica. Orario: dalle 10 alle 19. Nel Cortile del Castello del Valentino, tutti i giorni fino a domenica dalle 10 alle 24 con ingresso previa presentazione del biglietto elettronico gratuito, si svolgono le celebrazioni per i cinquant’anni dalla fondazione di Italdesign, studio di progettazione che Giorgetto Giugiaro inaugurò all’inizio del 1968: in esposizione, una carrellata dei prototipi firmati Giugiaro che hanno scritto pagine fra le più importanti nella storia automotive dell’ultimo mezzo secolo, da Volkswagen Golf del 1974 a Fiat Panda (1980), a Maserati 3200, Audi TT ed Alfa Romeo Brera. A cura dell’ASD Gruppo Sportivo Polizia Municipale città di Torino, presso Lingotto Fiere, si tengono fino a domenica 10 i corsi intensivi di guida “vera”: due ore di lezioni con l’istruttore Peter Müller. Parallelamente al Salone, presso il Politecnico di Torino si tiene, nelle giornate di mercoledì 6, giovedì 7 e venerdì 8 giugno, il convegno tecnico internazionale “CO2 Reduction for Transportation Systems Conference”, tavolo di incontro che si propone la promozione del dialogo fra mondo dell’industria, università e centri di ricerca a livello internazionale rivolto alla riduzione delle emissioni nei sistemi di trasporto.

Giovedì 7 giugno, con partenza alle 20 da piazza Castello ed arrivo presso il Cortile del Castello del Valentino, si terrà il meeting “I Biscioni”, evento dedicato ai possessori ed appassionati di Alfa Romeo storiche. Al mattino di giovedì, nel Cortile del Castello del Valentino si terrà la premiazione del concorso scolastico “L’Auto ideale”, realizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e il Corpo della Polizia Municipale di Torino. Nel pomeriggio, la Sala d’Onore del Castello del Valentino ospiterà la tavola rotonda “Design Challenges, Exploration and Challenges”, organizzato dall’IAAD-The Italian University for Design: il direttore strategico del Dipartimento di Transportation Design dell’IAAD e nome di spicco nel panorama dell’automotive design mondiale Chris Bangle interverrà, insieme al vicepresidente Design Consumer Products per BSH Home Appliance Group Niko von Saurma e Adriana Monk – founder e creative director dello studio Monk Design – nel meeting dedicato al futuro del design e dei designer in tutte le discipline.

La giornata di venerdì 8 giugno vedrà, oltre alle esposizioni ed alle iniziative che terranno banco per l’intera durata del Salone, il raduno internazionale del “Renault Floride Caravelle Club de France”, sodalizio di tutela e conservazione delle simpatiche coupé e cabriolet realizzate dalla Marque à Losanges all’inizio degli anni 60.

Decisamente articolato il cartellone degli appuntamenti in programma sabato 9 e domenica 10 giugno: sabato, nella centralissima piazza Castello, si svolgerà la seconda edizione di “Car&Vintage”, incontro europeo fra possessori ed appassionati di auto storiche (dalle 10 alle 20); contestualmente, in piazza San Carlo (il “salotto” di Torino) si svolgerà il focus sull’elettrificazione in ambito automotive, con esposizione, e possibilità di effettuare test drive, di novità di mercato a propulsione ibrida, ibrida plug-in e 100% elettrica. Nell’area del Valentino, dieci neo-proprietari di altrettanti esemplari della recente roadster Dallara Stradale firmata da Gianpaolo Dallara si incontreranno in occasione del primo raduno ufficiale di marca, “antipasto” del raduno fissato, l’indomani, durante il Gran Premio Parco del Valentino. A cura del Tesla Club Italy Revolution, presso il Mauto-Museo dell’Automobile di Torino, si svolgerà una conferenza sullo stato dell’arte della mobilità elettrica in Italia. Spazio, in piazza Vittorio Veneto, alle immancabili Lancia Delta Integrale, uno dei modelli-simbolo della storia automobilistica sportiva torinese: il raduno, in programma sabato 9° partire dalle 9,30, è a cura di Independent Cars Italia. Nella stessa location, con inizio alle 12 di sabato, si terrà un meeting Lotus, a celebrare i settant’anni dalla fondazione dell’azienda. Nuovo anniversario, sempre rivolto a settant’anni dalla creazione del marchio, per Porsche: sabato 9, dalle 12, la cornice di piazza Castello  farà da palcoscenico ad una esposizione di modelli prodotti a Zuffenhausen dal 1948 ad oggi. Da non perdere la narrazione della storia di Fiat Nuova 500, a cura di 457 Stupinigi Experience by Ruzza Torino: una antologia di vetture di tutte le epoche, sabato 9, partirà dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi alla volta di piazza Bodoni. Domenica 10, a conclusione della “settimana dell’auto” di Torino, sono due le iniziative in programma: l’US Cars Meeting (raduno dedicato agli enthusiast di modelli storici e moderni rigorosamente “a stelle e strisce”), che si terrà nell’area coperta di Parco Dora, e il Gran Premio Parco del Valentino.

