Jojob: il carpooling come soluzione sicura per la mobilità nella Fase 2

Secondo un sondaggio realizzato dall’innovativo servizio di carpooling aziendale Jojob, la maggioranza dei lavoratori italiani considera questa soluzione di mobilità sicura nella fase di riapertura delle attività.

Uno dei settori che avrà maggiori conseguenze dalle limitazioni della cosiddetta “Fase 2” è quello della mobilità personale. Gli spostamenti saranno ancora limitati ed è apparso subito chiaro che i mezzi di trasporto pubblico, nei prossimi mesi, non potranno essere utilizzati come prima. Per questo le istituzioni si stanno interrogando su quali potrebbero essere le soluzioni alternative per la mobilità dei cittadini durante il periodo di convivenza con il virus.

Il carpooling è la soluzione alla mobilità nella Fase 2?

Tra le opzioni disponibili c’è il carpooling, ovvero la condivisione di un’auto con altre persone che fanno lo stesso tragitto allo stesso orario. Si tratta di una modalità di trasporto delle persone che negli ultimi anni ha avuto una forte espansione anche in Italia, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti di lavoro.

Con la riapertura delle attività lavorative, dal 4 maggio, in Italia saranno 2,8 milioni i lavoratori che torneranno a lavorare quotidianamente negli uffici e nelle sedi aziendali, qualora non fosse possibile continuare l’attività in smart working. Il tema della mobilità dei pendolari nel tragitto casa-lavoro diventerà quindi importante, sia dal punto di vista sanitario che ambientale.

Il carpooling è sicuro secondo i lavoratori

Il carpooling può dunque essere la forma di mobilità d’elezione ai tempi del Coronavirus? Per dare una risposta a questa domanda, Jojob, il principale servizio di carpooling aziendale in Italia, ha realizzato un sondaggio su un campione di 4.000 dipendenti aziendali italiani.

La maggioranza degli intervistati sembra avere un’opinione positiva su questa innovativa forma di mobilità: per il 62% dei lavoratori il carpooling è considerato sicuro per la salute delle persone (e dell’ambiente) e rappresenta la soluzione per l’emergenza mobilità della Fase 2.

Inoltre, il 60% dei dipendenti che prima del lockdown utilizzavano il trasporto pubblico (bus, metro, treno) durante il periodo di riapertura cercheranno delle alternative. In particolare, uno su tre propende per l’utilizzo dell’auto privata, una scelta che tuttavia rischia di avere gravi conseguenze dal punto di vista economico e ambientale: l’85% degli intervistati si dice preoccupato dal potenziale aumento dell’inquinamento atmosferico e l’83% ritiene che nella Fase 2 l’ambiente meriti di essere difeso al pari della salute.

Il carpooling di Jojob ora è gratis

Jojob propone un modello “ridotto” di carpooling aziendale che possa limitare il rischio contagio rispetto al mezzo pubblico e l’impatto ambientale ed economico rispetto all’uso dell’auto non condivisa.

In più, a partire dal 4 maggio il servizio di Jojob sarà messo a disposizione gratuitamente per tutto maggio e giugno ad aziende e dipendenti che ne faranno richiesta. Per maggiori informazioni e per attivare il servizio basta fare una richiesta via email a info@jojob.it.

Per questo periodo di emergenza, Jojob ha studiato una proposta di carpooling aziendale in totale sicurezza, a queste condizioni obbligatorie:

  • equipaggio di massimo due persone;
  • le persone devono stare sedute una davanti ed una dietro;
  • utilizzo di dispositivi di sicurezza adeguati (guanti e mascherine).

Sono invece altamente consigliate queste precauzioni:

  • sanificazione dell’abitacolo con regolarità;
  • creazione di equipaggi fissi.

«Il problema del contagio sui mezzi di trasporto esiste, ma possiamo mettere in atto soluzioni pratiche ed economiche in grado di ridurre i rischi nella tratta casa-lavoro», ha dichiarato Gerard Albertengo, CEO & Founder di Jojob. «Crediamo che il carpooling, in due persone per auto, sia la miglior soluzione, da integrare con il trasporto pubblico, per garantire una mobilità sicura ed efficiente in questa fase. Mettendo la nostra piattaforma a disposizione gratuitamente, vogliamo garantire a tutti, da subito, uno strumento in grado di offrire una valida alternativa: i dipendenti stessi potranno sottoporre alle proprie aziende questa possibilità».

L’innovativo carpooling aziendale di Jojob

Ma come funziona Jojob? Questo servizio di carpooling aziendale consente ai dipendenti di mettersi facilmente in contatto con colleghi o dipendenti di aziende limitrofe che hanno un tragitto compatibile per poter organizzare un viaggio insieme, dividendone i costi. Grazie ad una piattaforma web e ad una app per smartphone risulta facile nell’utilizzo quotidiano e permette anche di certificare i viaggi casa-lavoro percorsi in carpooling, a piedi e in bici, nonché le ore di lavoro svolte in smart working.

I Video di Motori.it

Renault Kangoo Z.E. Concept

Altri contenuti