Volkswagen ID.3 e ID.4: caratteristiche, dotazioni, autonomia

Doppia anteprima zero emission: la novità compact-SUV attesa entro fine 2020, e la gamma ID.3 pronta al debutto con importi da meno di 30.000 euro.

La “base di partenza” è quella, già nota, rappresentata dalla piattaforma MEB-Modularer Elektrobaukasten che del resto costituisce l’”ossatura” della lineup di modelli “zero emission” il cui progressivo sviluppo procede in perfetta sintonia con quanto annunciato in ordine all’esposizione del maxi-programma strategico di evoluzione della propria gamma (in un’ottica a medio termine, vale a dire rivolta al 2025, si stima una produzione fino a 1,5 milioni di esemplari ad alimentazione elettrica: un quantitativo significativamente più elevato rispetto a quanto previsto in precedenza) che si basa sulle piattaforme di e-mobility del Gruppo Volkswagen accomunate da una serie di elementi-base quali le batterie ad elevato voltaggio, collocate in posizione ribassata per contenere gli ingombri, ed il motore elettrico posizionato al retrotreno. L’impostazione generale, dal canto suo, evolve e si orienta su un’ulteriore versatilità di impiego.

Ecco, in estrema sintesi, Volkswagen ID.4, compact-SUV ad alimentazione 100% elettrica che Volkswagen svela, in configurazione pre-serie, insieme alla “capostipite” ID.3 pronta ad esordire sul mercato e che si articolerà su tre linee di allestimento: “Pure”, “Pro” e “Pro S” (provvista di batterie agli ioni di litio da 45 kWh, 58 kWh e 77 kWh per l’alimentazione di un motore elettrico da 126 CV, 146 CV, 150 CV e 204 CV a seconda della versione, e valori di autonomia compresi fra 330 km e fino a 550 km) e prezzi che partono da un importo “Inferiore a 30.000 euro”.

ID.4: l’”offensiva” VW nella fascia compact SUV

Per incidere sul competitivo segmento Sport Utility di taglia compatta, uno dei più “centrali” a livello globale dal punto di vista dei volumi di vendita, Volkswagen punta sulla novità ID.4, concettualmente anticipato dal prototipo ID.Crozz. Il debutto sul mercato è previsto, in Europa, entro fine 2020. Anche nel caso di Volkswagen ID.4 il modulo di sistemi di propulsione a zero emissioni fa affidamento a diverse soluzioni: l’obiettivo di 500 km di autonomia con una singola ricarica verrà perseguito affidandosi, in un primo momento, alla trazione posteriore e, più avanti, attraverso il ricorso alla trazione integrale chiamata ad arricchirne le proposte in listino.

Versatilità e semplicità di comando

Dal punto di vista del corpo vettura, Volkswagen ID.4 porta in dote, ovviamente aggiornandone le caratteristiche, le peculiarità che contraddistinguono la “sorellina” compatta ID.3: dimensioni esterne contenute tuttavia notevole spazio all’interno, carattere dinamico, comandi intuitivi e tecnologie di completo collegamento in rete. Da segnalare, ad una prima analisi di stile, il corto volume anteriore mentre il passo, adeguatamente lungo, va a tutto vantaggio dell’abitabilità e delle doti di carico bagagli. L’abitacolo, dal canto suo, denota una diffusa sensazione di semplicità (i comandi avvengono quasi per intero mediante soluzioni touch oppure mediante le tecnologie di controllo vocale a riconoscimento della voce naturale).

ID.3: il modello di debutto è andato esaurito

Gli elementi che contraddistinguono le funzionalità di Volkswagen ID.4 sono, ovviamente, correlati all’immagine di VW ID.3 che, con un monte-ordinazioni giunto a quota 37.000, ha di fatto esaurito la “tiratura” del modello di debutto 1ST Edition programmato in 30.000 unità. Riprendiamo, nel dettaglio, la composizione di gamma della compatta elettrica di Wolfsburg.

  • Volkswagen ID.3 Pure. Modello di ingresso alla nuova lineup ID., viene equipaggiata con un motore elettrico (posteriore) da 126 CV o 150 CV (in funzione delle esigenze del cliente) alimentato da una batteria agli ioni di litio da 45 kWh di capacità. L’autonomia (ciclo WLTP) dichiarata da Volkswagen è nell’ordine di 330 km
  • Volkswagen ID.3 Pro. Variante intermedia, dispone anche in questo caso di due livelli di potenza: 146 CV oppure 204 CV, ed una batteria da 58 kWh di capacità. La percorrenza massima annunciata da Volkswagen è di 420 km
  • Volkswagen ID.3 Pro S. Declinazione più potente, viene equipaggiata con un motore elettrico da 204 CV, alimentato da una batteria da 77 kWh di capacità utile ed un’autonomia massima di 550 km.

Le tre versioni di Volkswagen ID.3 offrono la possibilità di ricarica attraverso “hub” a corrente alternata, corrente continua oppure trifase. Con una potenza di ricarica di 100 kW, riferisce VW, ID.3 Pro impiega soli 30 minuti per ottenere un’autonomia di circa 290 km.

Le dotazioni delle tre varianti di gamma

Volkswagen ID.3 Pure, proposta “Ad un prezzo di listino inferiore a 30.000 euro”, offre di serie un equipaggiamento piuttosto “ricco”: gruppi ottici (anteriori e posteriori) a Led, cerchi da 18”, illuminazione “ambient” abitacolo con dieci tonalità di colore, sistema ID. Light, climatizzazione Air Care Climatronic. Le dotazioni ADAS di ausilio attivo alla guida comprendono, fra gli altri, il sistema di assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist, il sistema di frenata di emergenza Front Assist, il riconoscimento della segnaletica stradale, i sensori di parcheggio (Park Distance Control), il cruise control con regolazione automatica della distanza ACC e il sensore pioggia. Per Volkswagen ID.3 Pro (offerta in vendita “A meno di 35.000 euro”), l’equipaggiamento aggiunge, come accennato, batteria con una capacità maggiore, un’autonomia più elevata, tempi di ricarica più brevi con corrente continua e una potenza maggiorata. Volkswagen ID.3 Pro S offre, in più, un set di cerchi in lega “Andoya” da 19” e pedaliera realizzata nell’esclusivo design “Play&Pause”. Già comunicati i contenuti dei principali “kit” di accessori a richiesta. Un “pacchetto Style” offre l’allestimento esterno Style Silver e Style Penny Copper (con modanature differenti per rifinitura di colore, cerchi “Sanya” della linea “R” da 20” di diametro, sei tinte carrozzeria) e accenti interni Style e Style Plus in cui spiccano i sedili rivestiti in tessuto Sumba Flow e microfibra ArtVelours, il volante riscaldabile, 30 nuance di illuminazione “ambient” e, nel caso della configurazione Style Plus, sedili riscaldabili ed a con regolazione elettrica e supporto lombare con funzione massaggio.

Volkswagen ID.4: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Volkswagen Golf GTI 2020

Altri contenuti