Opel Mokka: caratteristiche, versione elettrica e prezzi

Il “nuovo che avanza” secondo Russelsheim: un’inedita impostazione di stile, una evoluzione dei contenuti hi-tech, variante a zero emissioni già disponibile insieme alle versioni benzina e turbodiesel.

Il lancio in anteprima della nuova generazione di Opel Mokka, introdotto dai vertici del marchio di Russelsheim, (su tutti l’amministratore delegato Michael Lohscheller), avviene in contemporanea con il via alle ordinazioni anche per l’Italia, dove il SUV di fascia compatta viene proposto nelle due varianti ad alimentazione “convenzionale” (vale a dire benzina e gasolio) e 100% elettrico.

Ecco quanto costa

Già comunicati i prezzi di partenza “chiavi in mano”:

  • Opel Mokka: da 22.200 euro
  • Opel Mokka-e: da 34.000 euro (importo che, con gli incentivi statali, scende a 23.000 euro con rottamazione oppure a 27.500 euro senza rottamazione).

Con questa indicazione, Opel comunica in concreto il rafforzamento della propria “offensiva” in materia di sviluppo di nuovi modelli a zero emissioni allo scarico annunciata nell’autunno del 2017 attraverso il maxiprogramma “PACE!”: per la prima volta nella storia del marchio del “Fulmine” che da tre anni fa parte dell’”orbita” PSA, in effetti, un veicolo viene proposto fin da subito anche in versione 100% elettrica.

Corpo vettura: base di partenza, il pianale Cmp

Ricordate Opel GT X Experimental? Il concept-SUV svelato alla fine dell’inverno 2019 era già stato anticipato dal top management di Russelsheim come “cruciale” per il nuovo corso Opel. E questo da un punto di vista estetico, dinamico, di contenuti e meccatronico. Un primo risultato, sotto gli occhi di quanti hanno assistito al “vernissage” online (per comprensibili ragioni di attenzione dopo l’emergenza da Covid-19) si chiama Opel Mokka “new gen”. Nello specifico, il compact-Sport Utility tedesco viene allestito sulla piattaforma Cmp-Common Modular Platform “made in Psa”, qui in una nuova versione, e condivisa con la lineup di fascia compact di PSA Groupe e, dall’adozione come “ossatura” di Corsa, anche Opel; e, funzionalmente alle esigenze di ampliamento di gamma, adattabile a vetture provviste di motori benzina, diesel e sistemi di propulsione elettrificata.

Più corta e più larga, passo quasi invariato

Ed è proprio l’adozione della piattaforma Cmp ad avere inciso sugli ingombri esterni: la nuova generazione di Opel Mokka dichiara un interasse leggermente più lungo (2 mm) e, soprattutto, un importante “taglio” in lunghezza, che si ferma a 4,15 m ovvero 125 mm in meno, e 100 mm in più in larghezza rispetto alla generazione che si prepara a sostituire (le prime consegne sono attese per l’inizio del 2021). Un’evoluzione che potenzialmente va a tutto vantaggio della maneggevolezza del veicolo, della sua versatilità di utilizzo in città così come nei viaggi, e della comodità nelle fasi di manovra. I 12 cm e mezzo in meno in senso longitudinale ed i 10 cm, in più in senso trasversale non dovrebbero diminuire l’abitabilità a bordo, tenuto conto che il “passo” è sostanzialmente invariato (anzi: è lievemente aumentato).

Simile a quanto espresso nella precedente serie, la capacità del vano bagagli risulta adeguata alle esigenze delle famiglie e di una clientela business: 350 litri nel normale assetto di marcia.

Opel Vizor: il nuovo volto di Russelsheim

Notevolmente più corta e più larga nonché provvista di sbalzi (anteriore e posteriore) ridotti, la nuova generazione del compact-SUV Mokka amplifica l’impressione di “compattezza” che già si avvertiva nella serie precedente: all’occhio dell’osservatore risulta dunque più “muscolosa”. Da segnalare l’adozione – è il primo modello Opel a portarlo in dote – del disegno “Opel Vizor” conferito al frontale. Il nuovo “volto” della lineup di Russelsheim conferisce un aspetto particolarmente piacevole al volume anteriore del veicolo: un elemento “a tutta larghezza” integra la griglia, i gruppi ottici Full Led ed il nuovo “badge” del Fulmine in un unico elemento (a voler trovare un paragone con il passato, potrebbe riecheggiare in parte lo stile del frontale della prima storica Chevrolet Camaro del 1967, ma è un’impressione soggettiva). Inedita è anche la collocazione del nome di modello al centro del portellone, ed in un “lettering” anch’esso progettato specificamente.

