Skoda: gli aggiornamenti di gamma per Scala, Karoq e Kodiaq

Nel passaggio alla lineup “Model Year 2020”, Skoda introduce il 1.0 TSI 95 CV per la “segmento C” Scala, il 2.0 TDI 190 CV per Karoq, nuovi ADAS per la gamma SUV ed il “lettering” al portellone.

Novità di listino per Skoda: il marchio di Mlada Boleslav, presente in questi giorni al Salone dell’Auto di Torino Parco del Valentino 2019 con l’interessante “new entry” ibrida plug-in Superb iV (qui la nostra anticipazione), annuncia in queste ore un ampio ventaglio di aggiornamenti alla propria lineup, contestuali al passaggio verso le varianti “Model Year 2020”.

Si tratta, nell’ordine, dell’arrivo di nuove combinazioni di propulsione per la recentissima Skoda Scala, dell’introduzione dell’unità motrice 2.0 TDI 190 CV per Skoda Karoq, e di due upgrade – in materia di ridefinizione degli stilemi identificativi e di dotazioni ADAS – che riguardano tanto Karoq quanto Kodiaq; nonché, in ultimo, una modifica nell’assortimento di versioni per la lineup Octavia. Ma andiamo con ordine.

Skoda Scala: il nuovo “baby” 1.0 TSI 95 CV

Skoda Scala, “segmento C” di recentissimo debutto sul mercato italiano (qui il nostro approfondimento) quale sostituta di Skoda Rapid Spaceback, aggiunge una nuova unità di propulsione alle versioni-lancio: il piccolo 1.0 TSI da 95 CV, abbinato al cambio manuale a cinque rapporti, che debutta in listino a partire da 19.960 euro in allestimento “Ambition”  Il nuovo 1.0 TSI 95 CV arricchisce, dunque, le proposte Skoda Scala 1.0 TSI 115 CV e 1.5 TSI 150 CV con cambio DSG (a loro volta, adesso, disponibili anche con, rispettivamente, cambio automatico DSG sette rapporti con comando doppia frizione, e cambio manuale a sei rapporti; prezzi da 23.260 euro e 24.460 euro), e turbodiesel (1.6 TDI 115 CV con cambio manuale; 1.6 TDI 115 CV con cambio DSG).

Skoda Karoq: arriva il 2.0 TDI 190 CV

Per Skoda Karoq, si segnala l’arrivo della motorizzazione 2.0 TDI da 190 CV di potenza, abbinata di serie al canbio automatico DSG doppia frizione ed alla trazione integrale 4×4 a controllo elettronico. Il nuovo “2 litri” turbodiesel, chiamato ad un posizionamento alto di gamma per potenza e valori prestazionali, è disponibile nei tre allestimenti “Style”, “Sportline” (dall’immagine maggiormente dinamica) e Scout, declinazione adatta agli impieghi fuoristradistici in virtù della presenza di una completa protezione del sottoscocca. La nuova Skoda Karoq 2.0 TDI 190 CV 4×4 DSG debutta in listino ad un prezzo che parte da 37.780 euro.

SUV Skoda: aggiornamenti estetici e nella dotazione ADAS

Lo stesso SUV Skoda Karoq, insieme a Kodiaq (recentemente declinato nella versione bi-turbo diesel RS: qui il nostro primo contatto) si distingue ora per una modifica allo stilema di identificazione del marchio: fedelmente a quanto introdotto per Scala e Superb (e, nell’immediato, per il nuovo compact-SUV Kamiq), il monogramma “Skoda” presente sul portellone viene sostituito dal “lettering” Skoda: un cambiamento che riguarderà tutti i nuovi modelli che l’azienda boema presenterà nei prossimi anni.

L’equipaggiamento di Skoda Karoq e Kodiaq prevede, inoltre, un significativo aggiornamento nelle dotazioni di sistemi ADAS di ausilio attivo alla guida: il montaggio di un nuovo e più grande diodo luminoso di segnalazione di colore giallo, ora integrato nel guscio di ciascuno specchio retrovisore esterno in luogo della precedente collocazione all’interno dello specchio stesso; e l’adozione del dispositivo Lane Assistant in sostituzione del precedente Blind Spot Detect. Il nuovo Lane Assistant si avvale di una versione evolutiva dei sensori radar collocati nella zona posteriore del veicolo, in grado di monitorare il traffico retrostante la vettura fino ad una distanza di 70 metri (laddove, nel modello che viene sostituito, l’”occhio” arriva fino a 20 metri), ed in grado dunque di avvertire con miglior anticipo il conducente nella guida autostradale, segnalando eventuali pericoli durante la fase iniziale di sorpasso.

Skoda Octavia: novità nell’allestimento Ambition

Infine, Skoda segnala che la lineup Octavia non è più disponibile nella configurazione “Active” di ingresso alla gamma, mentre le varianti in allestimento “Ambition” (in vendita con prezzi “chiavi in mano” che partono da 21.550 euro per Skoda Octavia 1.0 TSI 115 CV Ambition e 24.490 euro per Skoda Octavia 1.6 TDI 115 CV Ambition; da 22.600 euro, 25.540 euro e 27.740 euro per le tre varianti benzina, diesel e metano G-TEC di Skoda Octavia Wagon “Ambition”) dispongono ora dell’impianto audio “Bolero” con display da 8” e connettività estesa SmartLink+ senza alcun aumento di prezzo.

Skoda Scala: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti