Fiat Ducato Camper 2020: verso un nuovo modello di turismo itinerante

Via alla campagna social “Il viaggio è la mia casa” di Fiat Professional, che mette in campo esperienza e leadership nel settore dei veicoli ricreazionali.

La ripartenza del Paese dopo le drammatiche settimane di lockdown passa anche attraverso la strada. Qui intesa come viaggi, vacanze, “stacco” di qualche giorno dalla delicata situazione socioeconomica che la pandemia da Covid-19 ha lasciato in pesante eredità. Del resto, il rilancio delle attività industriali, commerciali e dei servizi è stato in più occasioni individuato dai rappresentanti delle aziende e dei sindacati quale condizione essenziale per rimettersi in carreggiata dopo la grave crisi dei consumi provocata dal Coronavirus.

E se l’estate 2020 si segnalerà per un significativo ritorno alle vacanze all’interno dei confini nazionali, è anche vero che – come messo in evidenza, di recente, da un’analisi condotta dalla società di consulenza Areté Methodos sulle abitudini delle persone in materia di mobilità privata e pubblica – ben sette italiani su dieci hanno manifestato una personale preferenza all’utilizzo dell’auto propria per spostarsi.

La gomma resta dunque protagonista del “new deal” nazionale dopo l’emergenza sanitaria che ha duramente colpito il Paese per più di tre mesi. E si può fare in modo che gli autoveicoli recitino un ruolo di primo piano anche nelle vacanze estive 2020.

Vantaggi e comodità della “casa viaggiante”

Sotto i riflettori, in questo senso, c’è il settore dei veicoli ricreazionali. I camper, da un punto di vista sociologico, rappresentano quella “liaison” fra abitudini domestiche, che milioni di italiani giocoforza “costretti a casa” durante il periodo di lockdown hanno riscoperto, e turismo itinerante. Proprio per via della loro filosofia concettuale: la “casa viaggiante” costituisce, in chiave 2020, una ideale prosecuzione dell’alloggio personale, dunque un modo per avere a disposizione le piccole comodità a portata di mano anche in viaggio.

Con, in più, la possibilità di usufruirne quando e come si vuole, senza dover pensare a prenotazioni di alberghi e ristoranti, così come alla piena libertà di itinerario (se si voglia mutare percorso all’ultimo momento per deviare da una serie di destinazioni prestabilite a tavolino, ciò è sempre possibile con il camper). In ultimo ma non in ultimo, la parola “camper” evoca, inevitabilmente, la voglia di vacanze all’aria aperta, il sottile piacere insito nella scoperta di posti nuovi, e la possibilità di socializzare con altri enthusiast del turismo itinerante.

I “pro” della vacanza in camper

Roberto Fumarola, presidente della Divisione Veicoli Ricreazionali di Fiat Professional, invita ad osservare quali siano, all’atto pratico, i vantaggi di una vacanza in camper rispetto alla “tradizionale” combinazione auto-albergo-ristorante, o una crociera o il soggiorno presso un villaggio turistico.

“È un tipo di vacanza che costa meno e fa vedere di più in rapporto ad una crociera o una vacanza in resort. In più, permette di sostare in posti bellissimi e cambiare panorama quando più lo si desidera; restando rilassati e protetti fra le proprie comodità. Lontani dalla folla e vicini alla natura, insieme ai propri familiari o ai propri amici”. “Il camper – prosegue Fumarola – è un ambiente protetto, piacevole, facile da pulire e da igienizzare e adatto ai viaggi in sicurezza in cinque persone”.

Un tipo di turismo ecosostenibile

Riguardo all’impatto sull’ambiente, Fumarola porta ad esempio una ricerca, effettuata da un team di ricercatori dell’Università di Pisa: mettendo a confronto le emissioni di CO2 di due modalità di vacanza (il binomio “auto più albergo” e, appunto, il turismo itinerante su camper) e sulla base di un viaggio-tipo di 1.000 km, della durata di otto giorni e per quattro persone, i livelli di diossido di carbonio emessi dal viaggio in camper “Sono risultati inferiori di un terzo rispetto a quelli della combinazione auto e albergo. E se il viaggio è di due settimane, la riduzione supera il 50%”.

La nuova idea dell’estate 2020

Tutti questi aspetti contribuiscono a motivare il concetto di turismo itinerante quale idea di tendenza per l’estate 2020: una nuova filosofia di vacanza, più che una semplice moda, che si poggia su una serie di “fondamentali” che il camper consente:

  • si può decidere di partire all’ultimo minuto, in totale indipendenza
  • il programma di viaggio viene stabilito, ed eventualmente modificato (anche in funzione delle preferenze dell’ultimo istante) dagli stessi “protagonisti” della vacanza
  • si può decidere di mutare il proprio itinerario anche durante il viaggio stesso, in base all’impulso emozionale del momento
  • si possono trasportare le proprie attrezzature sportive, biciclette, ci si può agganciare il carrello traino.

Tutti “pro” che trovano conferma, nell’analisi dei dati di vendita dell’ultimo decennio, in un significativo “boost” che il settore dei veicoli ricreazionali ha conosciuto dal 2010: le consegne dei camper di nuova immatricolazione in Europa sono raddoppiate, da 65.000 unità (2010) a 130.000 unità (2019). Record che, stima Eric Laforge (numero uno di Fiat Professional per i mercati EMEA) sarà sicuramente superato nei prossimi anni. Anche, e questo è da tenere presente nell’ottica evolutiva del settore, in virtù di un progressivo mutamento dei target utenti: da mezzo di vacanza utilizzato da un tipo di pubblico mediamente “agé”, il camper va via via evolvendosi verso una fascia di utenti più giovane, dunque con sempre nuove esigenze.

Da veicolo ricreazionale a veicolo emozionale

Da questa “base di partenza” nasce la nuova campagna Fiat ProfessionalIl viaggio è la mia casa”, declinata sui canali social Instagram, Facebook e YouTube. Il soggetto cui la nuova iniziativa si rivolge siamo tutti noi: un inno al risveglio dopo il lockdown che fa leva sul desiderio di viaggiare che accomuna chiunque abbia l’istinto di scoprire itinerari inesplorati (o, alla più semplice, sconosciuti) e panorami mozzafiato.

E, come ogni viaggio “on the road” che si rispetti, anche ne “Il viaggio è la mia casa” c’è una colonna sonora ad hoc: nella fattispecie, il brano composto ed eseguito da Nicko, giovane rapper con all’attivo già migliaia di visualizzazioni su Youtube. Le immagini della sequenza video scorrono rapide, insieme alle parole del testo, proprio per ricordare che è arrivato il momento di ripartire, accompagnati dalla tranquillizzante atmosfera domestica di un motorhome. E, più precisamente, un camper allestito su base Fiat Ducato.

La gamma Ducato 2020

Felicemente avviato alla celebrazione dei quarant’anni dal suo esordio sul mercato (che avvenne nel 1981: il traguardo avverrà dunque nel 2021), e “nato” – come progetto di piattaforma – per essere comodamente attrezzato quale base camper (e per questo utilizzato dalla maggior parte dei principali allestitori), Fiat Ducato nella configurazione Model Year 2020 – si incarica di evolvere i contenuti tecnologici e la versatilità di soluzioni di impiego proprie di una “stirpe” avviata trentanove anni fa nelle linee di montaggio Sevel e da allora sempre prodotta nello stabilimento abruzzese frutto della pluridecennale joint venture con Groupe Peugeot (poi Psa Groupe: quasi un… embrione della big Alliance in fase di realizzazione con Fiat-Chrysler Automobiles, annunciata a metà dicembre 2019 e la cui operatività è prevista entro la fine del primo trimestre 2021).

Costante sviluppo tecnologico

Fra le novità di rilievo che fanno parte della lineup Fiat Ducato 2020 ed avvicinano ulteriormente il van-simbolo Fca (oltre 500.000 i camperisti che negli anni lo hanno scelto quale personale veicolo “loisirs”) alla semplicità di impiego tipica del mondo automobilistico, è da segnalare il ricorso al nuovo sistema di trasmissione automatica “9Speed”: un’evoluzione tecnica adottata dai tecnici Fca Professional con l’obiettivo di assicurare ai propri clienti una esperienza di utilizzo sempre attenta alle esigenze del grande pubblico:

  • manovre e comandi semplici per una condotta rilassante
  • miglioramento delle prestazioni globali del veicolo
  • ottimizzazione dei consumi in tutte le situazioni di marcia.