Abitacolo: l’inedito Pure Panel

Altrettanto nuova è l’impostazione degli interni, di forma profondamente modificata e “ovviamente” hi-tech: colpisce il fatto che l’evoluzione dello stile appaia, a bordo di Opel Mokka 2021, “immersa” in un’atmosfera essenziale ed elegantemente dinamica. Ciò si deve soprattutto al nuovo “Opel Pure Panel” – anche qui l’”eredità” concettuale si abbina all’Opel Vizor – che integra due display da , rispettivamente, 10” e 12”, con lo schermo centrale volutamente inclinato verso il posto guida (soluzione che troviamo decisamente piacevole) e le bocchette di aerazione collocate “in secondo piano”.

Aiuta a non distrarsi

Per mantenere attiva la concentrazione del conducente, il Pure Panel è stato concepito su un design comprensibile “a colpo d’occhio”, e improntato ad una esigenza di “digital detox”. Ovvero: per evitare distrazioni da parte del guidatore, i progettisti Opel hanno optato per un funzionamento intuitivo del nuovo modulo. I pulsanti mantengono il controllo delle principali funzioni, tuttavia non è necessario “navigare” fra vari sottomenu.

Dotazioni multimediali, connettività, infotainment

La digitalizzazione – una delle “voci” di primo piano nello sviluppo della nuova generazione di veicoli – prevede, a bordo di Opel Mokka 2021, il ricorso a sistemi infotainment Multimedia Radio e Multimedia Navi (con schermo touch da 7” a colori) e, alto di gamma, Multimedia Navi Pro (con display touch a colori da 10”).

Tutti e tre i dispositivi sono integrati con il nuovo Pure Panel e inclinati verso il conducente. Il display del Driver Info Centre si estende fino a 12”.

Tra le funzioni online dedicate alla gamma 100% elettrica, Opel Mokka-e dispone delle suite di servizi Opel Connect, della App myOpel e delle soluzioni Free2move Services, mobility brand di Psa: tutti i servizi sono utilizzabili anche attraverso il proprio device portatile.

Il benessere è al centro dell’attenzione

“Tipicamente” Opel è la cura posta dai progettisti per la conformazione e la scelta dei materiali per i sedili: le possibilità di opzione sono particolarmente ampie, e annoverano fra gli altri i rivestimenti in pelle e Alcantara, e il sistema di riscaldamento con funzione massaggio per il sedile lato guida. A loro volta, guidatore e passeggero hanno la possibilità di collocare i propri smartphone in un vano nella consolle centrale provvisto di sistema di ricarica a induzione.

Motorizzazioni benzina e diesel

La lineup di unità motrici “tradizionali” annovera versioni benzina con livelli di potenza compresi fra 100 CV (cambio manuale a sei rapporti) e 130 CV (cambio manuale a sei rapporti oppure, a scelta, automatico ad otto rapporti); ed una variante turbodiesel 1.5 da 110 CV e 250 Nm di coppia massima, abbinato al cambio manuale a sei rapporti.

Opel Mokka-e: già disponibile la versione “alla spina”

Come accennato in apertura, la declinazione 100% elettrica di Opel Mokka 2021 fa parte del ventaglio di proposte già in fase di lancio commerciale della nuova gamma. “Cuore pulsante” della variante “zero emission” è un gruppo propulsore silenzioso da 136 CV e 260 Nm di coppia massima, corredato di tre modalità di guida:

  • Normal
  • Eco
  • Sport.

Velocità, autonomia, ricarica

Alimentato da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh garantita otto anni o 160.000 km, Opel Mokka-e raggiunge una velocità massima di 150 km/h (autolimitata per non pregiudicare la percorrenza massima e, quindi, ottimizzare l’energia immagazzinata negli accumulatori). L’autonomia massima dichiarata è di circa 325 km a ciclo WLTP.

Per la ricarica, Opel Mokka-e è compatibile con tutte le possibilità di “pieno” di energia: da monofase a trifase a 11 kW. L’80% di energia, allacciando il veicolo ad un “hub” fast charge a 100 kW a corrente continua, richiede 30 minuti.

Sistemi ADAS: ricca dotazione

Fedelmente alla propria filosofia di “democratizzazione” dei sistemi evoluti e delle tecnologie di bordo, Opel provvede a rendere disponibile, anche per la nuova generazione del compact-SUV Mokka e fra dotazioni di serie e a richiesta, un’ampia gamma di sistemi di ausilio attivo alla guida: dal Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go, al dispositivo di mantenimento adattivo del  centro della corsia di marcia, al riconoscimento della segnaletica stradale, al freno di stazionamento elettrico, ad una telecamera posteriore a 180 gradi, all’Automatic Park Assist, alla tecnologia di gruppi ottici IntelliLux Led Matric adattivi a quattordici elementi.

Opel Mokka 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Opel Mokka 2021: le caratteristiche

Altri contenuti