Carsharing e moto sharing: ecco tutti i servizi attivi a Roma

Una utile guida che permette di districarsi tra le numerose offerte dei servizi di condivisione di auto e moto presenti nella capitale.

Possedere un’automobile o un motoveicolo di proprietà significa affrontare un costo fisso (bollo, assicurazione, manutenzione ordinaria etc.) e variabile (carburante, manutenzione straordinaria, eventuali multe, pedaggi, parcheggi a pagamento, etc.) che può superare in media una cifra di ben 4.900 euro (fonte ACI). Purtroppo il trasporto pubblico non sempre riesce a soddisfare le svariate esigenze di mobilità dei cittadini che per questo motivo sono costretti spesso e volentieri a trovare differenti e – come accennato in precedenza – più costose soluzioni.

I vantaggi del car sharing

Negli ultimi anni si è però diffuso nelle grandi città italiane l’offerta di car sharing e moto sharing, ovvero automobili e motoveicoli da condividere, messi a disposizione da un numero sempre maggiore di operatori del settore. I vantaggi del car sharing sono evidenti e molteplici:

  • abbatte i costi di gestione di un veicolo di proprietà;
  • riduce l’inquinamento ambientale;
  • permette di parcheggiare l’auto o la moto presa in noleggio in maniera gratuita sulle strisce blu;
  • elimina l’ansia di eventuali danni provocati al proprio veicolo durante le soste.

La soluzione per spostarsi ai tempi del Coronavirus?

Durante la cosiddetta Fase 2 e la progressiva riapertura delle attività in Italia sono aumentate le esigenze di mobilità personale, ma le restrizioni ancora in atto limitano molto gli spostamenti, soprattutto quelli sui mezzi pubblici. In questo scenario di convivenza con il Coronavirus, il car sharing può offrire una valida alternativa all’autobus o persino ai treni nei tragitti fuori città.

Per quanto riguarda i lavoratori, si sta dimostrando molto apprezzato anche il car pooling, cioé la condivisione dell’auto tra privati che fanno lo stesso tragitto alla stessa ora per andare a lavorare. La condivisione può essere organizzata tra conoscenti oppure anche utilizzando delle apposite piattaforme online e app.

I servizi car sharing a Roma

Di seguito elenchiamo i principali operatori di car sharing che offrono il loro servizio nella città di Roma.

  • Free2Move

Lanciata dal Gruppo PSA, Free2Move è una particolare piattaforma online – disponibile anche sul proprio smartphone utilizzando un’apposita app gratuita – che permette di individuare e gestire i vari servizi di carsharing e motosharing presenti sul mercato. Il servizio permette di individuare e selezionare il veicolo che si trova nelle vicinanze e risulta più adatto alle proprie esigenze, grazie alla visualizzazione del costo e delle caratteristiche del mezzo. Il costo del servizio è gratuito.

  • Carsharing Roma

Vero precursore in Italia per questo tipo di servizio, il Carsharing Roma gestito direttamente dal Comune capitolino offre alla clientela una flotta di autovetture che include anche alcuni veicoli elettrici, a cui si aggiunge anche un servizio di vansharing per i piccoli trasporti. Visitando il sito web dedicato è possibile visualizzare la posizione dei parcheggi attivi: una volta prenotato il veicolo (con un anticipo minimo di 15 minuti) sarà possibile utilizzarlo da un minimo di un’ora ad un massimo di 72 ore. Il costo del servizio prevede un deposito cauzionale di 100 euro e una quota di abbonamento annuo che varia da un minimo di 120 euro ad un massimo di 150 euro, risulta inoltre previsto un trimestre di prova al costo di 40 euro.

  • Share Now

Nato dall’unione tra Car2go e Drive Now, il nuovo servizio di carsharing Share Now mette a disposizione nella città di Roma una flotta di 700 smart a quattro posti e a due posti, con quest’ultima disponibile anche in versione cabrio. Utilizzando un’apposita app gratuita è possibile individuare la posizione di una vettura e successivamente prenotarla per un periodo massimo di 30 minuti o in alternativa si può noleggiarla direttamente in strada. La quota di iscrizione è di 9 euro, mentre le tariffe variano da 0,19 a 0,24 euro al minuto, a seconda del tipo di veicolo noleggiato.

  • Enjoy

Il servizio offerto da Eni mette a disposizione nella città eterna una flotta di Fiat 500 e van Fiat Fiorino di colore rosso che possono essere noleggiati per strada o via app dopo aver identificato la loro posizione, proprio come succede con Share Now. La tariffa per usufruire del servizio parte da 0,25 centesimi al minuto, ma risulta possibile usufruire di una tariffa giornaliera dal costo di 50 euro, oppure approfittare di convenienti promozioni o pacchetti.

  • Share’n Go

Share’n Go si presenta come il primo servizio di carsharing che sfrutta una flotta di auto 100% elettriche: si tratta di microcar con soli due posti dotati di una meccanica a zero emissioni. Per accedere ai servizi di Share’n Go basta l’utilizzo di una apposita app ed è necessario acquistare il “Pacchetto Benvenuto” con 5 euro. I primi 21 minuti di corsa vengono offerti al costo di 0,24 euro/min, successivamente la tariffa è di 0,28 euro/min.

  • ZigZag

Parliamo di un servizio di scooter sharing che mette a disposizione una flotta di scooter a 3 ruote, sicuri e maneggevoli da guidare. Anche in questo caso per usufruire del servizio bisogna utilizzare un’app dedicata, mentre il costo parte da 0,19 euro/min., anche se risultano disponibili anche dei pacchetti prepagati.

  • CityScoot

Il servizio CityScoot offre una flotta di 800 scooter 100% elettrici che possono essere prenotati e noleggiati via app. Il costo del noleggio parte da 0,29 euro al minuto, a cui si aggiunge la possibilità accedere ad un pacchetto di 250 minuti al prezzo di 60 euro.

  • eCooltra

eColtra punta sulla sua capillare presenza in Europa (oltre 1.000 scooter attivi) per promuovere una mobilità intelligente nella Capitale. Il servizio viene gestito tramite app e permette di noleggiare uno scooter al prezzo di 0,29 euro al minuto, inoltre risultano disponibili numerosi pacchetti offerti da 15 a 150 euro.

I Video di Motori.it

Ford Puma ST: il video teaser

Altri contenuti