F1 Francia 2022: Verstappen vince, Leclerc a muro

Tommaso Giacomelli
24 Luglio 2022
Verstappen 2

Nel GP di F1 Francia 2022, Leclerc finisce contro le barriere quando è in testa, mentre Verstappen ne approfitta e vince un’altra gara. Mercedes sul podio.

Trends: Motorsport

Nel GP di F1 Francia 2022 può essere stata scritta già una sentenza importante, che è quella che riguarda le speranza di titolo di Charles Leclerc. Il monegasco scattato dalla pole position, dopo aver mantenuto la prima posizione difendendosi da Max Verstappen sia allo start che nella parte iniziale di gara con difese d’autore, è andato a sbattere contro il muro. Un altro zero a referto, questa volta per un errore suo. Un sovrasterzo fatale lo ha mandato in testa coda e dritto contro le barriere. L’olandese campione del mondo ne ha approfittato senza tanti complimenti, vincendo una gara senza sforzi. Pregevole l’evoluzione della Mercedes che riesce a piazzare i suoi due piloti sul podio, rispettivamente Hamilton secondo e Russell terzo. Bella la rimonta di Sainz dalla diciannovesima fino alla quinta piazza. Lo spagnolo ha messo a referto alcuni dei sorpassi più belli della giornata. Andiamo con ordine.

Leclerc sprinta al via

Una volta spenti i semafori, Leclerc si invola in prima posizione seguito da Verstappen, non troppo reattivo al via e a sua volta incalzato da Hamilton. L’inglese è perfetto dalla griglia di partenza, guadagnando una posizione, così come Alonso. Nei primi giri il ritmo tenuto dal monegasco e dall’olandese è troppo veloce per tutti quanti, così che i due vanno letteralmente in fuga. Per una decina di tornate il campione del mondo prova a mettere le ruote della sua Red Bull davanti a quelle della Ferrari, ma Leclerc è bravissimo a difendersi con grande mestiere. Tutto quanto fa presagire a un duello serrato fino alla fine dei 53 giri previsti. Al sedicesimo giro, però, Max Verstappen rientra ai box per tentare una undercut sul rivale del Cavallino. Quando Leclerc si trova primo e in solitaria, succede l’imponderabile. A curva 11 la Ferrari numero 16 va in testacoda e finisce dritta contro le barriere. Leclerc termina così la sua gara, perché la retromarcia non funziona e non può rientrare in pista. Una condanna, che forse, lo taglia fuori definitivamente dalla lotta al titolo. Entra la Safety Car.

F1 Francia: Verstappen al comando

Con Leclerc fuori dai giochi e con la Safety Car in pista, tutti rientrano ai box per sfruttare la finestra di cambio gomme con tempo dimezzato. Verstappen si ritrova leader della gara, tampinato da Hamilton e da Perez. La Safety Car favorisce la rimonta di Carlos Sainz che da diciannovesimo si ritrova ottavo, e inizia il suo show. Prima fa fuori Norris, dopo è il turno di Alonso. L’iberico della Ferrari è un demonio e compie manovre di sorpasso eccezionali senza DRS. Peccato che durante la convulsa fase del cambio gomme, sia incappato in una penalità di cinque secondi per unsafe release. Questo non gli impedisce di esibirsi in un ulteriore paio di sorpassi da cineteca, prima su Russell per la quarta posizione, con un attacco all’esterno a curva 11, poi accende l’entusiasmo sugli spalti per un giro d’assalto su Perez. Dopo averci provato in ogni curva, lo spagnolo passa sul rettifilo del traguardo ed è terzo.

F1 Francia: due Mercedes sul podio

Peccato per Sainz che la rimonta finisca qui e che con cinque secondi di penalità da scontare, insieme a un’altra sosta da effettuare, lo spagnolo venga risucchiato fino al nono posto. In dieci giri, tuttavia, il numero 55 del Cavallino arriva fino alla quinta posizione e stacca anche il giro veloce della gara, portandosi nello zainetto anche il punto addizionale. Nel frattempo Verstappen amministra un tranquillo vantaggio su Lewis Hamilton, fino alla bandiera a scacchi. Il sette volte campione del mondo ottiene così il secondo posto nella sua 300esima gara in F1. Russell, invece, stacca il pass per il terzo gradino del podio quando riesce a beffare Perez nella ripartenza dalla Virtual Safety Car innescata dall’Alfa Romeo di Zhou, a tre giri dalla fine. Grossa la dormita di Perez, che ferito nell’orgoglio tenta fino alla fine di riprendersi quanto perduto, dovendosi però accontentare della quarta posizione. Completano la top ten: Alonso sesto, Norris settimo, Ocon otttavo, Ricciardo nono e Stroll decimo. Verstappen ipoteca una buona fetta di titolo, mentre Leclerc ai microfoni dei giornalisti recita un mea culpa molto onesto.

Seguici anche sui canali social

img_pixel strip_agos

Annunci Usato

  • ford-ka-1-2-ultimate-85cv
    11.350 €
    FORD Ka 1.2 Ultimate 85cv
    Benzina
    31.000 km
    06/2018
  • fiat-500-1-0-hybrid-cult-euro-6-d-temp-4
    14.900 €
    FIAT 500 1.0 Hybrid Cult EURO 6 D-TEMP
    Elettrica/Benzina
    1 km
    09/2021
  • fiat-500-1-0-hybrid-cult-euro-6-d-temp
    14.900 €
    FIAT 500 1.0 Hybrid Cult EURO 6 D-TEMP
    Elettrica/Benzina
    1 km
    09/2021
  • bmw-118-118i-5p-m-sport
    23.950 €
    BMW 118 118i 5p. M-Sport
    Benzina
    56.864 km
    11/2018
  • opel-corsa-v-2015-1-3-cdti-advance-n-joy-75cv-5p
    9.500 €
    OPEL Corsa V 2015 1.3 cdti Advance (n-joy) 75cv 5p
    Diesel
    107.100 km
    04/2018
  • fiat-panda-1-2-easypower-easy-ok-neopatentati
    7.900 €
    FIAT Panda 1.2 EasyPower Easy ** OK NEOPATENTATI **
    Benzina/GPL
    68.000 km
    09/2012
  • hyundai-i20-1-2-84-cv-5-porte-stylecerchi
    8.400 €
    HYUNDAI i20 1.2 84 CV 5 porte Style*CERCHI*
    Benzina
    90.000 km
    04/2015
  • fiat-500l-1-3-multijet-95-cv-lounge-3
    7.200 €
    FIAT 500L 1.3 Multijet 95 CV Lounge
    Diesel
    269.000 km
    01/2017
  • mercedes-benz-a-180-automatic-4p-premium
    35.490 €
    MERCEDES-BENZ A 180 Automatic 4p. Premium
    Benzina
    11.873 km
    12/2020
page-background