Brabus 800: tuning ultra-high performance per Mercedes GLE S63 Amg 4Matic+

Quasi 190 CV in più: è quanto eroga la versione “top” del SUV di media gamma della Stella a Tre Punte dopo la “cura” della factory di Bottrop.

I 600 CV e passa sprigionati da Mercedes GLE 63S Amg 4Matic+ sono, ad una prima occhiata e per gran parte degli appassionati, più che sufficienti per rendersi conto del suo “carattere”: l’edizione alto di gamma – per immagine e prestazioni – del medium-SUV della Stella a Tre Punte potrebbe andare benissimo così com’è. Tuttavia, c’è chi è del parere che un “qualcosa in più” è sempre possibile. Ed ecco l’ultima creazione (in ordine di tempo) realizzata da Brabus: si chiama “800”, fa capo ad un articolato programma di re-engineering e trasforma le caratteristiche-base dello Sport Utility high performance in una vera e propria supercar. Un “capitolato” di interventi ben conosciuto fra gli enthusiast, che in effetti si concretizza in un veicolo “unico” per impostazione e prestazioni. Ma andiamo con ordine.

Corpo vettura: ecco le novità

Sviluppato sulla base dell’edizione “riveduta e corretta” a quattro mani dai tecnici di Stoccarda e di Affalterbach GLE 63 Amg 4Matic+ che aveva esordito nella prima parte del 2020 unitamente alle configurazioni Coupé ed S, il nuovo progetto Brabus 800 affina l’impostazione esteriore con il consueto bodykit costruito a mano con un ampio ricorso alla fibra di carbonio. Nel dettaglio, la calandra “tipo Panamericana” è stata sostituita con un nuovo elemento, allo stesso modo dei paraurti (più ampi, con quello anteriore provvisto di un nuovo splitter e prese d’aria di maggiori dimensioni, e quello posteriore corredato di un ampio diffusore); i gruppi ruota adottano un set di cerchi “Platimun Edition” da 24”. Le novità riguardano anche le sospensioni, grazie ad un assetto ribassato.

Abitacolo: la consueta cura artigianale

All’interno, l’elaborazione Brabus propone rivestimenti in pelle pregiata e Alcantara su misura, dettagli in fibra di carbonio “a vista” su plancia e pannelli porta, pedaliera in alluminio, battitacco in acciaio inox con monogramma “Brabus” retroilluminato che cambia di colore in sintonia con la tinta di illuminazione “ambient” selezionata, levette del cambio di tipo “Brabus Race” al volante. Come sempre, i tecnici della factory di Bottrop offrono ai clienti la possibilità di personalizzare a piacere la configurazione degli interni.

Motore: ecco il kit di elaborazione

Sotto al cofano, Brabus 800 porta in dote la parte più consistente del programma di tuning. Nel dettaglio, il poderoso 4.0 V8 da 612 CV “di serie” ha ricevuto due nuovi turbocompressori (per questa ragione, anche la centralina è stata sostituita con un nuovo componente dalla mappatura specifica) ed un nuovo impianto di scarico con quattro terminali ed elettrovalvola per il controllo del “sound” in funzione del tipo di guida (si passa da una modalità “Sport” ad una “Coming Home” ben più tranquilla). A richiesta, Brabus rende disponibile un programma che consente la disattivazione definitiva dello Start&Stop installato di serie. La trasmissione resta affidata al cambio automatico a nove rapporti, utilizzabile anche manualmente attraverso le levette collocate in corrispondenza del volante.

Performance: ce n’è quante se ne vuole

I valori di potenza massima e forza motrice erogati sono “mostruosi”: 800 CV (da cui la sigla del modello) e 1.000 Nm di coppia massima, che consentono al SUV di Stoccarda una velocità di punta di 280 km/h (autolimitati) ed i 100 km/h con partenza da fermo in appena 3”4.

Brabus 800 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mercedes Classe C 2021

Altri contenuti