Mercato auto, Ford: i dati 2019 e le previsioni per il futuro

Lo “stato dell’arte” Ford per la sua presenza in Italia; i programmi a breve-medio termine, le previsioni di mercato ed il futuro dell’elettrificazione.

Quanto “vende” Ford in Italia? Qual è l’incidenza dell’Ovale Blu nel mercato nazionale? E quali stime si prevedono per il 2020, anno cruciale per il comparto automotive riguardo alla concretizzazione delle strategie delle Case costruttrici per rientrare nei sempre più vicini limiti UE sulle emissioni medie di produzione, e per via via maggiore importanza dei segmenti SUV e crossover? Sono questioni che Ford Italia, nella persona dell’amministratore delegato Fabrizio Faltoni, ha affrontato in occasione di un meeting dedicato che si è tenuto a Milano. L’incontro con il numero uno della filiale italiana di Ford consente di avere un’idea dettagliata sulle previsioni di mercato per il prossimo anno e su un’ottica a più ampio respiro, anche in relazione alle strategie di sviluppo in chiave elettrificazione recentemente ribadite dal management di Dearborn.

Mercato auto: le stime 2019

Su una stima di vendita 2019 di 1.890.000 unità in Italia, il rapporto rispetto al 2018 – in cui era stato messo a segno un monte immatricolazioni di 1.910.025 autovetture – valuta una leggera flessione (-1,0%): una “voce” particolarmente delicata, in quanto già lo scorso anno era stato registrato un calo dal 2017 (-3,1%, fonti UNRAE). Abbiamo volutamente scelto l’aggettivo “delicato” in quanto, seppure contrassegnato da un segno “meno”, il circuito commerciale autovetture in Italia potrebbe apparire meno negativo se messo a raffronto con il consuntivo dello scorso anno.

Il consuntivo al 30 novembre per canali di vendita

Ancor più nel dettaglio, l’analisi dell’andamento del mercato auto nei primi undici mesi 2019 (ovvero al 30 novembre) per canali di vendita indica che, su 1.767.792 autovetture immesse in circolazione (comprese le Km 0), la fetta più consistente riguarda le vendite ai privati, che dal 1 gennaio a tutto novembre 2019 hanno raggiunto 1.015.518 unità, corrispondenti ad un +0,7% sullo stesso periodo dello scorso anno; per contro, le vendite di auto aziendali (90.725) hanno fatto segnare un calo del 3,8%. E se i contratti NLT (noleggio a lungo termine) hanno conosciuto un discreto incremento (+5,1%, cioè 260.922 unità) così come quelli di noleggio a breve termine (135.940 unità e un +3,6%), le vendite di vetture Km 0 appaiono in notevole decrescita: -13,5%, o 264.687 in cifre assolute.

Le dimensioni del mercato in Italia per segmento

L’esame del resoconto vendite in Italia al 30 novembre 2019 conferma ciò che da tempo avviene su uno spettro territoriale più ampio, cioè riguardo ai “major market” europei: le dimensioni più consistenti premiano le fasce di mercato citycar, supercompatte e SUV. Nello specifico, Ford illustra come, dal 1 gennaio al 30 novembre di quest’anno, la fascia “small” abbia conosciuto un incremento dello 0,9% (passando da una quota del 15,5% nello stesso periodo dello scorso anno all’attuale 16.4%), e il segmento B si attesta sul 21,9%, andando cioè a perdere l’1,8% dai primi undici mesi 2018. Quello che, peraltro, continua a manifestare concreti segnali di crescita è il segmento “Sport Utility”: un aumento “marginale” (+0,1%, frutto di una crescita dal comunque più che positivo 17,5% dei primi undici mesi 2018 al 17,6% registrato a fine novembre) nella fascia SUV “tradizionali”, ovvero di dimensioni medio-grandi (nel quale, cioè, l’Ovale Blu è presente con Ford Kuga, recentemente aggiornata nella nuova generazione); e un trend molto più marcato nella fascia compact-SUV (dove, per intenderci, Ford è presente con il popolare EcoSport): da un’incidenza del 17,1% archiviata al 30 novembre 2018, il segmento di riferimento è cresciuto al 20,6%, come dire un +3,5% che la dice lunga sul ruolo sempre più “centrale” che le proposte “Sport Utility” rivestono nelle strategie di riposizionamento da parte dei big player (Ford compresa).

Le previsioni di vendita Ford ai privati

I vertici della filiale italiana dell’Ovale Blu stimano che, al termine del 2019 e analizzando ciascuno dei segmenti di appartenenza, le vendite di Ford Ka saranno nell’ordine delle 12.000 unità (4,5% di quota di mercato relativa e una crescita di 4.600 esemplari rispetto a tutto il 2018), 27.000 quelle della popolarissima Fiesta (8,1% di quota di mercato e un leggero calo, -1.500 unità, dal 2018), 12.000 unità anche per Focus e C-Max (10,7% di quota di mercato ed un aumento stimato di 900 esemplari sul consuntivo 2018), 26.500 unità per EcoSport (10,1% di quota di mercato relativa e un totale nuove immatricolazioni che si ritiene resterà invariato rispetto allo scorso anno), 10.300 unità per Kuga (7,9% di incidenza sul mercato e, anche in questo caso, volumi di vendita equivalenti in confronto al 2018), e 3.700 unità per gli “altri modelli” (quantitativo che si prevede immutato in rapporto al 2018).

Ford: le stime a breve termine

  • Autovetture: il comparto, presto “orfano” della piccola Ka+ (che, come si evince dalle indicazioni statistiche, nel 2019 dovrebbe totalizzare 13.600 unità vendute tuttavia non appare nel preventivo di vendite a privati e flotte 2020), indica, per il prossimo anno, 23.600 nuove Fiesta in circolazione (3.200 in meno rispetto a quanto si prevede per il corrente 2019), 44.000 nuove consegne per la lineup small crossover e compact SUV EcoSport e Puma, 15.200 nuove Focus (1-300 in meno rispetto a quanto Ford prevede di avere consegnato a tutto il 2019), 16.200 Kuga (cioè 1.800 in più in rapporto alle previsioni 2019, e per inciso in perfetta corrispondenza con quanto accennato a proposito della positiva tendenza del comparto “Sport Utility”) e 6.200 unità di “altri modelli” (cioè 700 in più sulle previsioni 2019).
  • Veicoli commerciali: le previsioni, per questo comparto, appaiono in generale aumento. La gamma Van e commerciali leggeri stima 6.850 nuove immatricolazioni (ben 1.050 in più rispetto alle previsioni 2019), 9.300 nuove unità per Custom (cioè 300 in più su quanto si prevede di avere consegnato a tutto il 2019), 5.970 Transit (ovvero 350 in più) e 3.200 Ranger (per il pick-up dell’Ovale Blu si stimano 600 nuovi esemplari in più sulle previsioni a tutto il 2019).

Nel complesso, Ford conta di vendere nel 2020, fra privati e aziende di gestione flotte, un totale di 135.300 nuovi autoveicoli: circa 110.000 autovetture, e 25.300 veicoli commerciali. La crescita, rispetto al 2019, viene nel dettaglio stimata in 3.700 unità e, in termini percentuali, in un +1,4% (autovetture) e +2,3% (veicoli commerciali).

Il programma di elettrificazione secondo Ford

Le indicazioni messe “nero su bianco” dall’Ovale Blu confermano sostanzialmente la strategia di sviluppo della lineup in materia di ricorso ai sistemi di propulsione elettrificata. Con un preciso traguardo, ribadito in occasione del meeting milanese: la presenza, entro il 2020, di 14 nuovi modelli elettrificati. Un progetto, in fase di esecuzione (come vedremo) che in effetti rientra a pieno titolo nella rispondenza del “colosso di Dearborn” agli obiettivi europei di riduzione delle emissioni di CO2 nella media delle vetture in produzione: 95 g/km dal 2021, 80 g/km entro il 2025 e, in una proiezione a lungo termine, una ulteriore riduzione del 37,5% al 2030 in rapporto alla soglia massima delle emissioni medie 2021. Tali soglie dovranno essere rispettate tanto dalle autovetture quanto dai veicoli commerciali leggeri (furgoni e Van). Appare interessante, in questo senso, osservare a quanto ammonti la media delle emissioni di CO2 relative alla gamma Ford.

  • Modelli a benzina: Fiesta 117 g/km; Puma 106 g/km; Focus 97 g/km; Kuga 126 g/km
  • Modelli turbodiesel: Fiesta 102 g/km; Focus 92 g/km; Kuga 109 g/km
  • Modelli a carburante alternativo (GPL): Fiesta 106 g/km
  • Modelli ad alimentazione ibrida: Puma 96 g/km; Kuga 26 g/km.

Di seguito il “new deal” Ford nel settore dell’elettrificazione previsto per i prossimi mesi.

  • Nuovi modelli ad alimentazione mild-hybrid: ne faranno parte Ford Fiesta, Focus, Puma, Kuga; e, per il settore Veicoli commerciali, Ford Transit Custom, Tourneo Custom e il bestseller Transit
  • Nuovi modelli ad alimentazione ibrida: riguarderà Ford Kuga e Mondeo
  • Nuovi modelli ad alimentazione ibrida plug-in: le novità ibride ricaricabili sono rivolte a Ford Kuga ed Explorer; ed interesseranno altresì il comparto Veicoli commerciali leggeri: Ford Transit Custom e Tourneo Custom
  • Nuovi modelli ad alimentazione 100% elettrica. I riflettori, in questo caso, vengono puntati su Ford Mach-E di recentissima presentazione, e che arriverà sul mercato verso la fine del prossimo anno.
Ford Mustang Mach-E: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ford Mustang Mach-E 1400: SUV elettrico da 1.419 CV

Altri contenuti