Con Kia Italia la spesa a domicilio gratis per le categorie più deboli

Iniziativa #Italiakiama sviluppata con Comune di Opera e Milano Aiuta: da mercoledì 8 aprile sarà online il sito www.italiakiama.it. Tutti i dettagli.

Il lockdown deciso dal Governo per contrastare l’emergenza da Coronavirus e che resterà in vigore almeno fino a lunedì 13 aprile ha comportato un radicale stravolgimento delle abitudini collettive: restare a casa (e uscire soltanto per inderogabili motivi peraltro indicati dall’autodichiarazione da portare sempre con se), ricorso allo smartworking, maggiore richiesta di servizi a domicilio: sono soltanto alcune delle nuove misure da seguire. Ovviamente ci si augura che questa drammatica fase termini il prima possibile: per questo è essenziale attenersi alle regole di autoprotezione dettate dal Governo.

>> Nuova autocertificazione spostamenti aggiornata 26 marzo, pdf da scaricare

>> Guidare in Italia al tempo del Coronavirus: le regole da seguire

>> Emergenza coronavirus: le misure per le auto prorogate al 13 aprile

 

Più assistenza per le categorie più deboli

L’isolamento da Covid-19 determina peraltro più difficoltà di accesso ai servizi di delivery da parte delle categorie più deboli della popolazione, le quali spesso devono sobbarcarsi lunghe code ai supermercati. Analogamente, le stesse fasce più sensibili della popolazione (over 65 e persone in difficoltà) hanno gradualmente bisogno di più assistenza.

Iniziativa di spesa gratuita a domicilio

Nasce da qui una nuova iniziativa firmata Kia Motors Italia: la filiale nazionale del marchio coreano sostiene il progetto #Italiakiama, piattaforma di solidarietà che prevede la consegna a domicilio della spesa a beneficio di anziani e persone in difficoltà. “#Italiakiama”, spiega Kia Motors Italia, nasce da un’idea di Young Digitals – società di Acqua Group e nuova agenzia social di Kia – cui si deve la proposta di sfruttare i meccanismi del portale Web Supermercato24 per “Sviluppare un progetto di solidarietà durante l’emergenza in corso dettata dall’epidemia di Coronavirus”, in collaborazione con l’iniziativa Milano Aiuta del Comune di Milano e con l’amministrazione comunale di Opera (Mi).

#Italiakiama: ecco come funziona

Nel dettaglio, #Italiakiama costituisce un nuovo strumento in più per la consegna della spesa a domicilio, a beneficio di tutte le persone in situazione di fragilità. Per tutto il periodo del “lockdown” causato dalla pandemia di Covid-19, con il supporto del portale online Supermercato24 ed una url dedicata (www.italiakiama.it), da mercoledì 8 aprile sarà possibile la richiesta del servizio, attraverso i numeri messi a disposizione dai Comuni di Milano ed Opera. A carico della persona che richiede il servizio ci sarà il pagamento della spesa, mentre la consegna (a cura degli operatori di CSV Milano, il Centro di Servizio per il Volontariato – città Metropolitana di Milano, che collabora con i Comuni di Milano e Opera, e con le associazioni del territorio che opereranno nelle consegne grazie ai loro volontari) sarà completamente gratuita e verrà assicurata mediante l’utilizzo di una flotta di Kia Niro e Kia Xceed messe a disposizione da Kia Motors Italia, che ha fatto da collettore all’interessante campagna sociale alla quale hanno già dato la propria adesione anche Fondazione Progetto Arca Onlus, Uildm sezione di Milano e la rete di Associazioni che sostengono il progetto AiutArci di Milano con Arci Milano nel ruolo di capofila.

Obiettivo: estendere il servizio in tutta Italia

Dopo una prima fase di erogazione del nuovo servizio a Milano e Opera, l’obiettivo è rivolto all’estensione del progetto anche a Roma ed a più capoluoghi di provincia possibile sull’intero territorio nazionale.

“Muoversi subito, fare qualcosa di concreto, coinvolgere i dipendenti”

Tecnicamente, l’implementazione del funzionamento del progetto è stata resa possibile dal contributo di Innocean Worldwide Italy, la in house agency di Kia, che ha affiancato Young Digitals nella realizzazione della piattaforma messa a disposizione da Supermercato24. “Abbiamo voluto muoverci subito, abbattere abbattere le barriere temporali che normalmente richiede un progetto di queste dimensioni: a fare la differenza è stata la voglia di tutte le parti in causa di fare qualcosa di concreto – dichiara Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Motors Italia –  Tra tutti noi in azienda ci siamo chiesti cosa avremmo voluto sentirci dire da una Casa automobilistica in un momento difficile come questo e penso che #italiakiama sia una di quelle risposte inaspettate che alimentano la speranza”. Gli stessi dipendenti Kia Italia saranno, dal canto loro, direttamente coinvolti nel nuovo progetto di solidarietà: “allargheremo la partecipazione al progetto a tutti i dipendenti facendoli parte attiva con un call center di supporto per quegli utenti in difficoltà con l’utilizzo dei mezzi informatici”, anticipa Bitti. “Abbiamo subito preso atto della situazione e di conseguenza adattato la nostra strategia di comunicazione – spiega Giuseppe Mazzara, Marketing Communication & CRM Director di Kia Motors Italia – Ci siamo immediatamente fatti promotori della campagna #iorestoacasa adattando tutti nostri materiali di comunicazione per guidare l’utente verso una fruizione online,  poi evolvere con un vero e proprio contributo sociale attivo a supporto della collettività con l’iniziativa #italiakiama con la proroga del lock down. Partiremo da subito con Milano e Opera, ma l’intento è quello di estendere l’attività di provincia in provincia non appena possibile”.

Kia XCeed, le foto ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Kia Picanto GT Line 2020

Altri contenuti