Motori collaudati, solidi e longevi

L’assortimento delle unità motrici di Fiat Ducato 2020 si basa sul collaudato turbodiesel da 2,3 litri di cilindrata, di derivazione industriale e aggiornato alla classe di emissioni Euro 6d-TEMP. Un motore solido e longevo (debuttò “sotto il cofano” della gamma Fiat Professional nel 2003) e, nel contempo, in grado di offrire performance e comfort da autovettura.

I livelli di potenza sono quattro, tutti “ovviamente” provvisti della tecnologia di alimentazione MultiJet II:

  • Ducato 120 CV
  • Ducato 140 CV
  • Ducato 160 CV
  • Ducato 180 CV.

Ogni tipo di propulsore presenta specifici atout progettuali, come ad esempio il disegno del turbocompressore, la forma ed il tipo dei pistoni ed il disegno fluidodinamico.

Soluzioni rivolte al massimo comfort

A disposizione del cliente, e specificamente per offrire elevati contenuti di sicurezza e serenità di viaggio (due delle “conditio sine qua non” per i clienti dei veicoli commerciali, in generale, e negli allestimenti “ricreazionali” in particolare), Fiat Ducato MY 2020 prevede i più avanzati dispositivi ADAS di ausilio attivo alla guida, oltre – e ciò riguarda proprio le configurazioni Camper – l’adozione di sistemi sospensioni dedicati ed un ampio ventaglio di contenuti pensati per offrire il massimo del comfort ai viaggiatori.

Costante attenzione alla funzionalità

Dal punto di vista dello stile, l’impostazione di Fiat Ducato 2020 risponde ad una precisa serie di esigenze rivolte alla creazione di un veicolo commerciale leggero, dinamico, sicuro, e che trasmetta all’utente un marcato senso di sicurezza, qualità e robustezza. Dunque, un mezzo che coniughi in maniera quanto più diretta possibile l’assunto di “design abbinato alla funzionalità”.

Fra le peculiarità che rendono Fiat Ducato Camper immediatamente riconoscibile, c’è ad esempio la possibilità di ottenere un sedile-poltroncina rotante per conducente e passeggero anteriore: una soluzione particolarmente comoda mentre si viaggia, e che durante le soste fa di Ducato un “salotto a motore spento”, con il semplice orientamento del sedile verso la zona living. D’altro canto, osserva Fiat Professional, nella “bacheca” di Ducato Camper c’è un nutrito palmarès di riconoscimenti internazionali, fra i quali spicca il titolo di “Miglior base per i camper” ottenuto nel 2020 in Germania, e per la tredicesima volta consecutiva, dai lettori della rivista tedesca “Promobil” specializzata da oltre un quarto di secolo nel settore dei veicoli ricreazionali.

I servizi al cliente

Per essere completamente “Leader in Freedom” occorre, altresì, garantire al cliente quella vicinanza e quella risposta alle più varie richieste di intervento che possono sempre improvvisamente emergere durante i viaggi. In questo senso, ed in virtù della ampia esperienza nel settore dei veicoli ricreazionali, Fiat Professional rende disponibile ai propri clienti una gamma di servizi ad hoc:

  • un servizio clienti dedicato e multilingue “Roadside Assistance”, gratuito per i primi due anni dalla data dell’immatricolazione del veicolo, disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, utile a fornire quando necessario un’assistenza rapida, anche in caso di incidente, foratura, mancanza di carburante e guasto tecnico
  • un sito Web ed una pagina Facebook “Fiat Ducato Camper” nonché una pagina Instagram ricca di contenuti
  • una rete di manutenzione, riparazioni e check-up del veicolo che si articola su ben 6.500 punti Fiat Professional presenti in Europa, e più di 1.800 dei quali sono punti Assistenza Fiat Camper, provvisti di ulteriori strutture specializzate per interventi di riparazione sui veicoli ricreazionali.

Infine, a corredo dei servizi per il cliente e con l’obiettivo di garantire una serenità di viaggio “totale”, Fiat Professional ha sviluppato, in collaborazione con Mopar, il pacchetto di garanzia long-term “Maximum Care Camper”, estendibile oltre il periodo di scadenza contrattuale.

Fiat Ducato Camper 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Fiat 500 elettrica 2020, debutta la berlina

Altri contenuti