Mini: aggiornamenti tecnici per i modelli a benzina

Dopo l’upgrade della gamma diesel, anche le varianti benzina di Mini vengono adeguate ai nuovi standard Euro 6d TEMP. Debutta il cambio Steptronic 7 rapporti per Clubman e Countryman. Nuovi servizi connessi.

Le varianti a benzina vengono aggiornate in funzione dei nuovi standard sulle emissioni; i sistemi trasmissione ricevono lo Steptronic doppia frizione, di recente engineering; la dotazione multimediale propone il nuovo “Connectivity Package” con modalità di ricarica wireless per smartphone e compatibilità con Apple CarPlay; nuovo anche l’impianto audio Haman-Kardon, e al debutto il comando di accensione automatica dei gruppi ottici per Clubman e Countryman.

Ecco, in estrema sintesi, il programma di aggiornamento alla lineup Mini (qui il nostro primo contatto  con la nuova gamma) che i vertici del marchio di Oxford comunicano fissandone il debutto già a partire da luglio 2018.

L’upgrade per tutte le motorizzazioni benzina riguarda gli esemplari disponibili alle ordinazioni a partire da queste settimane, con l’obiettivo di aggiornarne la classe di emissioni alle nuove disposizioni Euro 6d TEMP, normativa di evoluzione da Euro 6C (obbligatorio su tutte le auto nuove omologate da settembre 2017 e vendute da settembre 2018) alla quale dovranno rispondere tutte le auto omologate da settembre 2018 e che saranno vendute da settembre 2019. Una prima sostanziale novità in questo senso, per la gamma Mini, era stata introdotta alla fine dello scorso inverno, con l’adeguamento della lineup Countryman e Clubman a gasolio alle normative Euro 6d TEMP, per le quali era stato adottato uno specifico filtro antiparticolato con sistema SRC di riduzione catalitica selettiva. Anche nel caso di Mini a benzina (motori a tre e quattro cilindri, versioni tre porte, cinque porte, Cabriolet, Clubman e Countryman) le modifiche riguarderanno il montaggio di un filtro antiparticolato, unitamente – in questo caso, riguardo alla gamma Clubman e Countryman – ad una “revisione” della tecnologia di sovralimentazione Mini TwinPower Turbo, “ovviamente” rivolta ai valori di consumi ed emissioni.

Seconda novità dell’estate 2018 per Mini a benzina è l’adozione del cambio Steptronic doppia frizione a sette rapporti, ad azionamento elettronico, anche con levette al volante supplementari. La nuova trasmissione Steptronic – come accennato viene resa disponibile in opzione, a partire da queste settimane, per ulteriori modelli della lineup Mini: nello specifico, i modelli Clubman e Countryman a benzina, comprese le varianti high performance Cooper S (qui la nostra prova su strada effettuata su Mini Clubman Cooper S), per le quali verrà offerta anche con le levette al volante – è stata progettata dagli uffici tecnici del marchio di Oxford “Per assicurare al veicolo un’accelerazione ancora più ‘pronta’, senza alcuna interruzione di forza motrice determinata, solitamente, dal passaggio fra un rapporto e il successivo, così come in fase di decelerazione”. Il nuovo Steptronic (qui una nostra anticipazione pubblicata a fine 2017), accoppiato ai dispositivi Start&Stop e “coasting”, con l’obiettivo di aumentare l’efficienza termica dei modelli a benzina sui quali viene montato a richiesta può, a sua volta essere abbinato al modulo navigatore multimediale (quando presente), per l’impiego dei dati di navigazione funzionali all’adattamento del rapporto ottimale in risposta alle istantanee condizioni di marcia. Il nuovo cambio Steptronic 7 rapporti doppia frizione viene, inoltre, offerto in combinazione con la aggiornata gamma di motorizzazioni a benzina già rispondenti agli standard Euro 6d TEMP. Questi i valori di consumi ed emissioni – secondo il nuovo ciclo WLTP successivamente adattato al precedente NEDC per motivi di comparazione – comunicati da Mini: 5,7 litri di benzina per 100 km (130 g/km di emissioni di CO2) per Mini One Clubman e Cooper Clubman; 5,8 litri per 100 km (e 133 g/km di CO2) per Mini Cooper S Clubman; 5,9 l/100 km (134-135 g/km) per Mini One Countryman; 5-8,5,9 l/100 km (132.134 g/km) per Mini Cooper Countryman; 6 l/100 km (136-138 g/km) per Mini Cooper S Countryman (le differenziali di valore indicate sono relative all’impiego delle diverse misure di pneumatici adottate).

Il programma di aggiornamenti Mini disponibile da queste settimane si estende attraverso l’ingresso, nella gamma degli accessori, del nuovo “Connectivity Package”, proposto per le varianti Clubman: del nuovo “kit” multimediale fanno parte specifiche funzionalità di navigazione, comunicazione e “sound”, tutte controllabili dall’utente attraverso lo schermo touch da 8.8” del modulo “Connected Navigation Plus” insieme ai dispositivi “Mini Touch Controller”, “Real Time Traffic Information” e mappe di navigazione ad aggiornamento automatico via connessione con i device mobili dell’utente. L’aumentata qualità audio si concretizza con un sistema Haman-Kardon da 360W a dodici altoparlanti.

Dalle prossime settimane, infine, Mini Clubman e Mini Countryman verranno equipaggiate con il sistema di sensore luci di serie.

Mini Clubman Cooper S: la prova su strada Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mini Cooper SE Countryman All4 2020

Altri contenuti