Hyundai Elantra N Line: primi dettagli sulla nuova variante sportiva

La settima generazione della berlina di segmento medio-alto si arricchisce di una configurazione maggiormente votata al dinamismo.

L’ingresso alla gamma high performance rappresentata dal nuovo “sub-brand” N, cioè l’emanazione sportiva di Hyundai che da lungo tempo guarda con grande attenzione al motorsport, si prepara ad arricchirsi con un inedito modello N-Line. Nella fattispecie, una specifica variante della settima generazione di Hyundai Elantra, berlina di fascia medio-alta che oltreoceano corrisponde a i30 venduta in Europa.

A poco meno di tre mesi dal “vernissage” della aggiornata serie di Elantra, presentata oltreoceano nella seconda metà di marzo 2020 in previsione di un suo esordio nei mercati americani, Hyundai annuncia le caratteristiche di allestimento di Elantra N Line. Un’anticipazione che, di fatto, conferma quanto reso noto in occasione del “reveal” di Elantra Model Year 2021, in cui in vertici del marchio coreano avevano assicurato che una nuova configurazione di tono più sportivo avrebbe presto affiancato la aggiornata lineup.

Corpo vettura: i dettagli che fanno la differenza

Una serie di immagini ufficiali, messe a disposizione dai vertici Hyundai, consente di avere una prima idea in merito al layout estetico-funzionale di Elantra N Line. Partendo dal “capitolato” di upgrade cui è stata sottoposta Elantra “new gen” (sviluppata sulla piattaforma modulare K3, annunciata nella primavera 2019), ovvero linee esterne che si riallacciano al nuovo discorso stilistico “Sensuous Sportiness” affrontato dalle più recenti proposte del marchio coreano (ad inaugurarlo, per l’Europa, è stata la nuova serie di i20 svelata a metà febbraio di quest’anno), Elantra N Line 2021 mette in evidenza una specifica impostazione ancora più dinamica.

Di seguito le principali novità che consentono di riconoscere “al primo sguardo” Hyundai Elantra N Line.

  • Griglia anteriore ridisegnata
  • Monogrammi “N Line”
  • Prese d’aria più ampie
  • Passaruota modificati
  • Nuovi cerchi da 18”
  • Finitura in nero lucido per i gusci degli specchi retrovisori, cornici della finestratura laterale e “minigonne” sottoporta
  • Nuova impostazione nella zona posteriore (“pianta” più larga, nuovo paraurti, diffusore inferiore che integra una coppia di terminali di scarico a finitura cromata, collocati a destra).

Anche l’impianto frenante è stato “riveduto e corretto”, allo stesso modo dell’assetto, ribassato e qui sottolineato dalle nuove ruote a canale più largo.

Motorizzazione: “top secret”

Una serie di finiture di intonazione sportiva andranno, molto probabilmente, ad interessare anche l’abitacolo. I dettagli verranno ufficializzati più avanti, allo stesso modo dei particolari relativi all’unità motrice. In questo senso, le bocche sono cucite fra i “piani alti” Hyundai. Secondo alcune fonti online, ci si attende l’adozione del quattro cilindri turbo da 1,6 litri (versione che ha equipaggiato la precedente declinazione Elantra Sport da 201 CV, variante che fra l’altro ha presentato l’adozione di sospensioni posteriori multilink), magari abbinato al cambio automatico con comando a doppia frizione.

È da tenere presente che Hyundai Elantra 2021 presenta una ghiotta novità: la configurazione ibrida, immediatamente disponibile nella fase di lancio commerciale, formata dal 1.6 GDi a ciclo Atkinson abbinato ad un motore elettrico a sua volta alimentato da una piccola batteria agli ioni di litio da 1,32 kWh di capacità, collocata al di sotto dei sedili posteriori, per una potenza di sistema nell’ordine di 139 CV. In alternativa, Hyundai Elantra 2021 viene proposta, per le configurazioni SE, SEL e Limited, con motorizzazione 2.0 MPI, anch’essa a ciclo Atkinson, da 147 CV di potenza massima a 6.200 giri/min, e trasmissione a sistema IVT-Intelligent Variable Transmission.

Hyundai Elantra N Line 2021: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Hyundai Santa Fe 2020: molto più che restyling

Altri contenuti