Audi Q4 Sportback e-tron: la prova su strada

L’ultima nata (in ordine di tempo, a medio termine ne arriveranno altre) fra le proposte ad alimentazione 100% elettrica di Ingolstadt propone un ulteriore affinamento in termini di versatilità ed efficienza: ecco come va.

La “famiglia” Q4 e-tron, introdotta sul mercato nella primavera 2021, raddoppia: al primo compact-SUV elettrico che rappresenta la soglia di ingresso nella e-mobility per il marchio dei “Quattro Anelli”, si affianca l’altrettanto interessante declinazione coupé e-tron Sportback, che dopo il via alle ordinazioni si prepara all’esordio nelle concessionarie italiane fissato per ottobre 2021. Un arricchimento di proposte cruciale per Ingolstadt, tenuto conto della fascia di mercato di riferimento – il segmento Sport Utility di medie dimensioni, che in Europa contribuisce agli ottimi risultati di vendite per i veicoli “a ruote alte”: ormai, quasi una vettura su due venduta nel “Vecchio Continente” è SUV o Crossover -, ed in relazione ai programmi di sviluppo Audi all’insegna dell’elevata elettrificazione.

Lo Sport Utility elettrico e di segmento “medium” Q4 e-tron, che nella prima metà del 2021 aveva ufficialmente dato il via all’evoluzione “zero emission” per Audi anche nella fascia B-SUV si arricchisce, nella lineup di Ingolstadt, con la “derivazione” Coupé Q4 Sportback e-tron: un raddoppio di proposte fondamentale per il marchio tedesco, anche in riferimento al cruciale segmento di appartenenza. I veicoli “a ruote alte” (SUV e Crossover) costituiscono da tempo una parte sempre più importante in termini di vendite a livello europeo, tanto da incidere per quasi la metà sul totale delle consegne. Da qui, il ruolo essenziale degli Sport Utility in materia di evoluzione della e-mobility.

I punti-chiave dello sviluppo dell’elettrificazione

Audi, in questo senso, non costituisce alcuna eccezione: del resto, è ben noto il maxi programma di sviluppo strategico dei “Quattro Anelli”, da tempo sui taccuini delle priorità dei vertici di Ingolstadt ed ulteriormente ribadito, a marzo 2021, al momento della presentazione del bilancio 2020. Per l’elettrificazione della propria gamma rivolta al 2025, Audi stanzia una cifra di 15 miliardi di euro complessivi, vale a dire quasi un terzo della somma che sarà investita nelle nuove tecnologie (auto elettriche ibride, cioè, ma anche digitalizzazione e servizi alla mobilità). A metà del decennio, la gamma Audi dovrà arrivare a proporre più di venti nuovi modelli ad alimentazione 100% elettrica, un notevole aumento delle proposte ibride ed ibride plug-in (a breve termine si prevede già che una configurazione ibrida plug-in andrà ad arricchire la metà dell’attuale gamma di modelli a combustione, secondo un processo di ottimizzazione delle proposte benzina e diesel senza investire nuove somme di denaro nello sviluppo di eventuali nuove generazioni di sistemi di propulsione “convenzionali”) e, in buona sostanza, almeno un terzo delle consegne complessive Audi dovrà nel 2025 arrivare proprio dai nuovi veicoli a basse (o del tutto assenti) emissioni di CO2 allo scarico.

Riflettori puntati sulla gamma B-SUV

Nasce da qui l’importanza di poter contare su un’offerta sempre più ampia di vetture ad elevata elettrificazione, e che riguardi i principali segmenti di mercato. Come, appunto, la fascia medium-Sport Utility, che con Q4 e-tron era di recente entrata nel mondo della propulsione elettrica. Il “merito”, va detto, è anche del… materiale già presente “in casa”, ovvero la piattaforma modulare MEB-Modularer Eletrobaukasten sviluppata dai tecnici Volkswagen e che aveva esordito come “base di partenza” della gamma VW ID., e – grazie a precise strategie di economia di scala – andrà gradualmente a costituire l’”ossatura” delle vetture elettriche di dimensioni medie e compatte del Gruppo VAG.

I vantaggi del pianale MEB

Grazie alle numerose configurazioni permesse dall’architettura MEB che si caratterizza per un layout “piatto”, Audi Q4 e-tron e l’ulteriore novità Sportback (che abbiamo saggiato in un primo contatto su strada di cui pubblichiamo più sotto tutti i dettagli) si distinguono per due principali peculiarità:

  • Ingombri esterni abbastanza compatti (circa quattro metri e mezzo di lunghezza e un metro e ottantacinque di larghezza), in linea con le dimensioni “in pianta” di Audi Q3;
  • Abitabilità e possibilità di carico bagagli di livello superiore: lo spazio a bordo e la capienza del bagagliaio sono corrispondenti a quelli di Audi Q7, in virtù di un interasse decisamente “lungo” (2.760 mm) che permette più di un metro e ottanta di lunghezza a livello di abitacolo.

In effetti, a fronte di una capienza di riferimento per la propria categoria (ben 15 cm in più rispetto ad Audi Q4 e-tron e Q5, sebbene in rapporto a quest’ultima sia più corta di oltre 90 mm), Audi Q4 Sportback e-tron dispone di cinque posti comodi (adatti, cioè, ad ospitare altrettanti passeggeri adulti nel massimo comfort) e ben 535 litri di capacità utile nel vano bagagli (dunque 15 litri in più in relazione a Q4 e-tron SUV, ma anche rispetto ad Audi Q5), che possono ampliarsi a 1.460 litri abbattendo gli schienali posteriori (a loro volta frazionabili nello schema 40:20:40). Notevole anche l’altezza libera da terra (a tutto vantaggio della guida anche al di fuori dell’asfalto): 180 mm.

Più autonomia grazie all’aerodinamica

L’impostazione delle linee esterne è di fondamentale importanza nella progettazione di un’auto elettrica: a flussi di aria ottimali corrisponde infatti il rendimento del veicolo. Grazie al profilo spiovente del tetto ed allo spoiler collocato alla base del lunotto, il coefficiente di penetrazione (Cx) di Audi Q4 Sportback e-tron è di 0,27, inferiore cioè a quello di Q4 e-tron SUV (0,28). Numeri che premiano l’autonomia (fino ad oltre 530 km a ciclo WLTP, come dire 12 km in più rispetto all’analoga variante di Audi Q4 e-tron “Sport Utility”), e quindi l’efficienza complessiva della vettura.

Dimensioni e pesi

  • Lunghezza: 4,59 m;
  • Larghezza: 1,86 m (2,11 m con gli specchi retrovisori);
  • Altezza: 1,61 m;
  • Passo: 2.764 mm;
  • Carreggiata anteriore: 1.587 mm;
  • Carreggiata posteriore: 1.565 mm;
  • Altezza libera da terra: 180 mm;
  • Cx: 0,27;
  • Peso a vuoto (con conducente, secondo il regolamento UE 1230/2012): 1.895 kg (35 e-tron), 2.045 kg (40 e-tron), 2.215 kg (50 e-tron quattro).

Capienza bagagliaio

  • Volume utile di carico: 535 litri nel normale assetto di marcia, 1.460 litri con gli schienali posteriori ripiegati.

Gli allestimenti

Audi Q4 Sportback e-tron viene proposta in tre versioni:

  • Q4 Sportback 35 e-tron (170 CV, batteria da 55 kWh, trazione posteriore);
  • Q4 Sportback 40 e-tron (204 CV, batteria da 82 kWh, trazione posteriore);
  • Q4 Sportback 50 e-tron quattro (299 CV, batteria da 82 kWh, due motori elettrici, trazione integrale Quattro elettrica).

Le configurazioni di gamma sono cinque:

  • Q4 Sportback e-tron (“base”);
  • EVO;
  • Business;
  • Business Advanced;
  • S Line Edition.

I prezzi

  • Audi Q4 Sportback 35 e-tron: da 47.750 euro;
  • Audi Q4 Sportback 40 e-tron: da 53.150 euro;
  • Audi Q4 Sportback 50 e-tron quattro: da 64.150 euro.

Se si eccettua la variante 50 e-tron quattro, dunque, le altre due configurazioni rientrano negli Ecoincentivi ministeriali (confermati con la legge di Bilancio 2021 e di recente rifinanziati con ulteriori 57 milioni di euro ricollocati dal plafond Extrabonus).

Digitalizzazione e dotazioni hi-tech

L’equipaggiamento di Audi Q4 Sportback e-tron propone, già nella configurazione “base” di ingresso alla gamma, un assortimento di moduli digitali pienamente “in linea” con l’evoluzione informatica dei sistemi di bordo:

  • Strumentazione digitale con display da 10.25” (Audi Virtual Cockpit e Audi Virtual Cockpit Plus negli allestimenti superiori);
  • Infotainment con schermo MMI Plus da 10.1” (display da 11.6” per le configurazioni superiori);
  • Head-up Display a realtà aumentata;
  • Un nuovo volante con la corona “tagliata” nella parte superiore ed in quella inferiore, e superfici touch a feedback aptico inserite nelle razze superiori;
  • Firma luminosa commutabile (i gruppi ottici Audi Matrix Led permettono la scelta, successivamente all’acquisto del veicolo, fra quattro differenti grafiche di illuminazione, ciascuna delle quali è attivabile mediante l’infotainment MMI);
  • Portellone ad azionamento elettrico;
  • Sistema “Audi Drive Select” di gestione delle dinamiche di marcia.

Motori elettrici, autonomia, ricarica

Powertrain

Sotto al cofano, Audi Q4 Sportback e-tron viene equipaggiata con uno o due motori elettrici, a seconda della versione: un’unità motrice, collocata in corrispondenza delle ruote posteriori, per 35 e-tron e 40 e-tron (con potenze di, rispettivamente, 170 Cv e 204 CV), e due motori “zero emission” (uno anteriore e uno posteriore) per 50 e-tron quattro da 299 CV e 460 Nm di coppia massima.

Alimentazione

La batteria – collocata nella zona inferiore della piattaforma MEB, a beneficio del baricentro e di conseguenza della tenuta di strada – dispone di 55 kWh di capacità per 35 e-tron, e 82 kWh per 40 e-tron e 50 e-tron quattro. L’autonomia WLTP varia fra 347, 495 e 532 km (quest’ultima riferita ad Audi Q4 Sportback 40 e-tron 204 CV).

Tecnologie di “pieno” di energia

La ricarica a corrente alternata supporta fino a 11 kW di potenza, e fino a 125 kW a corrente continua. In termini di tempo, sono sufficienti 10 minuti di allaccio per consentire ad Audi Q4 Sportback 40 e-tron l’accumulo di energia sufficiente a percorrere 130 km. Da segnalare, come già avviene per le altre proposte Audi ad elevata elettrificazione, la possibilità di accedere, tramite il servizio Audi e-tron Charging Service con un’unica card ed un unico contratto, alle oltre 260.000 stazioni di ricarica pubbliche presenti in 26 Paesi (più di 18.000 gli “hub” in Italia), a tariffe convenzionate per il network “fast charge” Ionity.

Le nostre prime sensazioni di guida

In questa prima volta che “abbiamo incontrato” la Q4 Sportback e-tron ci siamo messi al volante della “40” che offre la potenza massima di 204 CV e con la batteria da 82 kWh è quella che permette più autonomia oltre a sembrarci la versione più equilibrata, quella che occupa la posizione “privilegiata” e che quindi viene identificata come il “cuore di gamma”. A vederla da fuori è muscolosa ma filante, ben tonificata e prestazionale, nonostante il suo peso si spinga oltre le 2 tonnellate. Non abbiate paura però, perché la Q4 Sportback e-tron nasce su una piattaforma dedicata, capace di dare una spiegazione a tutto e trovare una soluzione anche a quello che, inizialmente, sembra scomodo su una vettura di questo tipo. Così, il telaio “da primo della classe” e il baricentro tenuto basso dal posizionamento degli accumulatori sotto l’abitacolo, consentono di guidare in scioltezza (purché non si esageri) questa SUV coupè elettrica, che fila liscia tra i tornanti e i tratti stradali misti e scorre leggera in autostrada, con una velocità massima autolimitata a 160 all’ora, ma con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 8,5 secondi. Tutto torna, perché non stiamo parlando di un “fulmine d’auto”, ma di un SUV chiamato a fare il suo dovere, senza deludere il guidatore quando vuole “spingere” un po’ di più (grazie anche ad una coppia massima di 310 Nm) senza lamentarsi del peso che si porta dietro. A tal proposito, ci è apparso davvero ottimo il lavoro svolto sul bilanciamento dei pesi, che annienta quasi del tutto la sensazione del loro trasferimento nelle frenate decise o del rollio tra una curva e l’altra, mentre lo sterzo strizza molto di più l’occhio al comfort che alla sportività: tendenzialmente è leggero, ma non penalizza la vivacità di guida quando richiesta.

La scheda tecnica

Propulsione

  • Motori elettrici: 1 (35 e-tron e 40 e-tron), 2 (50 e-tron quattro);
  • Caratteristiche: asincrono (anteriore), sincrono (posteriore);
  • Potenza massima: 170 CV (35 e-tron), 204 CV (40 e-tron), 299 CV (50 e-tron quattro);
  • Coppia massima: da 310 Nm (35 e-tron) a 460 Nm (50 e-tron quattro);
  • Batteria: agli ioni di litio;
  • Caratteristiche: 12 moduli e 288 celle;
  • Tensione: 352 V;
  • Capacità di accumulo: 55 kWh (35 e-tron), 82 kWh (40 e-tron e 50 e-tron quattro).

Trasmissione

  • Cambio: monomarcia;
  • Trazione: posteriore (35 e-tron e 40 e-tron), integrale Quattro elettrica (50 e-tron quattro).

Sospensioni

  • Assale anteriore: schema tipo McPherson, bracci trasversali triangolari inferiori;
  • Assale posteriore: Multilink a cinque bracci.

Sterzo

  • Tipo: elettromeccanico a servoassistenza e demoltiplicazione variabili;
  • Raggio di sterzata: 11,5 m.

Impianto frenante

  • Tipo: elettroidraulico integrato con Esc, Abs ed Ebd;
  • Freni anteriori: dischi autoventilanti;
  • Freni posteriori: a tamburo.

Ruote

  • Cerchi: in lega da 8×19”;
  • Pneumatici: anteriori da 235/55 R 19, posteriori da 255/50 R 19.

Prestazioni

  • Velocità massima: 180 km/h (autolimitati);
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 6”2;
  • Autonomia a ciclo WLTP: 420-495 km;
  • Consumo di energia a ciclo combinato WLTP: fino a 17,6-20,9 kWh per 100 km.

Una gamma completa di soluzioni commerciali

Allo stesso modo della “sorella” SUV Q4 e-tron, la novità Sportback si avvale dell’intero catalogo di proposte finanziarie Audi Italia, con un ampio portfolio di soluzioni finanziarie e di noleggio full-electric a lungo termine ed anche a breve termine (anche soltanto per un giorno, o una settimana, un mese così come per periodi più lunghi, eventualmente subentrando alla concessionaria nella locazione del veicolo) pressoché completo.

Ad esempio, Audi Value noleggio costituisce l’apice delle proposte per servizi di ricarica, copertura assicurativa ed assistenza. Nel dettaglio, ed in riferimento alla versione di media gamma), Audi Q4 Sportback 40 e-tron in allestimento Business (57.350 euro il prezzo di listino viene offerta con un canone di 499 euro al mese per 36 mesi e 45.000 km, che comprende:

  • Ricarica: 12 mesi di accesso gratuito al servizio pubblico Audi e-tron Charging Service, con rete Ionity ad elevata capacità, e (per la ricarica domestica) pacchetto Ready for e-tron Pro con Wallbox Enel X JuiceBox Pro Cellular da 7,4 kW con cavo integrato, installazione, realizzazione della linea di alimentazione e connessione a valle del contatore;
  • Assistenza: Piano di manutenzione ordinaria e straordinaria per l’intera durata del contratto, vettura sostitutiva (preferibilmente elettrica) e priorità di ingresso in officina, più servizio di ricovero gratuito pneumatici in caso di sostituzione stagionale e servizio “Pick up & Delivery” (ritiro e riconsegna del veicolo nel luogo indicato e messa a disposizione di una vettura sostitutiva, con una semplice telefonata);
  • Personal Assistant: servizio di contatto privilegiato fra acquirente e Casa costruttrice, organizzato in modo da risolvere qualsiasi dubbio ed ogni richiesta di esigenza tanto a livello di prodotto quanto nell’utilizzo del veicolo. Il Personal Assistant, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, fornisce supporto sin dai primi frangenti dopo il ritiro della vettura quando, in occasione della “welcome call”, vengono verificate eventuali necessità o, ad esempio, qualora insorgano difficoltà alle colonnine di ricarica pubbliche;
  • Mini matrice personalizzata: possibilità di adattare la durata del contratto e la percorrenza chilometrica anche dopo l’inizio del noleggio. In alternativa, a disposizione del cliente c’è il prodotto finanziario “Audi Q4 e-tron Bridge” che permette di uscire dal contratto di locazione a condizioni agevolate ed anticipatamente, optando per un’altra Audi (anche a motore termico) e scegliendo una delle formule di finanziamento Volkswagen Financial Services più in linea con le personali necessità;
  • Facilitazioni Audi: immatricolazione, Ipt, soccorso stradale e traino in Italia ed in Europa 24 ore su 24, limitazione di responsabilità per incendio e furto, Kasko, sistema di recupero del veicolo rubato mediante dispositivo a radio frequenza, polizza RC Auto.
Audi Q4 Sportback e-tron: primo contatto Vedi tutte le immagini
Altri contenuti