Nuova Toyota Corolla 2019: nome dal passato, tecnologia dal futuro

Due motorizzazioni Full Hybrid Electric – 1.8 ed un nuovo 2.0 -, quattro allestimenti, declinazioni Hatchback e Touring Sports. Prezzi da 27.300 euro.

Nuova Toyota Corolla 2019: nome dal passato, tecnologia dal futuro

di Redazione

14 Febbraio 2019

Arriva sul mercato (Europa compresa) accreditata dall’ambizioso compito di “erede” della fortunata Auris, e forte della corona di modello più venduto al mondo nel 2018 (già ai vertici globali nel 2017, ha confermato – sebbene in leggera flessione, -1,7%, sui volumi precedenti, principalmente a causa dell’anzianità di progetto) la propria leadership attestandosi ad 1.181.445 unità consegnate, e davanti alla lineup Ford F-Series (gamma guidata da F-150), mentre in terza posizione d’era un altro modello Toyota, ovvero Rav4.

È la dodicesima generazione di Toyota Corolla (qui il nostro approfondimento di presentazione), attesissima novità 2019 per il colosso giapponese, che nelle scorse ore ha vissuto il proprio “battesimo ufficiale” della strada in previsione del suo sbarco (o meglio sarebbe dire: del suo ritorno) in Europa, mercato dal quale era assente da alcuni anni sostituita dalla “segmento C” Toyota Auris che, a questo punto, si appresta a consegnare lo scettro di modello di riferimento per la fascia media alla vettura più venduta di tutti i tempi (oltre 46 milioni gli esemplari consegnati nelle undici serie finora realizzate), e il cui nome è presente da ben 53 anni nei listini mondiali.

Il passaggio di testimone nel segmento C fra Toyota Auris e la nuova generazione di Toyota Corolla è, a ben vedere, emblematico per le strategie di sviluppo “eco friendly hi-tech” da parte del Gruppo giapponese: Auris, nel 2010, fu il modello attraverso il quale Toyota introdusse la propulsione ibrida nel segmento delle berline di classe media. Con l’”offensiva” di gran parte dei big player automotive in chiave di nuovi progetti di elettrificazione, ecco quel qualcosa in più: l’adozione di sistemi interamente Full Hybrid, con i quali Toyota Corolla 2019 si prepara al debutto, insieme ad un ampio ventaglio di novità che ne giustificano l’appartenenza ad una serie completamente rinnovata.

Corolla: ecco prezzi e allestimenti

Contestualmente al “vernissage” che si è tenuto nelle scorse ore a Palma de Mallorca, la dodicesima generazione di Toyota Corolla viene confermata per l’imminente debutto su strada. La lineup della “segmento C” si articola su quattro allestimenti: “Active”, “Business”, “Style” e “Lounge”, e nelle declinazioni due volumi Hatchback (svelata ai Saloni di Ginevra e New York 2018) e station wagon Touring Sports, esposta lo scorso ottobre al Salone di Parigi 2018 (la pur interessante tre volumi “Sedan” non verrà importata in Italia: le berline “con la coda” non riscuotono, nel nostro mercato, un gradimento tale da giustificarne l’introduzione).

Due le varianti di motorizzazione: 1.8 da 122 CV ed un (tutto nuovo) 2.0 da 180 CV. I prezzi partono da 27.300 euro (Toyota Corolla Hatchback 1.8 122 CV Active) e da 31.850 euro (2.0 180 CV). Per la versione Touring Sports, gli importi aumentano di 1.000 euro. Al momento del “lancio” commerciale, Toyota Corolla 2019 viene offerta con prezzi a partire da, rispettivamente, 22.950 euro (1.8) e 27.200 euro (2.0). Gli importi, come è possibile notare, sono nel complesso leggermente più elevati in rapporto ad alcune concorrenti di segmento C; tuttavia, le novità a bordo possono giustificarne i prezzi (peraltro non elevatissimi in senso assoluto), a cominciare dai dispositivi ADAS installati di serie nell’intera gamma, e che si riassumono nel modulo Toyota Safety Sense di ausilio alla guida, comprendente fra gli altri il sistema di frenata autonoma d’emergenza con funzione proattiva pedoni, il dispositivo di mantenimento corsia, il sistema di riconoscimento segnali stradali tramite telecamera, il Cruise Control adattivo e l’accensione automatica dei fari abbaglianti, il rilevatore di angoli ciechi con assistenza nelle manovre di uscita dai parcheggi, l’Intelligent Clearance Sonar, il driver Start Control ed un ampio ventaglio di sistemi di controllo trazione e frenatura.

Toyota Corolla 2019: riflettori puntati sulla tecnologia di bordo

Per affrontare un mercato in costante evoluzione e sempre più attento alla sicurezza ed al comfort di conducente e passeggeri, i tecnici Toyota hanno affrontato un percorso tutto nuovo – per quanto in linea con lo sviluppo della propria lineup – nella definizione del progetto “new Corolla”. Un programma che, a partire dalla “base di partenza” rappresentata dalla piattaforma TNGA-Toyota New Global Architecture (condivisa, ora, con la recentemente aggiornata Toyota Prius e con CH-R e che, fra gli altri, prevede l’adozione del sistema di sospensioni multilink al retrotreno ed ha consentito un sostanziale abbassamento del corpo vettura) a sua volta “diretta derivazione” dal conosciuto pianale modulare GA-C, si concretizza in una nuova dinamica di guida, una versatilità a bordo adeguata alle esigenze delle famiglie (con i rispettivi bagagli) e nuovi traguardi in fatto di NVH (Noise, Vibration, Harshness). Il tutto, condensato nella nuova frontiera di elettrificazione rappresentata dalla lineup Full Hybrid Electric.

Sotto il cofano, il nuovo sistema ibrido

Proprio la nuova tecnologia di propulsione, al debutto nel segmento C, rappresenta uno degli atout con i quali Toyota Corolla si presenta al pubblico. Le due unità motrici, concepite – indicano i tecnici Toyota – per garantire all’automobilista “La possibilità di coprire fino al 50% degli spostamenti quotidiani in modalità elettrica”, sono state oggetto di un re-engineering mirato al raggiungimento di una maggiore risposta e fluidità di marcia, mantenendo l’efficienza e l’economia dei consumi e (relativamente alla nuova variante 2 litri) maggiore potenza e dinamismo.

Nello specifico, la versione 1.8 da 122 CV per 142 Nm di coppia massima, formata dalla conosciuta unità da 1,8 litri a ciclo Atkinson abbinata ad un motore elettrico che riceve alimentazione da batterie a 600V, ha ricevuto nuovi studi in materia di riduzione degli attriti, un nuovo distanziatore per la “camicia” di raffreddamento del blocco, nuove valvole ed una nuova geometria per la “luce” di aspirazione ed una corsa più lunga, una nuova valvola EGR “maggiorata” in funzione dell’ottimizzazione del flusso dei gas di scarico, un nuovo collettore di aspirazione ed una riprogettazione del sistema di raffreddamento, nonché un nuovo sistema Dual VVT-i con VVT-iE (Variable Valve Timing-intelligent Electric) sul lato dell’aspirazione. Per garantire maggiori fluidità ed elasticità di funzionamento, a corredo del sistema ibrido di Toyota Corolla 2019 interviene un differenziale più piccolo ed a doppio asse per motore e generatore, in modo da ottenere un treno di ingranaggi a bassa dissipazione di potenza, nonché una nuova rapportatura al cambio.

La versione più “grande” 2.0 da 180 CV e 190 Nm di coppia massima riceve alimentazione all’unità “zero emission” da una batteria al Nickel-metallo idruro da 650V; specifiche della variante sono la modalità di guida “Sport” e il ricorso al cambio Sequential Shiftmatic a 6 rapporti con levette al volante. Da segnalare la possibilità di funzionamento in modalità 100% elettrica fino a 115 km/h di velocità.

Decisamente buoni i valori su strada comunicati da Toyota: in versione 1.8, Toyota Corolla 2019 Hatchback e Touring Sports raggiunge una velocità massima di 180 km/h e tempi di, rispettivamente, 10”9, 11”1 ed 11”0 per il passaggio da 0 a 100 km/h, consumi (ciclo NEDC corrispondente) fino a 3,3 litri per 100 km ed emissioni di CO2 pari a 76 g/km. Per la variante equipaggiata con il nuovo 2.0 Full Hybrid, la velocità di punta si mantiene a 180 km/h in entrambe le declinazioni Hatchback e Touring Sports, l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 7”9 ed 8”1, i consumi arrivano a 3,7 litri per 100 km e le emissioni dichiarate sono nell’ordine di 85 ed 84 g/km di CO2.

Corpo vettura: simpaticamente sportiva

Eccezion fatta per la variante “Sedan” a tre volumi, che come accennato non arriverà in Italia, Toyota Corolla MY 2019 mette in evidenza un’impostazione di stile che strizza l’occhio ad una certa sportività (caratteristica, questa, amplificata da una linea tondeggiante e inframmezzata da numerose modanature). Apprezzabili – a tutto vantaggio della visibilità all’esterno e della luminosità a bordo – l’ampia finestratura laterale e la notevole superficie del parabrezza (molto inclinato). Queste le dimensioni del corpo vettura: 4,37 m di lunghezza (ovvero 40 mm in più rispetto a Toyota Auris), 1,79 m di larghezza (cioè 30 mm in più), 1,44 m di altezza (in questo caso, risulta ribassata di circa 40 mm). Discreta, ma non eccezionale, la capienza del vano bagagli: 361 litri per la versione Hatchback 1.8, e 318 litri per la 2.0. Se si hanno esigenze di famiglia, meglio orientarsi sulla declinazione Touring Sports, che nel normale assetto di marcia sfiora 600 litri al bagagliaio.

Abitacolo: tutto in funzione del comfort

Se il vano bagagli può apparire ad una prima occhiata “sacrificato”, è d’altro canto apprezzabile l’attenzione riposta dai tecnici Toyota nel layout abitacolo: rifinito con la consueta cura, l’interno di Toyota Corolla MY 2019 mette in evidenza nuovi sedili che offrono maggiore spazio per le gambe, bocchette di aerazione dedicate per gli occupanti la fila posteriore, rivestimenti disponibili in pelle e Alcantara, nuovi dettagli cromati e nuove superfici Piano Black. Ad amplificare la luminosità, interviene il tetto panoramico previsto per la variante Touring Sports, la quale dal canto suo dispone anche di portellone ad apertura elettrica con sensore di movimento. La dotazione della dodicesima generazione di Toyota Corolla comprende altresì la strumentazione a display multifunzionale da 7” con commutazione di grafiche (tachimetro digitale, tachimetro analogico o effetto 3D), l’Head-up Display da 10”, con comandi al volante multifunzione, per la visualizzazione delle informazioni e delle segnalazioni; il modulo di funzionalità infotainment con schermo touch da 8” che incorpora il sistema multimediale Toyota Touch con integrata la funzione di soccorso eCall d’emergenza, ed una nuova applicazione Connected Services della quale fanno parte funzioni quali Last Mile Guidance, navigazione Send to Car, Find my Car, Driving Analytics e Maintenance Reminder.

Tutto su: Toyota Corolla