Mercedes-Maybach EQS: il SUV extralusso 100% elettrico in anteprima all’IAA Mobility 2021

Il modello che dal 2023 (quando cioè si prevede il suo ingresso in produzione) aprirà ufficialmente la nuova era “zero emission” anche per le configurazioni Maybach vive il proprio vernissage al Salone di Monaco.

La strategia di completa elettrificazione adottata da Daimler AG, che punta ad un futuro a zero emissioni per tutte le proposte del Gruppo, riguarda in effetti anche il segmento più elevato. Nel dettaglio, la gamma di modelli sotto le insegne Maybach. Ed ecco Mercedes-Maybach EQS: l’anteprima di quello che a breve-medio termine esordirà sul mercato fa bella mostra di se all’IAA Mobility 2021, rassegna di Monaco di Baviera che aprirà al pubblico martedì 5 settembre per concludersi domenica 10.

L’inedito “ultra-Sport Utility”, identificabile come derivazione di fascia ancora più alta del nuovissimo SUV EQS che a sua volta debutterà nel 2022, è atteso in produzione subito dopo. L’importanza di questo modello è notevole: costituisce, come annunciato dal top management della “Stella a Tre Punte”, “Un’anteprima concreta del modello di serie” chiamato dunque ad occupare un ruolo di capofila nello sviluppo della propulsione elettrica anche sotto le insegne Maybach, che peraltro nel 2021 celebra i cento anni dalla fondazione dell’azienda, avvenuta nel 1921 per opera di Wilhelm e Karl Maybach.

Esterni: le finiture dedicate

Il prototipo di pre-produzione esposto all’IAA Mobility 2021 presenta alcuni degli atout specifici della gamma Maybach: finizione bicolore (nero ossidiana metallizzato e rosso zircone, anch’esso metallizzato) per la carrozzeria, emblemi con il marchio Maybach in corrispondenza dei montanti posteriori, modanature cromate (collocate nella zona anteriore del veicolo, in corrispondenza dei predellini laterali e delle cornici della finestratura, e nella parte posteriore) che creano un evidente contrasto con le tinte esterne scelte, la caratteristica ed ampia calandra che completa il “pannello” frontale tipico della nuova produzione elettrica Mercedes, tre nervature sul cofano anteriore, uno spoiler che incornicia il lunotto, ed un set di cerchi in lega da 24” di disegno specifico. Da segnalare i sottili gruppi ottici anteriori a Led a moduli formati da diversi elementi singoli.

Abitacolo: “cura” Maybach e funzionalità hi-tech

All’interno, gli elementi che maggiormente caratterizzano Mercedes-Maybach EQS fanno riferimento ad un’assoluta ricchezza di equipaggiamenti (come è logico attendersi). La porta lato guida si apre in automatico quando il conducente si avvicina al veicolo (e nello stesso tempo le maniglie delle altre porte escono da se, e le ulteriori funzioni adottate dal modulo Mbux-Mercedes Benz User Experience di ultima generazione permettono di impostare da remoto anche l’apertura di quelle posteriori), ed il layout – che riprende il disegno di quello già visto su Mercedes EQS – mette in evidenza i sedili posteriori singoli (qui tuttavia ci sono i poggiagambe posteriori aumentati nelle rispettive dimensioni), gli ampi poggiabraccio ai pannelli porta, le finiture di stile nautico, ed un vano che può essere utilizzato per riporvi alcuni degli accessori personalizzati ottenibili in opzione, come ad esempio i tavolini ribaltabili, un box refrigerato, un vano per contenere calici da champagne. L’impostazione-Maybach, al solito ultra-esclusiva e finalizzata alla trasformazione dell’ambiente-abitacolo in una “suite” iperaccessoriata, presenta materiali e rivestimenti specifici, il volante “rettangolare” (che poi è quello che equipaggiava la concept EQS) e grafiche e funzionalità ad hoc nell’Mbux che prevede tre display, il terzo dei quali, da 12.3”, è a disposizione del passeggero.

Pianale “in condivisione” con EQS

I dettagli completi sulle caratteristiche tecniche di Mercedes-Maybach EQS saranno resi noti più avanti: in questa prima fase di “conoscenza”, i vertici di Stoccarda indicano che il nuovo “super-SUV a zero emissioni” verrà allestito sul medesimo pianale modulare dedicato alla produzione di fascia più elevata delle nuove proposte Daimler AG ad alimentazione elettrica, cioè quella che già costituisce l’”ossatura” di EQS nelle due configurazioni berlina (fino a 770 km di autonomia massima a ciclo WLTP) e SUV (600 km di percorrenza con una ricarica). È peraltro possibile attendersi, per Mercedes-Maybach EQS, una “variazione sul tema” dedicata dal punto di vista delle performance.

Mercedes-Maybach EQS Concept 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti