McLaren: le supercar di Woking al Salone di Torino Parco Valentino

Alla quarta partecipazione consecutiva, McLaren si presenterà a Torino con la 570S Spider che debutta in Italia e con un esemplare unico di 675LT allestito in livrea Gulf Racing come le storiche F1 GTR Longtail.

McLaren: le supercar di Woking al Salone di Torino Parco Valentino

di Francesco Giorgi

05 Giugno 2018

In previsione dell’imminente Salone dell’Auto di Torino Parco Valentino 2018, McLaren svela la propria rappresentanza che prenderà parte alla rassegna in programma da mercoledì 6 a domenica 10 giugno: la presenza del marchio di Woking al Salone di Torino si è sempre effettuata fin dalla prima edizione dell’evento, tanto che – quest’anno – si tratterà della quarta partecipazione consecutiva, segno che la dice lunga sull’importanza del Salone nel comparto automotive internazionale e, segnatamente, nel ristretto “club” delle supercar.

Più in dettaglio, sono due le novità che McLaren svelerà al Salone dell’Auto di Torino (qui un nostro approfondimento sugli eventi in cartellone): la nuova 570S Spider, che contestualmente debutta sul mercato italiano, con prezzi a partire da 214.450 euro IVA compresa; ed una inedita “one-off”, ovvero una specialissima 675LT che gli artigiani della Divisione MSO-McLaren Special Operations hanno allestito “ad immagine e somiglianza” di una McLaren storica: la F1 GTR “Longtail” che ebbe un ruolo di primo piano, a partire da metà anni 90, nel mondo delle competizioni (il primo, terzo, quarto, quinto e tredicesimo posto a Le Mans 1995, il titolo Costruttori e Piloti nella serie GT giapponese 1996, la seconda e terza posizione assoluta a Le Mans 1997 e la seconda piazza finale nel FIA GT dello stesso anno, il quarto assoluto a Le Mans 1998 e i titoli 1998 e 1999 nel British GT Championship).

McLaren 570S Spider, che il pubblico aveva ammirato, in anteprima assoluta, al Goodwood Festival of Speed 2017 e, successivamente, al Salone di Francoforte dello scorso settembre (da noi, il vernissage avvenne al Motor Show di Bologna insieme alla ancora più “estrema” 720S), rappresenta il terzo modello della lineup Super Series di seconda generazione. L’esemplare che farà bella mostra di se, presso lo stand McLaren allestito nei pressi dell’ingresso “Farina” del Parco del Valentino, è stato scelto in tinta carrozzeria Vega Blue (ricordiamo che le altre nuance disponibili sono “Blue Curacao” e “Giallo Siciliano”); rispetto alla corrispondente versione Coupé, McLaren 570S Spider sottolinea alcune differenze di dettaglio: su tutte, lo spoiler posteriore maggiormente elevato (12 mm in più). L’immagine di McLaren 570S Spider si completa con esclusivi disegni per i cerchi e, nell’abitacolo dominato da un’impronta sportivamente minimal (da segnalare la strumentazione totalmente digitale e personalizzabile attraverso uno schermo da 10” e il modulo infotainment con display da 7”), la possibilità di ottenere i sedili anatomici dal guscio in fibra di carbonio “ereditati” dalla hypercar McLaren P1 (alternativi a quelli “standard” rivestiti in pelle Nappa). La configurazione Spider si avvale di un hardtop a scomparsa a comando elettrico, segno distintivo per questa variante. Alle spalle dell’abitacolo, McLaren 570S Spider viene equipaggiata con la conosciuta unità motrice V8 da 3,8 litri sovralimentata con doppio turbocompressore ed abbinata ad un cambio sequenziale a sette rapporti, che eroga una potenza di 570 CV e 600 Nm di coppia massima. Le sospensioni, progettate sulla scorta dell’ampio expertise McLaren nel settore delle competizioni, presentano elementi a doppi quadrilateri e barre antirollio all’avantreno ed al retrotreno. I valori prestazionali, ovviamente elevatissimi, indicano in 328 km/h (a tettuccio chiuso) e 315 km/h (“en plein air”) la velocità massima, ed in 3”2 il tempo richiesto per lo scatto da 0 a 100 km/h.

McLaren 570S Spider che debutta in Italia (e della quale, nelle scorse settimane, sono state svelate alcune serie ultra-esclusive “Special Editions”) sarà fra le “sportivissime” protagoniste della “Supercar Night Parade”, evento in programma nella serata di mercoledì 6 giugno che dal Cortile del Castello del Valentino darà il via ad una passerella in notturna animata dai modelli high performance più rappresentativi delle Case auto presenti in forma ufficiale al Salone.

L’esposizione della nuova McLaren 570S Spider a Torino sarà abbinata ad un ghiotto esemplare unico, la cui livrea ed il relativo allestimento dichiarano una marcata origine “corsaiola”: si tratta di 650LT nei colori Gulf Racing che MSO-McLaren Special Operations ha sviluppato (“ovviamente” a mano) dietro specifica richiesta di un cliente. La personalizzazione, realizzata previa autorizzazione da parte di Gulf Oil International Ltd che ha concesso l’utilizzo del classico motivo bicolore celeste-arancione, è stato portato a termine in più di 1.000 ore di lavoro (soltanto per la verniciatura sono state necessarie ben 800 ore): “Creare un vettura come questa speciale McLaren 675LT, costruita secondo le desiderate del cliente, è esattamente il tipo di progetto stimolante per la quale è stata creata MSO Bespoke – anticipa Ansar Ali, Managing director di McLaren Special Operations in una nota dell’azienda che illustra in anteprima gli atout di questo esemplare unico che farà bella mostra di se a Torino – Trasformare la vettura esistente con un solo colore di carrozzeria in un tributo alla McLaren F1 GTR ‘Longtail’ nei colori da corsa della Gulf Racing è stata di per se una sfida, ma questa era un sola parte delle richieste; abbiamo inoltre sostituito diversi componenti originali della 675LT con parti create da MSO capaci di dare un ulteriore tocco personale alla vettura, perché riflettesse chiaramente il suo proprietario; un servizio che sempre più clienti di MSO richiedono”.

Oltre alla specifica nuance del corpo vettura, McLaren 675LT Gulf Racing (derivata dalla 675LT che venne esposta al Salone di Ginevra 2015 e caratterizzata da un ampio progetto di re-engineering dell’unità motrice 3.8 V8 “M838TL” che ne ha portato la potenza a 675 CV a 7.100 giri/min e 700 Nm di coppia massima tra i 5.500 e i 6.500 giri/min), porta in dote un allestimento che si completa con esclusivi cerchi da 20” rifiniti in Dayglo Orange ed un bodykit aerodinamico comprendente nuove ali anteriori, airscope al tetto ridisegnato e nuovo airbrake in fibra di carbonio. All’interno, i sedili anatomici scelti fra le proposte MSO Bespoke vengono rivestiti in Alcantara in tinta Carbon Black con cuciture in arancione e blu a contrasto; sempre in arancione sono le cinture di sicurezza (queste ultime fanno parte del portfolio accessori MSO Defined). La finitura in Gulf Blue riguarda i comandi di controllo telaio e risposta motore collocati sull’Active Dynamics Panel; per le rifiniture delle bocchette di aerazione e del pulsante Start&Stop, il colore scelto è il Gulf Orange.

Tutto su: McLaren 570S