Cupra Leon 2020: scheda tecnica, versione ibrida plug-in e uscita

La nuova “segmento C” high performance del giovane marchio indipendente di Martorell arricchisce la lineup Cupra. Sarà presente al Salone di Ginevra 2020.

Il “mondo Cupra” cresce. Due anni fa esatti, la nascita del nuovo marchio. A ventiquattro mesi di distanza, contestualmente all’inaugurazione della nuova sede centrale e a tre settimane dall’anteprima ufficiale di Seat Leon giunta alla quarta generazione, sotto i riflettori del dinamico giovane marchio di Martorell c’è Cupra Leon. Ovvero, la “segmento C” da otto anni leader di vendite per l’azienda catalana che fa capo al Gruppo VAG, riprogettata dai tecnici Cupra in ordine di arricchire la lineup del “brand indipendente” dopo il lancio dello Sport Utility Cupra Ateca e, in un’ottica a breve termine, parallela al prossimo esordio del SUV di più grandi dimensioni Formentor.

Sul mercato nell’autunno 2020

Già definita la timeline di lancio commerciale sul mercato: l’esordio di Cupra Leon è fissato per l’ultimo trimestre dell’anno, vale a dire nel prossimo autunno 2020. Le occasioni per parlare nuovamente del nuovo modello high performance realizzato dal giovane e dinamico “spin-off” catalano, man mano che la sua fase di ingresso nella lineup Cupra avanza, non mancheranno. Entro la fine del 2020, Cupra affronterà la fase di lancio del SUV high performance Formentor, presentato nelle vesti di concept al Salone di Ginevra 2019: allo stesso modo della nuova Cupra Leon, porterà in dote unità di propulsione “convenzionali” e ad alimentazione ibrida plug-in.

Sarà al Salone di Ginevra insieme a Seat Leon

Il prossimo “step”, in questo senso, è rivolto al Salone di Ginevra 2020, in programma da giovedì 5 a domenica 15 marzo. Alla “dieci giorni” lemana che rappresenta la prima grande rassegna europea delle novità automotive dell’anno, la novità Cupra Leon farà bella mostra di se, affiancata dalle varianti-racing Cupra Leon Competición e Cupra e-Racer, accanto alla “base” di famiglia, cioè la quarta generazione di Seat Leon che ha avuto il proprio battesimo del palcoscenico alla fine di gennaio 2020.

Corpo vettura: la caratterizzazione estetica e aerodinamica

Disponibile da subito nelle due configurazioni berlina cinque porte (“Hatchback”) e station wagon (“Sportstourer”), Cupra Leon misura, rispettivamente, 4,368 m (hatchback) e 4,64 m (Sportstourer) in lunghezza, 1,78 e 1,8 m in larghezza, 1,456 e 1,448 m in altezza, e 2.686 mm di passo. Un nuovo studio sulle sospensioni ha comportato un abbassamento, in rapporto a Seat Leon, di 25 mm all’anteriore e 20 mm al posteriore. Fra i principali elementi stilistici di distinzione, il monogramma Cupra sulla calandra, le prese d’aria di maggiori dimensioni, cerchi (da 18” e 19” a seconda delle singole varianti) proposti in vari disegni e due tipi di finiture (color rame o diamantata), pinze freno in tinta rame, appendici aerodinamiche ad hoc, nuovi terminali di scarico (due o quattro, a seconda del modello) ed un diffusore inferiore. La gamma delle tinte carrozzeria si articola su quattro colorazioni pastello e metallizzate (Bianco Candy, Magnetic Tech, Nero Midnight e Argento Urban), due tonalità esclusive (Rosso Desire, Grigio Graphene) e due colorazioni opache (Magnetic Tech matt e Petrol Blue matt). Il sistema di illuminazione prevede gruppi ottici Full Led (tecnologia a diodi luminosi presente anche negli indicatori di direzione agli specchi esterni e nelle “luci di benvenuto”) e la fanaleria posteriore “coast-to-coast”. L’abitacolo offre quello che il cliente appassionato si aspetta: un ambiente di intonazione sportiva e hi-tech. Sedili avvolgenti (“Sharp Code Cupra Tech” in configurazione standard, oppure “Genuine Cupra Timeless” rivestiti in pelle nera con funzione memory), volante multifunzione con pulsante di avviamento e selezione della modalità di guida “Cupra”, ambiente “minimal” in virtù del minore numero di pulsanti fisici, accenti in alluminio scuro spazzolato per la plancia ed i pannelli porta arricchiti da dettagli color rame e “dark chrome”. La strumentazione, a sistema Digital Cockpit, è personalizzabile in base alle esigenze del conducente e presenta la configurazione “Sport View” sviluppata da Cupra per la visualizzazione – in posizione centrale, dunque immediatamente visibile dal guidatore – dei regimi di rotazione, della coppia erogata, della potenza, della pressione di sovralimentazione e dell’accelerazione.

Connettività e dotazioni

Relativamente all’assortimento di sistemi di ausilio attivo alla guida, Cupra Leon rilancia la ricca dotazione ADAS che contraddistingue la nuova generazione di Seat Leon (e della “pari piattaforma” Volkswagen Golf 8): tra le funzioni più importanti spiccano il Cruise Control predittivo, l’Emergency Assist 3.0, il Travel Assist, il Side and Exit Assist. Il sistema infotainment, che arricchisce il modulo digitale, presenta un display da 10” con navigazione 3D online, integra i comandi vocali e gestuali, include il sistema Full Link per la compatibilità con gli standard Apple CarPlay e Android Auto. Nella “suite” di servizi viene compresa la App Connect, utile alla fruizione di informazioni sullo stato della vettura e, mediante la scheda SIM integrata, consente le chiamate di emergenza.

Motorizzazioni: ibrido fa rima con elevate prestazioni

Sotto il cofano, la lineup Cupra Leon si articolerà su due tipologie di motorizzazione: benzina ed ibrida plug-in. Nel dettaglio, la gamma di motori a benzina 2.0 TSI renderà disponibili tre livelli di potenza: 245 CV, 300 CV e (soltanto per Sportstourer ed in abbinamento alla trazione integrale 4Drive) 310 CV. Se si esclude quest’ultima, le varianti 245 Cv e 300 CV saranno proposte a trazione anteriore con sistema VAQ di bloccaggio del differenziale anteriore a regolazione elettronica. La trasmissione si avvale del cambio DSG doppia frizione a tecnologia shift-by-wire per la selezione dei rapporti (sistema che consente l’adozione delle levette al volante). La grande novità in materia di evoluzione dei sistemi di propulsione si individua nel modulo ibrido plug-in ad alte prestazioni (“eHybrid”) che verrà offerto tanto per Cupra Leon 5 porte quanto per la variante Sportstourer. Il sistema abbina l’unità 1.4 TSI da 150 CV e 250 Nm di coppia massima ad un motore elettrico da 115 CV alimentato da una batteria agli ioni di litio da 13 kWh, per una potenza complessiva di 245 CV ed una forza motrice globale di 400 Nm di coppia massima. L’autonomia di marcia in modalità esclusivamente elettrica viene dichiarata in “Circa 60 km” nelle strade urbane o nei centri città. La ricarica delle batterie richiede 3,5 ore collegandosi ad una Wallbox, oppure circa 6 ore avvalendosi di una comune “presa” domestica. Così equipaggiata, Cupra Leon eHybrid viene annunciata per emissioni di CO2 “Inferiori a 50 g/km”. Il sistema ibrido ricaricabile di Cupra Leon corrisponde al sistema di propulsione che va ad equipaggiare le altre novità del Gruppo VAG Volkswagen Golf GTE e Skoda Octavia RS iV, peraltro anch’esse attese al Salone di Ginevra 2020.

Telaio, sospensioni e freni

L’assetto di Cupra Leon si avvale, all’avantreno, di uno schema tipo McPherson, e sospensioni multilink con molle e ammortizzatori a taratura specifica al retrotreno. L’impostazione dinamica di Cupra Leon prevede, nel dettaglio, sistema di sterzo progressivo, sistema DCC di regolazione adattiva dell’assetto, quattro modalità di guida (Comfort, Sport, Cupra, Individual). L’impianto frenante (dischi da 370 mm) viene fornito dallo specialista Brembo.

Le caratteristiche tecniche in dettaglio

Cupra Leon 245 CV PHEV (configurazioni berlina 5 porte e Sportstourer)

  • Motore endotermico: 1.4 TSI
  • Alesaggio x corsa: 74,5 x 80,0 mm
  • Architettura: 4 cilindri e 4 valvole per cilindro
  • Cilindrata totale: 1.395 cc
  • Rapporto di compressione: 10:1
  • Motore elettrico: 85 kW (115 CV)
  • Capacità della batteria di alimentazione: 13 kWh
  • Potenza massima di sistema: 245 CV
  • Coppia massima di sistema: 400 Nm
  • Autonomia massima di marcia in elettrico (ciclo WLTP): fino a 60 km

Cupra Leon 245 CV (configurazioni berlina 5 porte e Sportstourer)

  • Motore endotermico: 2.0 TSI
  • Architettura: 4 cilindri, 4 valvole per cilindro
  • Cilindrata totale: 1.984 cc
  • Alesaggio x corsa: 82,5 x 92,8 mm
  • Rapporto di compressione: 9,6 : 1
  • Potenza massima: 245 CV
  • Coppia massima: 370 Nm

Cupra Leon 300 CV (configurazioni 5 porte e Sportstourer)

  • Motore endotermico: 2.0 TSI
  • Architettura: 4 cilindri, 4 valvole per cilindro
  • Cilindrata totale: 1.984 cc
  • Alesaggio x corsa: 82,5 x 92,8 mm
  • Rapporto di compressione: 9,3 : 1
  • Potenza massima: 300 CV
  • Coppia massima: 400 Nm

Cupra Leon 310 CV (configurazione Sportstourer)

  • Motore endotermico: 2.0 TSI
  • Architettura: 4 cilindri, 4 valvole per cilindro
  • Cilindrata totale: 1.984 cc
  • Alesaggio x corsa: 82,5 x 92,8 mm
  • Rapporto di compressione: 9,3 : 1
  • Potenza massima: 310 CV
  • Coppia massima: 400 Nm

La tecnica delle derivate racing

Cupra Leon Competiciòn

  • Motore endotermico: 2.0 TFSI
  • Architettura: 4 cilindri, 4 valvole per cilindro
  • Cilindrata totale: 1.984 cc
  • Trasmissione: cambio Hewland sequenziale a sei rapporti
  • Potenza massima: 340 CV
  • Coppia massima: 410 Nm
  • Velocità massima: 260 km/h
  • Tempo di accelerazione 0-100 km/h: 4”5

Cupra e-racer

  • Numero e dislocazione dei motori elettrici: 2 x 2 a flusso assiale
  • Capacità batterie di alimentazione: 65 kWh
  • Potenza massima: 680 CV
  • Coppia massima: 960 Nm
  • Velocità massima: 270 km/h
  • Tempo di accelerazione 0-100 km/h: 322.

Il futuro di Cupra nel nuovo quartier generale

Contestualmente al “vernissage” di Cupra Leon, i “piani alti” del marchio catalano – guidati dall’amministratore delegato Cupra e vicepresidente della Divisione Marketing e Vendite per Seat, Wayne Griffiths, e dal presidente ad interim (sostituisce Luca De Meo che ha rassegnato le proprie dimissioni all’inizio di quest’anno) e vicepresidente della Divisione Finanza e IT di Seat, Carsten Isensee – hanno inaugurato la nuova sede del “brand”: il Cupra Garage, 2.400 metri quadri di edificio dal design che evoca la struttura di un paddock. Nel nuovo Cupra Garage, che ospiterà un gruppo di lavoro di oltre 200 collaboratori nonché il ristrutturato laboratorio racing (Cupra Racing Factory) sono stati investiti 5,3 milioni di euro. “La nuova sede è funzionale ad una precisa strategia di rafforzamento del marchio: la scelta, operata due anni fa, di dare vita al ‘brand’ indipendente si è rilevata felice: in poco tempo, Cupra è già diventato la business unit più profittevole per Seat, le dà la possibilità di produrre modelli a più alto margine di contribuzione e di raggiungere nuovi clienti, e i due marchi insieme ci danno le risorse e la base operativa necessarie per continuare a crescere”, osserva Isensee. Quasi 40.000 autovetture vendute nei primi due anni di vita operativa di Cupra “Dimostrano il grande potenziale dell’azienda. Cupra cresce più di quanto sia stato previsto in origine, e ora siamo pronti ad entrare in una nuova fase, per dimostrare che la sportività può andare di pari passo con l’elettrificazione con il lancio di tre modelli ibridi; abbiamo inoltre l’obiettivo di raggiungere un miliardo di euro di fatturato totale SEAT quando l’intera gamma sarà disponibile”, dichiara il “numero uno” Wayne Griffiths.

L’incidenza di Cupra nel record di vendite 2019 per Seat

È del resto chiaro l’ambizioso programma strategico che i vertici Cupra ripongono sul nuovo progetto Leon: il secondo modello del giovane marchio catalano origina dalla “segmento C” bestseller di Seat, ovvero Leon che costituisce il modello centrale in funzione delle performance di Martorell sui mercati internazionali. Seat Leon, a fine gennaio 2020 aggiornata nella quarta generazione, è dal 2012 la vettura più venduta per Seat: nel 2019, il monte-vendite ha sfiorato le 152.000 unità (per la precisione: 151.900 esemplari): un quantitativo che molto ha inciso sulla nuova crescita globale per Seat, che riguardo alle consegne (574.100 nel 2019 a livello globale) ha lo scorso anno conosciuto un incremento del 10,9% rispetto al 2018 che Martorell aveva, in virtù di un consuntivo di 517.600 unità consegnate, già celebrato come anno record. Il 2019 è dunque stato, per il dinamico “brand” catalano, un nuovo anno da primato. Lo stesso si può affermare per Cupra: nel secondo anno dall’esordio sui mercati, il nuovo marchio indipendente di Martorell ha (soprattutto in virtù delle richieste nei confronti dello “Sport Utility” Ateca, che ha pressoché decuplicato le consegne dai 1.100 esemplari fatti registrare nel 2018) messo a segno un totale di 24.700 consegne (14.300 Leon Cupra, 10.4090 Cupra Ateca), cifra che corrisponde ad un +71,4% in rapporto al consuntivo 2018.

Cupra Leon 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Cupra e-Racer si prepara per la pista

Altri contenuti