Seat Leon 2020: il teaser prima del debutto

In attesa della presentazione, la quarta serie della “media”-bestseller di Martorell mette in evidenza le prime novità di rilievo.

La quarta generazione della “segmento C” di Martorell è in dirittura di arrivo: fra due settimane esatte, Seat svelerà la nuova serie di Leon, cioè il proprio modello di riferimento di fascia media, chiamato a rinnovare il ruolo di concorrente diretta nei confronti di un nutrito “parterre” di vetture (alcune delle quali appartenenti al Gruppo Vag cui l’azienda catalana fa capo) di pari segmento che, in un’ottica di mercato europea, costituiscono la fascia più sostanziosa insieme alle proposte SUV e crossover: da Audi A3 a Bmw Serie 1, da Fiat Tipo a Ford Focus a Hyundai i30, Kia Ceed, Mazda3, Mercedes Classe A, Opel Astra, Peugeot 308, Renault Mégane, Volkswagen Golf 8.

Il nuovo disegno “di coda”

Un’immagine di anteprima, diramata in queste ore dai “piani alti” Seat, permette di avere un’indicazione relativamente all’impostazione di stile nella zona posteriore del corpo vettura di Leon “4”: nello specifico, è possibile osservare la presenza di un sistema a Led, che oltre ad accompagnare il profilo “a triangolo” dei gruppi ottici “di coda”, provvede a collegarli attraverso un motivo luminoso orizzontale che “taglia” trasversalmente il portellone. Al di sotto di questo nuovo particolare, l’immagine di anteprima mette in evidenza il classico monogramma del marchio ed una indicazione di modello, a caratteri in corsivo, collocata immediatamente sopra la “battuta” del portellone. È possibile che la nuova quarta generazione, disegnata dal Centro Stile Seat guidato dal responsabile della Divisione Design Alejandro Mesonero-Romanos e che verrà prodotta nelle linee di montaggio di Martorell, porti in dote anche un nuovo spoiler posteriore.

Quali novità attendersi

Sebbene non ancora visibile “per intero”, la quarta generazione di Seat Leon viene fin da ora tratteggiata da un “identikit” funzionale a caratterizzarne i confermati atout di “familiarità dinamica” che da vent’anni ne contraddistinguono l’immagine: ferma restando la “base di partenza” che rimane l’ormai collaudata piattaforma modulare Modularer Querbaukasten “new gen” MQB-Evo (utile a “Garantire tutta la flessibilità e l’adattabilità che l’ufficio di Design richiede, mentre le versioni di entrambe le declinazioni ‘Hatchback’ e ‘Sports Tourer’ conferiscono un senso delle proporzioni ancora più marcato per il design del modello di nuova generazione”, indica una nota Seat diramata a corredo del nuovo teaser), Seat Leon  2020 presenterà “Nuove ed evolute superfici”, caratteristiche che verranno enfatizzate da “Forme più decise ed un’impronta complessiva ancora più elegante, con più sfaccettature e sfumature nel colore e nel tono della vettura” ed “Un approccio più tridimensionale ed un aspetto ‘stratificato’ e in movimento”.

Dovrà confermare il successo delle serie precedenti

Il compito che i vertici Seat affidano alla quarta generazione di Leon è quanto mai ambizioso, tanto dal punto di vista dell’evoluzione di una lineup sempre più incisiva all’interno del Gruppo Vag, quanto negli sviluppi della gamma di segmento C di primo piano in Europa quanto a fascia di mercato e quantitativi di vendita, ed in riferimento alle ottime performance che Seat ha messo a segno in un 2019 che Martorell ricorderà per essere stato il terzo anno consecutivo di crescita oltre il 10% e per le dimissioni annunciate dall’ormai ex-numero uno Luca De Meo (in realtà ufficializzate la scorsa settimana, tuttavia “nell’aria” già a dicembre dello scorso anno). Seat ha, nel 2019, fatto registrare un monte-consegne di 574.100 unità, cifra che in termini percentuali si traduce in un +10,9% sul 2018; oltre al “brand” principale, anche lo “spin-off” Cupra – creato dal management catalano, e per espressa indicazione dello stesso De Meo, per enfatizzare l’immagine dinamica di Martorell – ha archiviato un 2019 più che positivo: in rapporto al 2018, le vendite di Cupra sono aumentate del 71,4%.

Modello per modello, è proprio alla terza serie di Leon (che alla fine dello scorso luglio ha raggiunto il milione di unità vendute dal 2012, ha dato il proprio fattivo contributo all’importante traguardo dei due milioni di Leon che in vent’anni di carriera sono state vendute negli attuali 48 Paesi di destinazione, fra i quali ci sono Algeria, Ucraina, Azerbaijan e Nuova Zelanda, e presto verrà sostituita dalla imminente quarta generazione pronta a far bella mostra di se il prossimo 28 gennaio in anteprima assoluta) che va la palma di Seat più venduta nel 2019: 151.900 le nuove unità consegnate, davanti a Ibiza (125.300) ed Arona, che con un +25% costituisce il modello “a ruote alte” più venduto per Seat e, insieme ad Ateca e Tarraco ha contribuito per il 44% alle performance di Seat sui mercati europei, fra i quali la Germania rappresenta il Paese più ricettivo (132.500 i nuovi esemplari venduti ed un aumento del 16,1% sul 2018), persino davanti alla Spagna (108.000 le unità consegnate). L’Italia, con 26.818 nuove unità consegnate, è stato nel 2019 il quinto mercato Seat in termini di vendite.

Seat Leon festeggia 20 anni di carriera Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Seat Ateca 2021

Altri contenuti