Mitsubishi: le novità per il Salone di Tokyo 2019

Il marchio dei Tre Diamanti punta sull’evoluzione delle tecnologie in materia di sistemi low emission, guida assistita e segmento “small”.

Elettrificazione, nuove soluzioni hi-tech, inediti sistemi di interfaccia conducente-macchina finalizzate allo sviluppo di ulteriori sistemi di assistenza attiva alla guida; e ancora: un nuovo approccio alla mobilità “ultra-small”. Ecco, in estrema sintesi, le anteprime Mitsubishi annunciate in queste ore per l’imminente Salone di Tokyo 2019, in programma dal 24 ottobre al 4 novembre, nel complesso Tokyo International Exhibition Center (“Tokyo Big Sight”) e oggetto di una prima anticipazione alcuni giorni fa. Rispetto a quanto pubblicato a metà settembre, e che si riferiva ad una “misteriosa” concept Sport-Utility di dimensioni compatte, provvista di un sistema di alimentazione ibrido plug-in e dotato di trazione integrale ad attivazione elettrica, adesso dai “piani alti” del marchio dei Tre Diamanti che fa parte della “big Alliance” a tre con Renault e Nissan arrivano nuovi dettagli sulla novità attesa alla rassegna di Tokyo, insieme ad ulteriori conferme sui veicoli che verranno esposti allo stand Mitsubishi.

MI-TECH Concept

Un veicolo di fascia SUV, dal corpo vettura compatto e dalle linee dinamiche, propulsore elettrificato e sistemi di assistenza e sicurezza attiva di nuova generazione: è, in poche parole, il messaggio contenuto nel prototipo Mitsubishi MI-TECH Concept, che farà bella mostra di se al Salone di Tokyo 2019. Sebbene i particolari tecnici vengono al momento tenuti “nascosti”, Mitsubishi punta fin d’ora i propri riflettori sui possibili riferimenti di mercato dell’inedita concept: la vettura, comunica una nota diffusa in queste ore, “Incorpora i valori propri della ‘vision’ Drive Your Ambition, qui tradotta in un SUV elettrificato”: il prototipo MI-TECH (dove “M” sta per Mitsubishi, “I” contrassegna un progetto “Intelligente, Ingegnoso” e “Ispirato”) presenta un modulo di propulsione ibrido plug-in “downsized” (quindi di piccole dimensioni e, ci si attende, dalla discreta potenza complessiva), trasmissione sulle quattro ruote ad azionamento elettrico, e  – come accennato – dispositivi di assistenza alla guida e sicurezza attiva “new gen”. Nello specifico, l’alimentazione PHEV, indica Mitsubishi, dispone di un generatore a turbina a gas (al posto di un convenzionale motore a combustione) di supporto all’unità elettrica: l’obiettivo, osservano i tecnici del marchio giapponese, è finalizzato alla possibilità di avere a disposizione una modalità di marcia totalmente elettrica, così come diversi programmi di funzionamento ibrido, a tutto vantaggio della versatilità di impiego e dell’efficienza complessiva del veicolo. La trazione integrale viene provvista da un sistema “Quad Motor”, comprendente due unità elettriche: una in corrispondenza dell’avantreno, la seconda collegata al retrotreno. La coppia motrice istantanea viene inviata alle ruote in maniera attiva, in funzione delle specifiche condizioni di marcia e del fondo stradale. Riguardo ai sistemi di assistenza alla guida, il prototipo Mitsubishi MI-TECH Concept si avvale di un modulo di interfaccia uomo-macchina HMI-Human Machine Interface, nel quale interviene una serie di sofisticati sensori ottici collocati sul parabrezza: l’obiettivo di costituire un sistema di guida semi-autonoma viene rappresentato dal ruolo di questi sensori, programmati non soltanto per avvertire il conducente in merito ad un possibile incidente, ma anche – attraverso il sistema MI-PILOT – per essere in grado di prendere il controllo del veicolo in caso di emergenza, agendo in autonomia su sterzo e freni. Da segnalare una ulteriore anticipazione di natura hi-tech: al Salone di Tokyo, la concept Mitsubishi potrà essere “testata” dai visitatori attraverso un programma di realtà aumentata, che permetterà al pubblico di osservarne le forme esterne in tutte le angolazioni ed a varie distanze, nonché poter esplorare gli interni e gli ambienti esterni direttamente dall’abitacolo, come se ci si trovasse seduti dentro.

Super Height K-Wagon Concept

Una seconda anteprima mondiale Mitsubishi al Salone di Tokyo 2019 sarà rappresentata dalla “première” di una nuova Super Height K-Wagon Concept, prefigurazione di “mini-SUV” che appartiene alla fascia di mercato Kei car tipicamente giapponese (un’altra vetturetta che si ispira a questo particolarissimo segmento attesa al Salone di Tokyo 2019 è, ad esempio, la “baby” Nissan IMk), le cui dimensioni esterne – secondo una normativa nazionale in vigore ormai da più di trent’anni – non possono superare 3,4 m di lunghezza massima, 1,48 m di larghezza, 2 m di altezza; riguardo alla motorizzazione, sono ammesse unità motrici fino a 660 cc e 64 CV di potenza massima. Nel dettaglio, il prototipo Mitsubishi Super Height K-Wagon Concept – del quale viene diffuso un teaser di anteprima – non dovrebbe suscitare grandi sorprese dal punto di vista estetico in relazione alle ben conosciute forme “squadratissime” delle minuscole kei car, seppure Mitsubishi ne indichi “Uno stile che strizza l’occhio ai SUV”. Anche Mitsubishi Super Height K-Wagon Concept, in ogni caso, dispone del modulo MI-PILOT, qui articolato nei sistemi di assistenza alla guida di mantenimento corsia di marcia, Forward Collision Mitigation braking, Mis-acceleration Mitigation ed altri dispositivi di ultima generazione, che rientrano nell’equipaggiamento richiesto dal Governo giapponese per la classificazione dei veicoli SAPO Car-Safety Support Car di livello “S Wide”.

Engelberg Tourer: l’anteprima nazionale

Dopo l’anteprima al Salone di Ginevra 2019 ed il successivo “tour” al Salone di Shanghai (dove era stata esposta con la nuova denominazione e-Yi Concept), al Salone di Tokyo 2019 avverrà la “première” nazionale di Mitsubishi Engelberg Tourer, prefigurazione di veicolo di fascia Sport Utility di medie dimensioni, con abitacolo a sette posti disposti su tre file di sedili e provvisto di sistema di propulsione ibrido plug-in rappresentato da una nuova generazione della tecnologia “Twin Motor” che equipaggia l’attuale Outlander PHEV: unità motrice a benzina che funge da generatore al modulo “zero emission” formato da due motori elettrici – uno per ciascun assale – a loro volta gestiti dalla tecnologia S-AWC.

Mitsubishi: primi teaser delle novità per il Salone di Tokyo 2019 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mitsubishi Eclipse Cross: video e scheda tecnica

Altri contenuti