Jaguar XE SV Project 8: nuovo record al Nurburgring

La superberlina di Coventry supera se stessa: stesso V8 5.0 Supercharged 600 CV ma con il kit Lighweight, nuove gomme Michelin semi-slick e sospensioni regolate ad hoc per migliorare di 2”9 il proprio record.

Ulteriormente “riveduta e corretta” nel corpo vettura e negli equipaggiamenti (tutto in funzione dei pesi) ferma restando l’impostazione meccatronica – già a suo tempo salutata dai uffici tecnici di Coventry come l’espressione motoristica più performante mai realizzata dal “Giaguaro” nella propria storia dei modelli di serie -, Jaguar XE SV Project 8 ha ottenuto un nuovo record “personale” al Nurburgring: un risultato che, in concreto, porta la “superberlina” da 600 CV di Coventry ad avere superato se stessa, in rapporto al giro da primato (7 minuti, 21 secondi e 2 decimi) ottenuto nella seconda metà di novembre 2017 (qui la nostra notizia).

Nel dettaglio, il riscontro cronometrico messo a segno da Vincent Radermecker, driver che ben conosce la poderosa berlina quattro porte di Coventry avendone seguito passo passo l’intera fase di sviluppo, è stato di 7 minuti, 18 secondi e 361 millesimi.

In poche parole, il tempo sul giro più veloce è risultato migliorato di 2”9. Non poco, tenuto conto del fatto che, sostanzialmente, le caratteristiche della Nordschleife non sono cambiate da fine novembre 2017, e c’è da giurarci che resteranno pressoché immutate ancora un bel po’… per la gioia delle migliaia di appassionati che, ogni giorno, si presentano ai cancelli del Nurburgring per vivere l’emozione di assaggiare, metro dopo metro, i 20,8 km del leggendario tracciato dell’Eifel, condito da 73 curve dalle caratteristiche differenti l’una dall’altra, e con l’incognita delle condizioni meteo che possono variare radicalmente nello spazio di pochi minuti. Una somma di attrattive che, non a caso, rendono il Nurburgring unico nel mondo, e che altrettanto non a caso viene ribattezzato “The Green Hell” (l’Inferno vede). Il “diavolo”, tuttavia, è ben conosciuto dal “Giaguaro”: dallo scorso autunno, infatti, Jaguar XE SV Project 8 è diventata Race Taxi, a disposizione cioè di tutti gli enthusiast che vogliono vivere, sul sedile del passeggero ed accompagnati dai piloti professionisti del “Ring”, un giro sulla Nordschleife (qui il nostro approfondimento).

Per la corsa al nuovo primato, Jaguar XE SV Project 8 è stata allestita con il “kit” Lightweight ottenibile in opzione: un “pacchetto” dalle caratteristiche rivolte all’estremizzazione  degli atout di già notevole sportività espressi dalla berlina 5.0 V8 Supercharged (compressore volumetrico) da 600 CV – con cambio automatico e trazione integrale – in grado di portare la “derivata” da Jaguar XE (qui il nostro approfondimento sulla nuova declinazione “Model Year 2019” della segmento D di Coventry) a 322 km/h di velocità massima ed a 100 km/h con partenza da fermo in appena 3”7. Il kit Lightweight consiste nell’eliminazione del divanetto posteriore, sostituito da un rollbar a gabbia. Nuovi anche gli pneumatici, che nell’esemplare di Jaguar XE SV Project 8 protagonista del nuovo record al Nurburgring erano rappresentati da un set di Michelin Sport Cup 2 R semi-slick omologati per l’impiego stradale; in ordine all’adozione del “pacchetto” Lightweight, e della nuova gommatura, l’attenzione dei tecnici Jaguar è andata alla taratura delle sospensioni, appositamente irrigidite.

Jaguar XE Reims Edition 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Jaguar XF restyling 2021

Altri contenuti