Citroen C5 Aircross 2022: novità, dotazioni, versione ibrida Plug-in

Riflettori puntati sulla serie aggiornata del medium-SUV del Double Chevron: l’upgrade è tanto estetico quanto “di sostanza”.

A tre anni e mezzo esatti dal debutto, il medium-SUV Citroen C5 Aircross si rifà il trucco. Un programma di aggiornamento peraltro contestuale al rapido evolversi delle tecnologie di bordo, di propulsione e di segmento di appartenenza (la fascia di veicoli “a ruote alte” che in Europa, fra Sport Utility e Crossover, incide per quasi il 50% del monte-vendite complessivo). Dunque, sebbene il progetto sia ancora piuttosto giovane, gli ingredienti per un “maquillage” ci sono tutti.

In tre anni, 260.000 esemplari venduti

Ed ecco, pronta all’esordio commerciale, la nuova configurazione “Model Year 2022”, che porta in dote uno stile più marcato e funzionale all’efficienza del veicolo nonché ulteriori step in fatto di dotazioni, tecnologie ed ausili attivi alla guida, e si dichiara pronta a rinnovare la propria presenza nel sempre più competitivo “club dei SUV di taglia media”. Un settore cui C5 Aircross ha, nella prima fase di permanenza sul mercato, contribuito con più di 260.000 unità vendute, ed il 30% delle quali appartengono alla versione Plug-in Hybrid.

Corpo vettura e abitacolo: ecco le novità

Dal punto di vista stilistico, le novità espresse da Citroen C5 Aircross “Model Year 2022” conferiscono al medium-SUV del Double Chevron un’identità sostanzialmente vicina alla più recente produzione del marchio. L’impostazione generale, marcatamente “Sport Utility”, si aggiorna soprattutto nella zona frontale, dove la calandra risulta più “morbida” rispetto alla serie che si prepara ad essere sostituita, il monogramma Citroen al centro della griglia costituisce un elemento di raccordo con le luci diurne a Led mediante due motivi orizzontali formati da sottili barrette verticali. Nuova anche la forma del paraurti, dalle prese d’aria laterali più voluminose e dalla ampia griglia centrale posizionata più in basso. La fanaleria posteriore, anch’essa rinnovata, possiede un nuovo disegno che ne fa risaltare l’effetto 3D. Invariati gli “Airbump” laterali, mentre la tavolozza delle tinte carrozzeria aggiunge la colorazione “Eclipse Blue”.

All’interno, la nuova edizione 2022 del medium-SUV di Citroen mette in evidenza nuovi dettagli di stile (ci sono alcuni aggiornamenti nella scelta dei tessuti e dei materiali di rivestimento, con cuciture in blu “a vista”), il comando “e-Toggle” di selezione dei rapporti ed il selettore delle modalità di guida (provviste dei programmi “Grip Control” per le versioni a motore termico ed Electric, Hybrid e Sport per la declinazione ibrida ricaricabile) a portata di mano del conducente, i sedili “Advanced Comfort” (ereditati cioè da Citroen C4 e dalla recentissima C5 X), l’assenza della leva del cambio sostituita da un modulo a pulsanti (c’è quindi un vano supplementare a disposizione degli occupanti), un nuovo disegno conferito alla consolle centrale ed un nuovo display infotainment da 10”. La strumentazione digitale dispone di uno schermo da 12.3” configurabile, e che consente la visualizzazione delle mappe di navigazione, dei dispositivi di ausilio attivati così come dei parametri veicolo.

All’insegna della versatilità, infine, è il mantenimento delle tre “sedute” posteriori singole, ciascuna delle quali può essere regolata in senso longitudinale, ripiegata e reclinata indipendentemente dalle altre: un valido sistema per ottenere un efficace sfruttamento del bagagliaio.

Dimensioni e capienza vano bagagli

  • Lunghezza: 4,5 m;
  • Larghezza: 1,84 m (specchi retrovisori esclusi);
  • Altezza: 1,67 m (con le barre sul tetto);
  • Passo: 2.730 mm
  • Altezza libera da terra: 230 mm;
  • Volume del bagagliaio (motore termico): da 580 litri a 720 litri nel normale assetto di marcia, e fino a 1.630 litri con i sedili posteriori abbattuti;
  • Volume del bagagliaio (motore ibrido Plug-in): da 460 litri a 600 litri nel normale assetto di marcia.

ADAS di ultima generazione

In ragione dello sviluppo di progetto, anche l’equipaggiamento dei sistemi di ausilio attivo alla guida segue una marcata evoluzione tecnologica. Il modulo di “Advanced Driver Assistance Systems” adottati da Citroen C5 Aircross 2022 propone, in effetti, ben 20 dispositivi. Fra questi, c’è l’Highway Driver Assist, sistema di guida semi-automatizzata di Livello 2 che abbina il Regolatore della velocità attivo con funzione Stop & Go con l’Avviso attivo di superamento involontario della linea di carreggiata

Motorizzazioni: benzina, turbodiesel e Plug-in

Sotto al cofano, non dovrebbero esserci sostanziai novità: Citroen C5 Aircross 2022 mantiene l’assortimento di unità 1.2 PureTech tre cilindri a benzina e BlueHDi turbodiesel quattro cilindri, ai quali si aggiunge – in un ruolo peraltro sempre più “centrale”, come si accennava in apertura riguardo all’incidenza della declinazione elettrificata – la versione Plug-in Hybrid benzina-elettrico che adotta il 1.6 endotermico in abbinamento ad un motore elettrico che concorre a portare a 225 CV la potenza complessiva di sistema ed è in grado di assicurare al veicolo un’autonomia massima di 55 km a zero emissioni, chiaramente con le batterie a piena carica, che richiede meno di due ore tramite una Wallbox. A questo proposito, si segnala una serie di servizi per facilitare le operazioni di allaccio della vettura alla rete elettrica, disponibili direttamente dal veicolo oppure mediante lo smartphone utente, oltre alla possibilità di programmare gli orari di ricarica.

Citroen C5 Aircross 2022: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.