Nissan: otto novità elettrificate entro il 2022

I “piani alti” del marchio giapponese, già leader fra le auto elettriche con Leaf, annunciano i piani strategici a medio termine: un milione di veicoli zero emissioni ed e-POWER al 2022 e ulteriori servizi ai clienti.

Un ambizioso obiettivo, rivolto a fare del marchio che – attualmente – produce l’auto elettrica più venduta al mondo (Leaf, che ha incontrato il favore di più di 300.000 nuovi clienti in poco meno di otto anni dal debutto), un leader nel mercato della futura mobilità sostenibile. In estrema sintesi, è questo il programma che i vertici Nissan si prefiggono in un’ottica a medio termine.

Cifre alla mano, ciò si concretizzerà in una previsione vendite di nuovi modelli elettrificati in un’incidenza del 40% sul totale delle vendite in Giappone entro il 2022: per quella data, il colosso giapponese, che insieme a Renault ed a Mitsubishi ha, nel 2010, dato vita ad un’alleanza strategica per lo sviluppo dei sistemi di alimentazione “green”, punta a vendere un milione di veicoli elettrificati all’anno, anche con il “lancio”, nel mercato interno (Giappone), di tre nuovi veicoli 100% elettrici e cinque novità a tecnologia e-POWER, engineering presentato a fine 2016 sull’expertise raggiunto dal continuo sviluppo della bestseller Leaf e che, oltre all’unità elettrica, si avvale di un piccolo motore a benzina utile alla ricarica, quando necessario, delle batterie ad alta capacità per l’alimentazione del propulsore “zero emission” (non è, dunque, collegato alle ruote), in modo da eliminare la necessità di fare ricorso ad una rete di ricarica esterna.

È quanto ribadito, nelle scorse ore, dai “piani alti” di Nissan secondo la strategia “Nissan M.O.V.E. to 2022”, maxi-progetto di ampliamento tecnologico e di immagine che non si attuerà esclusivamente attraverso la progettazione di novità elettrificate e il relativo posizionamento sul mercato, ma si accompagnerà ad una ridefinizione del concetto di “customer experience”: tecnologie e servizi “Che migliorano la vita dei clienti”, comunica una nota Nissan diffusa in queste ore, e corredata dai dettagli strategici dei nuovi programmi Nissan al 2022 e, in proiezione di essi, con un riferimento ulteriore (2025).

Il mercato-pilota per la definizione della “roadmap” Nissan Intelligent Mobility, nell’ambito del programma a medio termine Nissan M.O.V.E. to 2022 sarà il Giappone, dove – come accennato – si prevede che la presenza di veicoli elettrici ed e-POWER nel 2022 raggiungerà il 40% delle vendite, con un aumento al 50% entro il 2025: “Trattandosi del nostro mercato interno, siamo fieri che il Giappone sia in prima linea sul fronte della Nissan Intelligent Mobility. Questa visione sta incentivando una crescita costante e proficua nell’ambito del piano Nissan M.O.V.E. to 2022 e trasforma la customer experience, offrendo tecnologie e servizi che migliorano la vita dei clienti”, indica Daniele Schillaci, vicepresidente esecutivo di Nissan Global Marketing and Sales, Zero-Emission Vehicles and the Battery Business e chairman del Management Committee per le aree Giappone-Asia ed Oceania.

Più in dettaglio, appare evidente l’indirizzo tecnico impostato dai vertici Nissan nei confronti della nuova mobilità green (qui ulteriori dettagli di anteprima, delineati nelle scorse settimane): più che affidarsi alle tecnologie di propulsione ibrida plug-in, relativamente costose e complesse, il colosso giapponese intende puntare i propri riflettori su altri sistemi di alimentazione, oltre al “full electric” che rappresenta il fulcro dell’attuale produzione “low emission”. Appunto, le tecnologie e-POWER. Insieme, le due differenti applicazioni di propulsione incideranno, sul volume delle vendite globali, per almeno un milione di veicoli ibridi ed elettrici all’anno entro il 2022.

Sul taccuino delle priorità ci sono otto novità elettrificate: tre nuovi veicoli elettrici, e cinque a sistema e-POWER (quest’ultimo, in particolare, è già presente sul mercato interno, attraverso i modelli Note e Serena). Fra queste, si attende il debutto commerciale di IMx, crossover 100% elettrico ed a guida autonoma svelato – in veste di “concept” – al Salone di Tokyo 2017 e successivamente esposto al recente Salone di Ginevra 2018.

Di rilievo è, inoltre, l’approccio alle vendite, un’altra “voce” che fa parte del programma “Nissan Intelligent Mobility”: in questo senso, gli showroom Nissan – anticipa la nota diffusa dal marchio giapponese – si prevede lo sviluppo di nuovi format, che saranno maggiormente rivolti agli spazi da dedicare ai clienti. La strategia Nissan prevede la realizzazione di nuovi punti venditawalk-in” (senza appuntamento) e store che si baseranno sulla “brand experience” finalizzata all’illustrazione delle tecnologie Nissan Intelligent Mobility ai clienti stessi. Inoltre, tutte le fasi dei processi di acquisto faranno spazio ad una progressiva digitalizzazione, dalle fasi iniziali all’assistenza post-vendita: “I nuovi format commerciali e la digitalizzazione ci permetteranno di personalizzare la comunicazione con i clienti. Miglioreremo la soddisfazione del cliente garantendo servizi all’insegna della qualità”, indica Asako Hoshino, senior vice president di Nissan e alla guida della Divisione Operations Committee per il Giappone.

Da rilevare, infine, il progetto di ampliamento relativo ai servizi di car sharing, sulla scorta di quanto attuato recentemente con il “lancio” del proprio programma di utilizzo condiviso e a flusso libero dei veicoli “e-share mobi”, avviato a metà gennaio 2018, in una prima fase con Leaf e con Note e-POWER. Nissan e-share mobi è nato dalla partnership fra Nissan e Nissan Car Rental Solutions Co., e si basa sulla piattaforma di servizi mobilità “Smart Oasis Carsharing” messa a punto da Nihon Unisys. Il nuovo servizio permette agli utenti giapponesi – circa 30 stazioni di Tokyo, Kanagawa, Shizuoka, Osaka, Hyogo, Kyoto, Shiga, Nara, Wakayama e altre prefetture giapponesi; in seguito se ne prevede l’estensione ad altre regioni di tutto il Paese – l’impiego di una flotta di veicoli equipaggiati con i più recenti dispositivi di assistenza alla guida (fra i quali i nuovi sistemi ProPilot e ProPilot Park su Nissan Leaf, ed Around View Monitor a bordo di Leaf e di Note e-POWER) senza l’addebito di alcuna tariffa mensile né altri costi aggiuntivi rispetto al chilometraggio, ma esclusivamente il corrispettivo “a consumo”; oltre a ciò, gli utenti hanno la possibilità di usufruire di tariffe scontate presso i servizi di noleggio Nissan Rent a Car. “Il car sharing sarà decisivo per cogliere le opportunità a lungo termine relative ai nuovi servizi di mobilità in Giappone. Amplieremo la nostra rete di car sharing, passando da 30 a 500 stazioni in Giappone entro la fine dell’anno fiscale 2018”, osserva Asako Hoshino.

Nissan Leaf 2018: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti