Renault Talisman 2020: caratteristiche, dotazioni e debutto

L’ammiraglia della “Marque à Losanges” si aggiorna: un ampio programma di novità ne sottolinea l’edizione restyling 2020. Sarà in anteprima a Ginevra.

Al Salone di Ginevra 2020 (in programma da giovedì 5 a domenica 15 marzo), i riflettori presso lo stand Renault – che si prepara ad esporre le novità Twingo ZE ad alimentazione 100% elettrica, le declinazioni ibride plug-in Clio E-Tech, Captur E-Tech e Mégane Sporter E-Tech, il prototipo di veicolo commerciale “zero emission” Kangoo ZE Concept e la vettura-laboratorio Morphoz Concept – presenterà in anteprima ufficiale la nuova serie-restyling 2020 della “ammiraglia” Talisman, prodotta in Cina dal 2012 e successivamente (2015) “sbarcata” in Europa a sostituire, insieme alla variante Sporter dalla configurazione di carrozzeria station wagon, la “segmento D” Laguna III.

Sul mercato all’inizio dell’estate 2020

Già definita la timeline di lancio commerciale: la nuova edizione-restyling di Renault Talisman debutterà sul mercato a giugno 2020. Più avanti, dunque, si conosceranno nel dettaglio i prezzi e gli equipaggiamenti in funzione dei vari allestimenti.

Estetica: gli upgrade “di mezza età”

Sostanzialmente invariata negli ingombri esterni (le dimensioni misurano, nell’ordine, 4,85 m di lunghezza, 1,87 m di larghezza e 1,46 m di altezza con un bagagliaio da 608 litri di capacità utile nel normale assetto di marcia per la variante berlina; e 4,87 m, 1,87 m e 1,47 m con 572 litri di capacità al vano bagagli per la versione Sporter), Renault Talisman-restyling 2020 presenta un moderato facelift estetico: una nuova modanatura cromata alla calandra, nuovi paraurti e gruppi ottici (a sistema di illuminazione adattiva Led Matrix ed indicatori di direzione dinamici), fanaleria posteriore Full Led amplificata da nuove cornici cromate, modulo di “luci di benvenuto”, nuove ulteriori tinte carrozzeria (Baltic Grey, Vintage Red ed Highland Grey) e tre nuove tipologie di cerchi in lega: “Pierre (da 17”), “Stellar” (da 18”) e “Sato” (da 19”). L’abitacolo si segnala per un ulteriore approccio di stile alla già nota accuratezza di esecuzione nella scelta dei materiali e nelle rifiniture: consolle centrale impreziosita da una nuova modanatura cromata e provvista di illuminazione “ambient”, inedita finitura in legno ad effetto cerusé per la plancia ed i pannelli porta nell’allestimento Initiale Paris, sistema di ricarica wireless per i device portatili, otto nuove tipologie di illuminazione interna. A loro volta, la configurazione “Intens” prevede il display da 10.2” per il modulo infotainment MultiSense ed i rivestimenti in pelle; la variante “Initiale Paris” offre, di serie, rivestimenti in pelle Nappa nelle due varianti di nuance Black Titanium o, a scelta, Light Sand-Grey, con cuciture in tinta Cognac.

Sistemi di connettività up-to-date

Il modulo multimediale di bordo che equipaggia Renault Talisman 2020 fa riferimento alla suite Renault Easy Connect, che integra un ampio plateau di applicazioni quali My Renault, la nuova tecnologia Renault Easy Link ed ulteriori funzioni online: dagli aggiornamenti automatici alla gestione dei comandi veicolo da remoto. Il controllo delle funzioni Renault Easy Link (impianto audio digitale DAB, infotainment, interfaccia smartphone compatibile con gli standard Apple Car Play ed Android Auto, navigazione satellitare con ricerca Google ed indicazione dei prezzi del carburante ed informazioni sul traffico in tempo reale) avviene attraverso un display da 9.3”. A sua volta, Renault Easy Link dispone, nell’allestimento Zen di ingresso alla gamma, di uno schermo da 7” con sistema di connettività Apple CarPlay oppure Android Auto. Per la configurazione alto di gamma Initiale Paris, l’impianto audio si avvale di un sofisticato sistema Bose a tredici altoparlanti.

Dispositivi di ausilio attivo alla guida

Relativamente al “capitolo” ADAS, Renault Talisman 2020 segue il (positivo) principio generale di arricchimento delle dotazioni Advance Driver Assistance System, materia a proposito della quale l’Unione Europea si è espressa di recente: nella primavera 2019, Bruxelles ha stabilito che dalla metà del 2022 – quale aggiornamento agli attuali regolamenti in vigore, nello specifico la normativa CE n. 661/2009 ed il regolamento CE n. 78/2009 sulla sicurezza dei pedoni – tutte le vetture di nuova omologazione dispongano, di serie, di sistemi quali la frenata autonoma d’emergenza ed il dispositivo di mantenimento di corsia, il Cruise control adattivo, il monitoraggio stanchezza conducente. Nel dettaglio, l’equipaggiamento installato a bordo di Talisman 2020, già orientato verso un sistema di guida semi-autonoma di Livello 2 (fedelmente a quanto introdotto, ad esempio, nella nuova generazione della “segmento B” bestseller Renault Clio) comprende, fra gli altri, Highway & Traffic Jam Companion (attivo fino ad una velocità di 160 km/h), che integra l’Adaptive Speed Control – con attenzione al mantenimento di un’adeguata distanza dai veicoli che precedono e che seguono, e provvisto di funzione di arresto e ripartenza autonomi entro tre secondi, senza che il conducente abbia la necessità di intervenire di persona sui comandi – ed il Lane Centering Assistance; il sistema AEBS-Active Emergency Braking System ora predisposto di funzione di riconoscimento ciclisti e pedoni; ed ulteriori tecnologie quali Lane Departure Warning, Lane Keeping Assist, riconoscimento stanchezza conducente, Blind Spot Warning con due radar collocati a ciascuno degli angoli posteriori del corpo vettura; e Rear Cross Traffic Alert. In perfetta corrispondenza a quanto predisposto, di recente, a bordo della nuova generazione di Espace, Renault Talisman 2020 rappresenta altresì il secondo modello della “Marque à Losanges” ad essere equipaggiato con la tecnologia di illuminazione Led Matrix Vision a sistema di regolazione adattiva intelligente del fascio luminoso e dall’intensità, osservano i tecnici Renault, ancora più elevata rispetto alla precedente generazione di gruppi ottici a Led: 50% di potenza in più ed estensione fino a 220 m “contro” i precedenti 175.

Confermata l’architettura a quattro ruote sterzanti

Il modulo 4Control, che rappresenta uno degli atout tecnologici di Renault Talisman, fa sempre parte della dotazione di gamma (di serie nell’allestimento Initiale Paris). Il sistema a retrotreno direzionale, ricordiamo, è sempre in funzione, in ordine di provvedere al controllo costante dell’angolazione del retrotreno, a tutto vantaggio della precisione di inserimento in curva del veicolo e della sua maneggevolezza durante la guida in ambito urbano. A bordo di Renault Talisman 2020, il dispositivo 4Control viene abbinato ad un set di sospensioni regolabili.

Motorizzazioni: benzina e diesel aggiornati

Sotto il cofano, la nuova gamma “ammiraglia” di Renault presenta un contestuale programma di upgrade (del resto, ciò va in risposta alle esigenze di abbattimento alle emissioni di CO2 richieste dall’Unione Europea alle lineup di produzione per tutte le Case costruttrici): nello specifico, le unità motrici a benzina hanno ricevuto un nuovo filtro antiparticolato, e la tecnologia SCR di riduzione catalitica selettiva provvede, nelle proposte a gasolio ed insieme al sistema AdBlue, alla riduzione delle emissioni degli ossidi di azoto.

  • Renault Talisman TCe 160 EDC Fap: recentemente aggiunta alla gamma Talisman, la declinazione “entry-level” viene equipaggiata con il motore 1.3 a benzina turbocompresso e ad iniezione diretta, abbinato al cambio automatico EDC sette rapporti a doppia frizione, e che eroga una potenza massima di 160 CV. Piuttosto sobria nei valori di consumi ed emissioni dichiarati (6,2 litri di benzina per 100 km e 140 g/km di CO2 a ciclo WLTP), si propone quale interessante alternativa al diesel per i parchi auto aziendali e le società di gestione flotte
  • Renault Talisman TCe 225 EDC Fap: declinazione preferita dai clienti che al comfort di una berlina alto di gamma desiderano aggiungere un “quid” in più di sportività, viene provvista dell’unità 1.8 benzina a quattro cilindri sovralimentata mediante turbocompressore twin-scroll e sistema di fasatura variabile delle valvole in tre posizioni (medesima motorizzazione adottata dai modelli della “Marque à Losanges” più performanti: Clio e Alpine A110 su tutti) da 225 CV e 300 Nm di coppia massima disponibili già a 2.000 giri/min, e anche in questo caso abbinata alla trasmissione automatica EDC sette rapporti doppia frizione. Il tutto si condensa in valori di consumi ed emissioni (dichiarati da Renault) nell’ordine di, rispettivamente, 7,4 litri di benzina per 100 km, e 166 g/km di CO2 (in Italia è, quindi, gravata da 1.100 euro di Ecotassa)
  • Renault Talisman Blue dCi: le proposte a gasolio sono quattro, nell’ordine si tratta delle declinazioni Blue dCi 120 e 150 (sigla che identifica la potenza espressa in CV e in base ai mercati di destinazione) equipaggiate con il 1.7 turbodiesel abbinato al cambio manuale a sei rapporti (4,9 litri di carburante per 100 km e 128 g/km di CO2 dichiarati da Renault); e del 2.0 Blue dCi da 160 CV e 200 CV, abbinato al cambio EDC sei rapporti doppia frizione. Nella variante a potenza più elevata, i consumi medi e le emissioni resi noti da Renault sono di, rispettivamente, 5,6 litri di gasolio per 100 km e 146 g/km di CO2.
Renault Talisman Sporter, le foto spia del restyling Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Renault Zoe, l’alternativa per la ripartenza

Altri contenuti