Peugeot al Salone di Bruxelles 2020

Lo Sport Utility 2008 in anteprima europea fa bella mostra di sé con Peugeot 208 “new gen”, 508 Peugeot Sport Engineered e la gamma ibrida plug-in.

Se il Salone di Detroit, da tempo vetrina di primo piano delle novità automotive, è stato spostato a giugno, a beneficiarne potrebbe essere il Salone di Bruxelles, che si prepara a vivere l’edizione numero 98. Rassegna di antica tradizione (la sua storia risale al 1902), il Salone biennale si terrà, da domani (venerdì 10 gennaio) a domenica 19 gennaio, nel complesso fieristico Bruxelles Expo.

Fra i “big player” che hanno assicurato la rispettiva presenza a Bruxelles 2020, Peugeot illustra in queste ore le proprie novità: nello specifico, l’anteprima europea del nuovo “Sport Utility” Peugeot 2008 in anteprima per l’Europa, la nuova generazione di Peugeot 208 (con relativa “estensione 100% elettrica” Peugeot e-208), e la concept ibrida 508 Peugeot Sport Engineered, nonché le proposte ibride Peugeot 3008 Hybrid 4 e Peugeot 508 Fastback e Station Wagon.

Peugeot 2008 alla sua “prima” europea

Esposto al Salone di Bruxelles in anteprima europea, il nuovo Peugeot 2008 punta ad affermare, attraverso una profonda ridefinizione di stile e di tecnologie di bordo, l’impronta del marchio francese nella fascia SUV-crossover di media gamma, quale “upgrade a ruote alte” di Peugeot 208. In attesa di vederlo su strada (il debutto in Italia è fissato per febbraio 2020), Peugeot 2008 – allestito sulla piattaforma modulare Cmp (Compact Modular Platform) viene proposto nelle tre tipologie di alimentazione benzina, turbodiesel e 100% elettrica. Fra gli atout tecnologici che caratterizzano l’immagine del nuovo B-SUV, il modulo digitale di bordo Peugeot i-Cockpit 3D, comprendente il volante di piccole dimensioni, un ampio display touch HD collocato al centro della plancia ed un nuovo Head-up digital Display tridimensionale, che proietta al di sopra della corona del volante le informazioni di viaggio ed i parametri di controllo vettura. Da segnalare l’adozione di una “suite” di sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida sostanzialmente “ereditati” dai modelli Peugeot di fascia superiore: ne fanno parte, fra gli altri, il Drive Assist con Park Assist, l’Active Blind Corner Assist di monitoraggio angoli ciechi, l’Extended Traffic Sign Recognition di riconoscimento avanzato dei segnali stradali, il Driver Attention Alert e l’Active Lane Departure Warning (avviso di superamento involontario delle linee di carreggiata) con correzione attiva sullo sterzo. Dal punto di vista delle motorizzazioni, Peugeot 2008 presenta – accanto alle unità benzina e diesel – l’alimentazione 100% elettrica da 136 CV di potenza, 260 Nm di coppia massima e fino a 320 km di autonomia che rappresenta la proposta “a zero emissioni” di Peugeot 208. In base alla fonte di collegamento, le batterie da 50 kWh ricevono il “pieno” di energia in 27 ore attraverso una comune “presa” domestica, da un minimo di 5 ore e 15 minuti e fino ad 8 ore se si utilizza una Wallbox, e 30 minuti per l’80% di energia usifruendo di una colonnina pubblica da 100 kW.

Peugeot 208: la nuova generazione sotto i riflettori

Il modello sviluppato sulla piattaforma modulare CMP che aveva debuttato quale “ossatura” del medium-crossover DS3 Crossback (e che condivide con la “cugina” Opel Corsa ed il nuovo 2008) e chiamato ad accogliere tipologie di alimentazione convenzionali ed elettrificate, esposto per la prima volta al Salone di Ginevra 2019 e di recentissimo esordio commerciale, si prepara ad arricchire lo stand Peugeot al Salone di Bruxelles 2020. La nuova “arma” dell’offensiva Peugeot nel competitivo segmento B leader di vendite in Italia e fra i principali a livello europeo punta forte tanto sulla caratterizzazione estetica, quanto sui contenuti hi-tech (la dotazione prevede, fra gli altri, la funzione Mirror Screen, il modulo di navigazione 3D Connected Navigation con TomTom Traffic) e nei sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida, compreso il nuovo Drive Assist che di fatto inaugura un nuovo percorso di guida semi-autonoma di Livello 2. Accanto a Peugeot 208 “new gen” fa ovviamente bella mostra di se la configurazione “zero emission”: Peugeot e-208, riconoscibile dalla “sorella” benzina e diesel per la calandra provvista di motivo “a scacchiera” in tinta carrozzeria, per il monogramma del Leone a motivo dicroico (cambia cioè di colore in base all’angolo di visione) e per l’identificazione di modello “e-208” collocata nella zona posteriore e con una “e” presente sui montanti anteriori, viene equipaggiata con un motore elettrico da 136 CV di potenza e 260 Nm di coppia massima, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh che assicura a nuova Peugeot e-208 un’autonomia massima (ciclo Wltp) nell’ordine di 340 km.

Concept 508 Peugeot Sport Engineered

Ovvero, a voler individuare un parallelismo storico, una sorta di “erede spirituale” di Peugeot 505 Turbo Super Production, la declinazione racing del modello di alta gamma che negli anni 80 venne impiegata nelle competizioni del campionato francese Supertourisme. Ovviamente, il prototipo allestito su base Peugeot 508 porta in dote i più recenti sviluppi hi-tech in chiave propulsione messi a punto da Psa Groupe: nella fattispecie, e a cura dello staff Peugeot Sport, l’alimentazione ibrida ricaricabile, qui rappresentata dalla “base di partenza” Peugeot 508 Hybrid Plug-in, abbinata ad una serie di soluzioni di stile funzionali a conferire alla concept (svelata in anteprima assoluta, lo scorso marzo, in occasione del Salone di Ginevra 2019) un’allure particolarmente dinamica. Sotto il cofano, fa bella mostra di se un modulo di propulsione formato da tre motori: l’unità turbo benzina PureTech 200 e due sistemi elettrici (uno, da 110 CV, collegato all’avantreno; il secondo, da 200 CV, agente sulle ruote posteriori), per una forza motrice nell’ordine di 500 Nm di coppia massima. Dal punto di vista estetico-aerodinamico, 508 Peugeot Sport Engineered ricorre ad un bodykit – realizzato con l’ausilio della stampa 3D – comprendente una nuova calandra, prese d’aria di maggiori dimensioni, flaps supplementari ed un vistoso diffusore inferiore, nonché un set di cerchi da 20” dal disegno dedicato e, anch’esso, funzionale al raffreddamento dei dischi freno.

Nuova Peugeot 2008: nuove foto ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti