Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?

La factory del Baden-Württemberg, ben conosciuta dai super-appassionati di modelli ad elevatissime prestazioni, aggiorna il proprio catalogo di elaborazioni dedicate alla “Ottovù” più potente di sempre.

Ampio come un listino di auto nuove, il catalogo di elaborazioni proposte da Novitec risulta uno dei più articolati nel panorama delle aziende specializzate in elaborazioni. Con una particolarità: si rivolge esclusivamente alla produzione di fascia altissima: da Lamborghini a McLaren, Rolls-Royce e persino Tesla (cui appartengono programmi di re-engineering dedicati anche a Model 3, unica “baby” proposta), fino a Maserati e Ferrari, la factory di Stetten sforna a raffica novità di upgrade.

L’ultimo esempio in ordine di tempo riguarda proprio una delle più recenti supersportive di Maranello: si tratta di Ferrari F8 Tributo, in cui peraltro i tecnici Novitec avevano di recente già “messo le mani” (era l’estate 2020). In quell’occasione, il tuner del Baden-Württemberg era riuscito a tirare fuori la bellezza di 787 CV dal prezioso “Ottovù” di Maranello, che già nella configurazione di serie – 720 CV – inalbera il titolo di V8 più potente di sempre. A quanto pare, lo sviluppo dell’elettronica garantisce un ulteriore “quid”, tanto che nella più recente evoluzione la “cavalleria” riesce a raggiungere addirittura 802 CV. Ma andiamo con ordine.

Corpo vettura: bodykit dedicato

Il processo di affinamento della raffinatissima aerodinamica studiata in fase di sviluppo di una supercar costituisce una sfida cui porre grandissima attenzione: oltre alla necessità di progettare un kit che tenga conto delle elevatissime prestazioni del veicolo, si tratta nello stesso tempo di realizzare un progetto che non snaturi l’impostazione originaria. Un compito particolarmente delicato, dunque. In questo senso, i tecnici Novitec hanno ideato una serie di appendici, ordinabili anche separatamente, che comprendono:

  • un nuovo spoiler anteriore in due pezzi
  • specifici “flaps” laterali finalizzati ad un’ulteriore riduzione della portanza alle alte velocità
  • un rivestimento (sempre in fibra di carbonio, ovviamente) per l’ampia presa d’aria anteriore
  • nuovi pannelli laterali provvisti di deflettori dedicati
  • un vistoso alettone posteriore, disegnato per aumentare in maniera notevole il carico aerodinamico sul retrotreno (in alternativa, Novitec propone un più sobrio spoiler)
  • un elemento supplementare da agganciare al diffusore inferiore (oppure, a scelta, un estrattore realizzato ex novo).

Abitacolo: come sempre, soluzioni “ad personam”

I programmi di rifinitura degli interni proposti da Novitec per Ferrari F8 Tributo rispondono alla ben conosciuta filosofia-base del tuner tedesco, che offre ad ogni proprio cliente la possibilità di ordinare finiture ed allestimenti anche dietro specifica richiesta: il “catalogo” è in effetti decisamente ampio, nei materiali come nello stile e negli abbinamenti.

Cerchi e ruote

Come sempre avviene, anche per i gruppi ruota Novitec ha scelto delle soluzioni specifiche. Nel dettaglio, l’azienda del Baden-Württemberg, insieme al partner americano Vossen, propone ben 72 diverse varianti di finitura e di colore, che culminano – quale modello “top di gamma” – nel cerchio forgiato Novitec NF10 a cinque razze sdoppiate e look “center-lock”, da 9×21” all’avantreno e 12×22” al retrotreno, ed abbinato ad un set di pneumatici da, rispettivamente, 255/30 ZE 21 e 335/25 ZR 22.

Assetto: puoi anche alzare il muso

Per le dinamiche telaio di Ferrari F8 Tributo, Novitec adotta un kit di molle che abbassano fino a 35 mm l’altezza da terra della vettura, e che possono essere abbinate all’esclusivo sistema di sollevamento del “muso” (fino a 40 mm), particolarmente utile per affrontare le rampe dei garage o per non rischiare di rovinare lo spoiler nella guida di tutti i giorni.

Motorizzazione: tutta la potenza che si vuole

Abbiamo volutamente lasciato per ultima la parte dedicata all’impostazione meccatronica in quanto questa, nelle “aride cifre”, rappresenta l’elemento di maggiore interesse per gli appassionati delle supercar del “Cavallino”. Il 3.9 V8 sovralimentato con due turbocompressori riceve, dalla “cura” Novitec, diversi kit che, grazie ad una attenta rimappatura dell’elettronica di gestione, arrivano alla ragguardevole quota di 802 CV a 7.950 giri/min e 898 Nm di coppia massima. Come dire 82 CV in più rispetto alla potenza sprigionata dal modello “di serie”.

Così “riveduto e corretto”, il V8 di Maranello riesce, informa Novitec, a raggiungere i seguenti valori prestazionali.

  • Velocità massima: oltre 340 km/h
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 2”6.

Se non si intende aggiungere ulteriore potenza a quella di origine (del resto, 720 CV sono più che sufficienti per entusiasmarsi), Novitec mette anche a disposizione degli appassionati varie soluzioni di impianti di scarico, tutte provviste di un sistema di isolamento termico per ottimizzare la temperatura dei gas di scarico, compreso un modello realizzato in Inconel (tecnologia ripresa “tout court” dalla Formula 1), per giunta placcato in oro 999 (che, oltre a conferire un ulteriore preziosismo alla vettura, dissipa anche meglio il calore), formato da due terminali di scarico a diametro maggiorato.

Ferrari F8 Tributo by Novitec 2021 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ferrari Portofino M

Altri contenuti
Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare
Formula 1

Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare

Una vittoria che lascia molti tifosi con l’amaro in bocca; un pauroso incidente che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche; un doppio ritiro: tre episodi che, per alcuni aspetti, sono da archiviare fra le giornate-no per le “Rosse”.