Volkswagen Atlas: debuttano in Usa i nuovi accessori Basecamp

Un kit per il corpo vettura che permette di allestire il SUV full size a 7 posti secondo le proprie esigenze: è la proposta Volkswagen America.

Sebbene il perdurare dell’emergenza coronavirus stia mettendo in seria difficoltà le Case costruttrici, che chiedono a gran voce, agli organismi istituzionali, rapidi interventi di sostegno al comparto che ha già subito una drastica riduzione delle consegne e rischia di trovarsi in seria difficoltà anche nei mesi a venire, i programmi di sviluppo delle nuove linee di modelli proseguono. È un bene che sia così: quando l’emergenza avrà termine (e tutti ci auguriamo che ciò avvenga il prima possibile), e la produzione e le consegne torneranno a pieno regime, nuovi modelli e nuovi assortimenti di gamma saranno a disposizione dei clienti. Un esempio fra gli ultimi in ordine di tempo arriva da Volkswagen of America, filiale statunitense del “colosso di Wolfsburg”, con base ad Herndon (Virginia), presente in nord America con 20 strutture operative e che attualmente produce, per il mercato nord americano, i modelli Arteon, Jetta, Passat, Golf, Tiguan e Atlas.

Proprio Volkswagen Atlas è di recentissimo aggiornamento in chiave “Model Year 2020”: il rinnovato SUV “full size” a sette posti (chiamato a rafforzare l’”offensiva” VW in America nel comparto Sport Utility di grandi dimensioni “contro”, fra gli altri, Kia Telluride, Chevrolet Tahoe, Honda Pilot, Toyota Highlander, Jeep Grand Cherokee, Ford Explorer, Bmw X5, Buick Enclave, Gmc Acadia, Mitsubishi Outlander, Dodge Durango, Mercedes GLC e GLE) è stato svelato all’inizio dello scorso febbraio in occasione del Salone di Chicago 2020. Giusto in tempo, dunque, prima che il “lockdown” globale decretasse la sospensione dei grandi eventi internazionali dedicati alle novità automotive.

Una linea personalizzata di componenti

Per gli acquirenti di Atlas, Volkswagen America propone una nuova linea di accessori “Basecamp”: un’offerta che, spiegano i vertici della filiale USA di VW, “viene incontro alle esigenze dei nostri clienti, attraverso un ampio catalogo di accessori a richiesta in grado di soddisfare le personali preferenze in termini di stile e funzionalità”. La nuova gamma di componenti aftermarket Basecamp per Volkswagen Atlas è disponibile come “pacchetto” completo così come singolarmente.

Più off-road, glamour o sportiva: come si preferisce

Nel dettaglio, la “base” progettuale del catalogo Basecamp si ispira agli elementi di stile adottati dal concept Volkswagen Atlas Basecamp esposto al Salone di New York 2019. La gamma di accessori, prodotta da Air Design, prevede un lungo elenco di componenti, rivolti a definire uno stile ancora più improntato all’off-road per Atlas 2020, oppure – per chi le preferisca – un’impostazione più “urban-SUV” o un’immagine maggiormente rivolta alla sportività: dallo scudo anteriore provvisto di paraurti in antracite e modanatura inferiore di protezione in argento ad effetto satinato, ai codolini passaruota in tinta antracite con paraspruzzi integrati, alle longherine sottoporta, ad un inedito kit composto da piastra posteriore di protezione per il paraurti con vano per l’alloggiamento del gancio traino. Da segnalare, come viene evidenziato dalle immagini che ritraggono il nuovo VW Atlas 2020 provvisto di kit Basecamp, un set di cerchi “Traverse MX” da 17”, realizzati dallo specialista fifteen52 specificamente per Volkswagen: si tratta delle medesime ruote che equipaggiavano il prototipo esposto al New York Auto Show 2019, e che vengono offerte in due combinazioni di finitura, “Frosted Graphite” e “Radiant Silver”. A corredo dei nuovi cerchi, Volkswagen America suggerisce l’impiego di un set di pneumatici All-terrain da 245/70 R 17.

Volkswagen Atlas: highlights della nuova declinazione

Ricordiamo brevemente le novità che contraddistinguono Volkswagen Atlas 2020.

  • Corpo vettura: nuovi paraurti, griglia anteriore, proiettori a Led ridisegnati (versione R-Line: paraurti dedicati, cerchi in lega da 20” o 21” a scelta, “minigonne” laterali)
  • Abitacolo: nuovo disegno per volante e sedili (rivestiti in pelle con cuciture a contrasto e climatizzati a comando elettrico), strumentazione digitale, sistema di ricarica wireless per smartphone, climatizzatore automatico tri-zona
  • Tecnologie multimediali: modulo infotainment Composition Media con display da 8” e impianto audio Premium Fender
  • Dotazioni ADAS di ausilio attivo alla guida: Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go, Lane Keeping Assist, Park Distance Control, Park Steering Assist, Overhead View Camera, Traffic Jam Assist, Dynamic Road sign Display
  • Motorizzazioni e trasmissione: due unità a benzina (TSI 4 cilindri da 235 CV; V6 da 276 CV), cambio automatico ad otto rapporti e trazione integrale 4Motion.
Volkswagen Atlas Basecamp 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Volkswagen ID3: prima prova

Altri contenuti