Maserati Ghibli Hybrid: il teaser in attesa del debutto

Riflettori puntati sulla variante che apre l’era elettrificata per il “Tridente”: la presentazione in diretta streaming a metà luglio. I primi dettagli.

Un video conferma ed anticipa la Ghibli Hybrid, primo modello elettrificato per il “Tridente” che vedremo nelle prossime settimane sotto i riflettori della presentazione in anteprima assoluta. La sequenza filmata non dice molto sui dettagli tecnici relativi alla vettura che inaugura l’era eco-friendly per il marchio modenese; tuttavia, è da rimarcare per diversi motivi: indica il giorno fissato per il “vernissage” di Maserati Ghibli Hybrid (mercoledì 15 luglio 2020); ed avviene in piena corrispondenza con la “tabella di marcia” definita e resa nota all’inizio dell’autunno 2019 e confermata a metà febbraio 2020, secondo la quale il via al programma ecosostenibile-luxury Maserati (finalizzato allo sviluppo di dieci modelli elettrificati da far esordire sul mercato entro la fine del 2023) prende il via proprio con la declinazione ibrida della bestseller Ghibli, la cui produzione avverrà a Torino.

Quale tecnologia di elettrificazione?

“Bocche cucite” riguardo all’impostazione meccatronica: sotto il cofano, ad un mese dalla presentazione ufficiale, ci si attende il ricorso ad un sistema mild-hybrid con alternatore-starter a 48V, magari da abbinare all’altra “big news” captata dal Web nei mesi scorsi, ovvero l’inedita unità motrice 2.0 benzina, sovralimentata mediante turbocompressore, in grado di erogare una potenza massima nell’ordine di 330 CV. Il condizionale è, in questo caso, più che mai d’obbligo non essendo tale ipotesi supportata da alcun dato ufficiale. Potrebbe essere, in ogni caso: e l’”accoppiamento” fra un nuovissimo 2.0 turbo (che sarà a quattro cilindri? È probabile) ed il sistema “ibrido leggero” comporterebbe, oltre al mantenimento di una “cavalleria” quasi corrispondente all’attuale motorizzazione 3.0 V6 benzina da 350 CV, un ulteriore step riguardo a nuovi traguardi per consumi ed emissioni di CO2, più favorevoli rispetto al turbo-benzina V6. Se è lecito avanzare qualche altra ipotesi, è possibile che per il futuro, in un’ottica a breve-medio termine, la nuova lineup Maserati Ghibli possa più avanti contare anche su una configurazione ibrida plug-in. Tutto può essere, e “teniamo buona” questa eventualità che, d’altro canto, contribuirebbe ad incidere positivamente sulla media delle emissioni di CO2 per l’intera gamma in nuova produzione secondo i limiti indicati dalla Commissione Europea.

Modello cruciale per il nuovo posizionamento strategico

L’appuntamento con Maserati Ghibli Hybrid è, dunque, fra un mese esatto da oggi (lunedì 15 giugno): l’evento verrà “coperto” in diretta streaming dal sito Web corporate di Maserati. Ovviamente stiamo con i riflettori puntati sul “Tridente”, pronti a captare qualsiasi indiscrezione relativa all’impostazione della novità elettrificata Maserati, che va così ad aggiungersi ed arricchire la progressiva elettrificazione dei marchi che fanno capo ad Fca (Fiat e Jeep ci sono; Lancia anche, con la “segmento B” Ypsilon rimasta ultimo baluardo per il blasonato marchio torinese che condivide la motorizzazione con 500 Hybrid e Panda Hybrid). Un intento che, come si accennava in apertura, gli stessi vertici Maserati avevano comunicato verso la fine di settembre 2019, e che in un’ottica di riposizionamento strategico assume una notevolissima importanza tenuto conto del potenziale Maserati per immagine e contenuti tecnici, marchio forse troppo a lungo lasciato “ad inseguire” una offensiva estera (soprattutto tedesca, con Bmw e Porsche in primis nonché, sempre in riferimento alle zone di più alta gamma di mercato, Audi e Mercedes) che dal canto suo ha da tempo dato vita a progetti di sviluppo delle tecnologie di propulsione in chiave ibrido, ibrido plug-in, mild-hybrid e 100% elettrico.

Sarà il nuovo “hub” di eccellenza Fca

Per Maserati, in buona sostanza, l’annuncio del proprio futuro eco friendly (oltre che, è doveroso sottolinearlo, anche rivolto a programmi di sviluppo nel campo della guida autonoma) rappresenterà una virata “a centottanta gradi” in materia di nuova mobilità per il segmento di alta gamma Fca, oltre a concretizzare, in un’ottica necessariamente “up-to-date”, l’immagine di azienda capofila del “Polo del lusso” che Sergio Marchionne desiderava fortemente. Proprio dai “piani alti” Fiat-Chrysler Automobiles era giunta, nella primavera 2019, una prima indicazione relativa al ruolo-guida per Maserati quale prossimo “laboratorio” per lo sviluppo delle tecnologie di guida autonoma: i punti sul taccuino delle priorità sono, dunque, rispettati. Con, in più, un pieno ricorso alle eccellenze italiane. Vale la pena, a questo proposito, riportare integralmente una parte del comunicato Fca di fine settembre 2019 che definiva il nuovo futuro elettrificato e self-driving per Maserati: “Tutti i nuovi modelli Maserati saranno sviluppati, ingegnerizzati e prodotti al 100% in Italia e adotteranno sistemi a propulsione elettrica ibridi e a batteria in grado di fornire sia elevata innovazione che alte prestazioni, tipiche del DNA del Marchio. Tutti i modelli elettrici Maserati combineranno la tradizionale dinamica di guida con la tecnologia elettrica di nuova generazione, offrendo modalità di guida uniche, autonomia estesa e capacità di ricarica ultraveloce”.

 

Le novità Maserati che vedremo più avanti

Fra le successive novità di marca – e che, incidentalmente, ci si attende che porteranno anch’esse in dote corrispondenti declinazioni elettrificate -, ci sono le edizioni restyling del SUV Levante e della “ammiraglia” Quattroporte: la presentazione è, in ossequio al programma industriale del “Tridente”, prevista nei prossimi mesi. Maserati Levante e Maserati Quattroporte “2021”, anche in configurazione Hybrid, potrebbero debuttare verso la fine di quest’anno. Immediatamente prima, ci sarà l’esordio della supercoupé MC20, inizialmente provvista di una nuova motorizzazione a sei cilindri a V e, più avanti, da equipaggiare anche con un powertrain 100% elettrico, impostazione analoga a quella che verrà proposta per le edizioni “zero emission” di Maserati GranTurismo, attesa nel 2021, e GranCabrio che debutterà nel 2022.

Maserati: per chi vuole il massimo c’è la Trofeo Collection Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Maserati Ghibli Hybrid 2020

Altri contenuti