Volkswagen Motorsport punta sull’elettrificazione

Anche le attività sportive si orientano sulla e-mobility. Stop allo sviluppo di nuovi modelli a combustione: il futuro agonistico è a zero emissioni.

Gli exploit realizzati dal prototipo ID. R, che trionfò (stabilendo altresì un nuovo record) alla Pikes Peak 2018 e, nei mesi scorsi, ha girato al Nurburgring ed ha realizzato un giro da primato a Goodwood (sempre con l’esperto Romain Dumas al volante) non resteranno “lettera morta”. Del resto, attraverso il programma ID. R, e – occorre aggiungere – con l’expertise maturato da Audi in Formula E, il Gruppo VAG possiede nel proprio bagaglio un’ampia conoscenza in materia di veicoli elettrici da competizione.

Ed è di queste ore un annuncio che, di fatto, concretizza quanto sperimentato negli ultimi anni: il management di Wolfsburg (nello specifico Frank Welsch, membro del CdA Volkswagen e responsabile della Divisione Sviluppo Tecnico) e i vertici Volkswagen Motorsport, guidati dal dinamico Sven Smeets, comunicano l’imminente avvio di un nuovo corso “zero emission” anche per le attività sportive Volkswagen. Nello specifico, viene data la parola addio “Agli impegni racing sostenuti dall’azienda che hanno avuto come principale oggetto i tradizionali motori a combustione”, indica Frank Welsch. Una dichiarazione lapidaria, che dà un concreto colpo di spugna ad una storia pluridecennale, e organizza il “new deal” VW in chiave 100% elettrica anche nel settore delle competizioni, oggi più che mai serbatoio di esperienze al quale attingere per l’evoluzione delle tecnologie che verranno adottate dalle vetture destinate al normale impiego stradale.

Mobilità elettrica: un enorme potenziale di sviluppo

Ciò è, in poche parole, quanto sottolinea lo stesso Smeets: “La mobilità elettrica offre un enorme potenziale di sviluppo e, a questo proposito, il motorsport può essere un pioniere: da un lato, funge da laboratorio dinamico per lo sviluppo di future auto di produzione e, dall’altro, come piattaforma di marketing convincente per ispirare le persone ancora di più verso la mobilità elettrica. Questo è il motivo per cui ci concentreremo più che mai sugli impegni di azionamento elettrico sostenuti dalla fabbrica e continueremo ad espandere le nostre attività con lo sviluppo della piattaforma modulare MEB (Modularer Elektrobaukasten, su cui viene allestita l’intera lineup Volkswagen ID. che, lo scorso 5 novembre, è ufficialmente stata avviata in produzione con il via alla delibera dei primi esemplari di Volkswagen ID. 3 a Zwickau, n.d.r.). La nostra tecnologia innovativa è essenziale per lo sviluppo delle auto dei prossimi anni”.

Volkswagen Golf GTI TCR e Polo GTI R5: quale futuro

“Stop”, quindi, a qualsiasi programma rivolto ad una eventuale nuova generazione di Volkswagen Golf GTI TCR, che per il “colosso di Wolfsburg” rappresenta uno dei modelli più competitivi e vittoriosi e attualmente viene impiegata nel WTCR, con la Sébastien Loeb Racing che si avvale del sostegno della stessa Volkswagen Motorsport. A questo proposito, Volkswagen conferma che “La produzione della Golf GTI TCR per la pista scadrà alla fine del 2019 e non sarà offerto un successore basato sulla nuova generazione”, avvisando tuttavia che “I servizi dedicati alle Scuderie ed ai clienti privati, così come la fornitura di pezzi di ricambio, saranno garantiti a lungo termine”. Quanto a Volkswagen Polo GTI R5, la “baby” da rally “Rimane “Rimane parte integrante dell’offerta sportiva per i clienti di Volkswagen Motorsport e continuerà a essere prodotta per i team dei clienti. Volkswagen Motorsport continuerà a seguire l’assistenza clienti, sarà responsabile dell’assistenza clienti continua, e si incaricherà di fornire i pezzi di ricambio”. Vedremo, a medio termine, una Volkswagen ID. 3 R? Alcune indiscrezioni “captate” nelle scorse settimane dal Web hanno avanzato tale ipotesi. Staremo a vedere.

60 miliardi nello sviluppo industriale e di immagine per il Gruppo

La decisione dei “piani alti” Volkswagen possiede, d’altro canto, una propria logica: giusto pochi giorni fa, i vertici VAG hanno annunciato un concreto ed ulteriore “boost” ai progetti evolutivi in tema di elettrificazione. Nello specifico, il Gruppo Volkswagen si prepara a stanziare un monte-investimenti complessivo di quasi 60 miliardi di euro, relativamente al periodo 2020-2024, e da destinare allo sviluppo di aree-chiave dal punto di vista strategico, quali ibridizzazione, mobilità elettrica e digitalizzazione.

Volkswagen ID. R, record al Nurburgring con Romain Dumas: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Volkswagen Golf GTI 2020

Altri contenuti