Audi: con e-tron Charging Service la ricarica è unica anche all’estero

Contratto unificato a prezzi fissi per Audi e-tron: oltre 72.00 stazioni in 16 Paesi europei. Per l’Italia si affida a Ready for e-tron. Tutti i dettagli.

Audi: con e-tron Charging Service la ricarica è unica anche all’estero

di Francesco Giorgi

03 Febbraio 2019

Le politiche di sviluppo della nuova mobilità elettrica si concretizzano anche attraverso lo sviluppo di programmi dedicati: iniziative che i big player del comparto automotive mettono in campo in collaborazione con utility di energia e società finanziarie, con l’obiettivo dichiarato di realizzare delle reti di infrastrutture sempre più accessibili agli “elettro-automobilisti” e, di riflesso, contribuire alla diffusione delle auto elettriche di nuova generazione.

Audi, in questo senso, non fa eccezione; contestualmente al “lancio” del SUV e-tron, modello capofila per una nuova lineup di veicoli elettrici secondo i progetti di Ingolstadt, porta al debutto il programma “Audi e-tron Charging Service”, formula di ricarica di e-tron a costi fissi ed in diversi Paesi europei in virtù di un progetto condiviso con Volkswagen Financial Services e con Digital Charging Solutions GmbH.

La partnership strategica, indica Audi in una nota diffusa in queste ore, rappresenterà un nuovo capitolo verso la “Fornitura di servizi di mobilità globali”, come osserva Gerald Kuenne, responsabile della Divisione Mobility di Volkswagen Financial Services; e “Una delle più ampie reti di ricarica europee”, riporta il comunicato.

Programma di ricarica unificato e a prezzi fissi

Nel dettaglio, l’Audi e-tron Charging Service consente l’accesso al network di ricarica pubblica in 16 Paesi europei, Italia compresa (qui il nostro approfondimento su prezzi e allestimenti per il nostro mercato) dove tale servizio viene garantito dal programma “Ready for e-tron”, optional gratuito che si avvale della collaborazione fra Audi ed Enel X (utility Enel di servizi digitali per la mobilità elettrica che prevede una serie di opzioni e servizi di consulenza per la ricarica domestica rivolti ai nuovi acquirenti del SUV 100% elettrico), offre agli acquirenti dell’”e-SUV” dei Quattro Anelli un “pacchetto” di installazione ed accesso alle reti di ricarica facilitato (permette di beneficiare del sopralluogo domestico per la posa del proprio “hub” di carica, della consulenza per l’aumento della potenza elettrica nell’impianto domestico, della predisposizione del sistema di ricarica e dell’accesso alla rete pubblica Enel X) e garantisce inoltre un “bonus” gratuito di 3.300 kWh di energia su due anni, quantitativo corrispondente ad una percorrenza media stimata in oltre 14.000 km.

La attuale prima fase di introduzione dell’inedito programma “E-tron Charging Service”, anticipano i vertici Audi, sarà nei prossimi mesi ulteriormente ampliato, per interessare altri 8 Paesi dell’est Europa.

Si può stare tranquilli anche nei viaggi lunghi

Dati alla mano, dettaglia il comunicato di Ingolstadt, “e-tron Charging Service” rende accessibile – previa registrazione del cliente nel portale Web myAudi e la sigla di un contratto unico – l’80% delle stazioni di ricarica pubbliche in Europa, e attraverso un unico contratto. Non vengono dunque applicati eventuali costi aggiuntivi di roaming. Grazie a questa novità, il cliente che si trovi in un Paese estero ha la possibilità di accedere alla rete di ricarica spendendo esattamente quanto un utente locale del network e-tron Charging Service.

Fanno parte del network oltre 72.000 “hub”, gestiti da 220 fornitori. E, assicura Audi, non ci sarà da preoccuparsi nel caso di viaggi lunghi: i clienti Audi hanno la possibilità di ricaricare e-tron attraverso la rete ad alta capacità Ionity, a condizioni agevolate. In più, l’offerta prevede l’accesso ad ulteriori stazioni HPC-High Power Charging gestite da altre utility a completamento dell’offerta di ricarica a lungo raggio dedicata ad Audi e-tron.

Due piani tariffari: “City” e “Transit”

In risposta alle più varie esigenze dei clienti, il sistema e-tron Charging System si articola su due piani tariffari: “City”, dedicato ai clienti che utilizzano la vettura principalmente in ambito urbano; e “Transit”, per quanti abitualmente coprono distanze maggiori.

Nello specifico, il programma “City” di e-tron Charging Service prevede un canone fisso mensile di 4,95 euro, ed un addebito di 0,45 euro/kWh ad ogni ciclo di ricarica a corrente alternata fino a 22 kW, e di 0,55 euro/kWh per la ricarica attraverso rete a corrente continua fino a 50 kW.

Il piano tariffario “Transit” presuppone un canone fisso mensile di 17,95 euro a partire dal secondo anno di sottoscrizione (primo anno gratuito per tutti gli acquirenti di Audi e-tron), e condizioni agevolate per la sosta alle stazioni di ricarica HPC (ad esempio alla rete Ionity, la quale – per inciso – viene prodotta da fonti rinnovabili), in ordine di fornire performance di erogazione dell’energia superiori ed una riduzione nei tempi di ricarica. In questo modo, grazie alla possibilità di accedere agli “hub” di ricarica ultrarapida fino a 150 kW a corrente continua, Audi e-tron è in grado di immagazzinare l’80% di energia in meno di mezz’ora. Nel caso del “pieno” di energia alla rete Ionity, la tariffa, sempre unica per tutti i Paesi nei quali viene proposto il servizio e-tron Charging Service, è di 8 euro per ogni sessione e di 0,33 euro/kWh.

Tutto a portata di mano con la App dedicata

Grazie al modulo di navigazione che equipaggia Audi e-tron e la App myAudi, il conducente ha a disposizione un ulteriore aiuto per l’individuazione della colonnina di ricarica più vicina; di più: l’applicazione si incarica di pianificare il percorso individuando le stazioni di ricarica lungo il tragitto, e informare l’utente se le colonnine siano occupate o meno. Inoltre, la App myAudi costituisce un metodo alternativo alla Audi Charging Card per avviare il processo di ricarica delle batterie.

Audi e-tron: in Italia a partire da 89.930 euro

Il nuovo SUV 100% elettrico di Audi equipaggiato con due unità “zero emission” da 170 CV e 190 CV per una potenza complessiva di 360 CV e 561 Nm di coppia massima (valori che con la funzione “Boost” possono aumentare a, rispettivamente, 408 CV e 664 Nm), a trazione integrale con sistema di gestione selettiva della coppia motrice sulle singole ruote, viene alimentato da batterie a 36 moduli di celle a 396V da 2,28 m x 1,63 m x 0,34 m (peso totale degli accumulatori: 700 kg) con raffreddamento indiretto e gestione termica a quattro circuiti e pompa di calore. La lineup si articola su tre allestimenti: “e-tron”, “Advanced” e “Business”, disponibili a partire da 83.930 euro, 85.430 euro ed 88.630 euro.

Tutto su: Audi