Gran Premio Parco del Valentino

Momento-clou della giornata di chiusura del Salone 2018, il Gran Premio (domenica 10 giugno) ripercorre le orme di uno dei momenti più significativi nella storia sportiva di Torino: il GP che si svolse nel 1955. Più di 200 esemplari da competizione, prototipi, “pezzi unici” e supercar daranno vita ad una parata di “stelle a motore” che da piazza Castello, con partenza alle 8,30, si snoderà in un percorso di 40 km verso la Basilica di Superga e che terminerà alla Reggia di Venaria. Il ruolo di apripista del Gran Premio Parco del Valentino sarà affidato alla Lancia D25 Sport Spider, biposto da competizione costruita nel 1955 su richiesta di Alberto Ascari a Gianni Lancia, che rappresentò una diretta evoluzione dalle precedentei D23 e D24, ma che tuttavia il bicampione mondiale F1 (1952-53) non poté mai portare in gara.La storica Lancia D25 è fra i capolavori conservati presso il Museo Lancia.

Salone dell’Auto di Torino: orari e informazioni di ingresso

Il Salone dell’Auto di Torino Parco Valentino 2018 osserva i seguenti orari: oggi (mercoledì 6 giugno) dalle 10 alle 24; da domani (giovedì 7) a domenica 10 giugno, dalle 10 alle 24. Come già avvenuto nella passata edizione, anche quest’anno gli organizzatori propongono l’interessante formula ad ingresso gratuito, con biglietto elettronico, che permette ai visitatori di assistere alla Esposizione dei Prototipi nel Cortile del Castello del Valentino (con produzione Italdesign per i cinquant’anni dalla fondazione dello studio di progettazione di Giorgetto Giugiaro, raduno de “I Biscioni” dedicato agli appassionati di Alfa Romeo e il “Meeting Dallara Stradale”) e nell’area di viale Mattioli dove ad attendere il pubblico ci sarà una antologia di 40 fra concept e show car firmate dalle “matite” dei designer più prestigiosi.

Da segnalare, per chi si reca al Salone in treno (il Parco del Valentino dista quindici minuti a piedi da Porta Nuova, 22 minuti a piedi da Torino Lingotto, 6 minuti a piedi da Porta Susa), una convenzione fra gli organizzatori e Trenitalia che prevede uno sconto del 30% per il tragitto andata e ritorno, dietro presentazione del biglietto elettronico; altri sconti sono a disposizione dei visitatori che, approfittando del Salone, decidano di effettuare una “puntata” nei principali musei della città, fra i quali La Venaria Reale, Museo Egizio, Museo dell’Automobile di Torino, il Museo Nazionale del Cinema.

Il Parco del Valentino è raggiungibile attraverso quattro ingressi principali: “Ascari” (Corso Massimo d’Azeglio angolo Corso Marconi); “Nuvolari” (Arco di Trionfo, Corso Vittorio Emanuele II angolo Viale Virgilio); “Farina” (Viale Stefano Turr); “Villoresi” (Corso Massimo d’Azeglio angolo Corso Raffaello).

Chi si serve della propria auto, provenendo da nord può imboccare l’uscita consigliata Corso Regina Margherita, lasciare il veicolo nell’area di parcheggio Venchi Unica (449 posti auto, tariffa agevolata speciale giornaliera a 3,50 euro) situata nelle immediate vicinanze della stazione Marche della metropolitana M1, e prendere la metro in direzione Lingotto (discesa alla fermata Marconi). Per chi proviene da sud, si consiglia l’uscita Corso Unità d’Italia; l’auto può essere lasciata presso l’area di parcheggio Lingotto (3.300 posti auto), che si trova nelle vicinanze della stazione metro Lingotto; successivamente, il Salone è raggiungibile con la linea M1 in direzione Fermi e scendendo alla fermata Marconi.

I servizi taxi sono presenti in corrispondenza delle stazioni ferroviarie Porta Susa e Porta Nuova, nonché all’uscita dell’Aeroporto di Caselle. Il car sharing, a Torino, viene effettuato da Car2Go, Blu Torino ed Enjoy.