Opel Astra 2020: nuovi motori e ancora più efficienza

La rinnovata “segmento C” di Russelsheim porta in dote un sostanzioso upgrade finalizzato a ridurre consumi ed emissioni: il “taglio” arriva al 21%.

Efficiente e hi-tech: l’aggiornamento operato dai tecnici di Russelsheim per la nuova configurazioneModel Year 2020” di Opel Astra punta in maniera notevole su un articolato programma di aggiornamento dedicato all’impostazione aerodinamica, alle dinamiche telaio, ai sistemi infotainment di ultima generazione ed all’adeguamento delle tecnologie di motorizzazione per venire incontro ai futuri standard di omologazione.

Tutte le novità funzionali al massimo rendimento

Nel dettaglio, l’upgrade della segmento C-bestseller di Russelsheim (in produzione dal 1991 quale erede della storica, ed altrettanto longeva, Kadett: con l’arrivo della nuova generazione, previsto per il 2021, Opel Astra festeggerà dunque i trent’anni dal debutto sul mercato) è, all’esterno del corpo vettura, orientato ad una più elevata funzionalità aerodinamica: nuovi “shutter” dietro la mascherina, apribili e richiudibili a comando automatico; nuovo rivestimento inferiore in corrispondenza del motore per ridurre le turbolenze al sottoscocca; braccetti avantreno a forma di deflettore. Il risultato è un Cx di appena 0,26 tanto per Opel Astra cinque porte quanto per la variante Sports Tourer. Contestualmente, ad essere sviluppata è anche la tecnologia di telaio, che si concretizza con l’adozione di nuovi ammortizzatori e, a richiesta, un layout ancora più sportivo (ammortizzatori irrigiditi, rapportatura più diretta per lo sterzo e retrotreno a parallelogramma di Watt). Da segnalare, inoltre, il ricorso ad un corposo progetto di evoluzione tecnologica anche per strumentazione, comandi, servizi multimediali e sistemi di ausilio attivo alla guida: nuovo display per la visualizzazione del tachimetro digitale, modulo infotainment con display touch da 8”(anche a comandi vocali) che permette il controllo delle funzionalità di navigazione e delle App (il sistema è compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto); ed un ampio assortimento di dotazioni ADAS: dai gruppi ottici IntelliLux Matrix Led – tecnologia che proprio a bordo dell’attuale generazione di Opel Astra (premiata con il titolo di “European Car of the Year” 2016) debuttò quasi cinque anni fa -, ad una nuova (è più piccola) telecamera anteriore funzionale al riconoscimento di pedoni e segnali stradali, una nuova telecamera posteriore disponibile insieme al sistema infotainment “alto di gamma” Multimedia Navi Pro; e, proseguendo nell’offerta, il Cruise Control attivo, l’indicatore della distanza di sicurezza, il sistema di avviso collisione con frenata autonoma d’emergenza, il mantenimento della corsia di marcia.

Motorizzazioni: i nuovi benzina e diesel

La ricerca volta al più elevato rendimento energetico, sviluppata da Russelsheim con l’obiettivo di rendere Opel Astra 2020 come uno dei modelli più efficienti mai prodotti da Opel, si completa con una gamma di motorizzazioni, tutte già “in linea” con le nuove normative Euro 6d in materia di emissioni. Si tratta, stante l’ingresso del “marchio del Fulmine” in orbita PSA Groupe avvenuta nell’estate 2017, di unità motrici di origine PSA.

Le versioni benzina

La lineup Astra 2020 contempla unità motrici 1.2 e 1.4 a tre cilindri turbocompresse, declinate su tre livelli di potenza: 110 CV, 130 CV, 145 CV, e da 195 a 300 Nm di coppia massima.

Le varianti turbodiesel

Sotto il cofano delle configurazioni a gasolio, Opel Astra 2020 si affida al 1.5 tre cilindri che eroga da 105 CV a 122 CV e 260-300 Nm di coppia massima

Nuovi sistemi di trasmissione

Le novità di propulsione introdotte a bordo di Opel Astra 2020 riguardano anche i gruppi cambio: nel dettaglio, le varianti di ingresso alla gamma vengono equipaggiate con un nuovo cambio manuale a sei rapporti; mentre il nuovo cambio a variazione continua e la trasmissione automatica a nove rapporti, progettata per garantire innesti particolarmente fluidi, contribuiscono anch’essi a tenere sotto controllo i consumi ed aumentare il comfort per conducenti e passeggeri.

È ancora più “sobria”

Dati alla mano, indica Opel, il nuovo “capitolato” di progettazione avviato per Astra 2020 – aerodinamica, telaio, nuovi motori, nuovi sistemi trasmissione, ed il ricorso allo Start&Stop di serie su tutte le versioni e motorizzazioni – contribuisce a ridurre i consumi di carburante e le emissioni di CO2 fino al 21%.

Opel Astra 2020: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti