Mini Countryman 2020: restyling e aggiornamenti

Il compact-SUV di Oxford si prepara ad un sostanzioso upgrade a tre anni e mezzo dal lancio della seconda generazione: tutti i dettagli.

Nuovi dettagli al corpo vettura; un sostanziale aggiornamento alle dotazioni ed agli equipaggiamenti hi-tech, sempre più “centrali” nell’allestimento dei veicoli che via via si affacciano sul mercato, allo stesso modo dell’adeguamento delle unità motrici alle nuove normative in materia di emissioni. Questa è, in estrema sintesi, la “carta d’identità” di Mini Countryman in edizione “Model Year 2020”.

Il compact-SUV di Oxford si presenta agli enthusiast del marchio inglese che fa capo a Bmw Group forte di un notevole gradimento (quasi il 30% del monte-vendite MINI in tutto il mondo, ed il 46% in Italia) ed a tre anni e mezzo dal debutto dell’attuale generazione, imparentata con Bmw X2 (la piattaforma è la stessa) e competitor nei confronti di una fascia di mercato “compact-Sport Utility”, che in Europa contribuisce in larga parte al “boom” di vendite di veicoli “a ruote alte” (comparto cresciuto, nel 2019, fino a sfiorare il 40% delle nuove immatricolazioni nel Vecchio Continente): da Audi Q2 a Fiat 500X, Jeep Renegade  e Jeep Compass, a Citroen C3 Aircross, Mercedes GLA, Peugeot 2008, Opel Mokka X, Renault Captur, Volkswagen T-Roc e Volvo XC40.

Nel dettaglio, Mini Countryman 2020 viene declinata in undici declinazioni di modello, suddivise fra versioni a benzina, gasolio e, al vertice della lineup, la variante ibrida plug-in che, dal canto suo, è acquistabile usufruendo dell’Ecobonus ministeriale di 1.500 euro (o 2.500 euro con rottamazione di un autoveicolo Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 o Euro 4). Come accennato, tutte le motorizzazioni hanno ricevuto un sostanziale aggiornamento ai rispettivi sistemi di trattamento dei gas di scarico (nuovo filtro antiparticolato nei modelli a benzina; sistema Scr di riduzione catalitica selettiva con additivo AdBlue nei modelli turbodiesel), il che consente alla nuova edizione-restyling del compact-SUV di Oxford di guadagnarsi la classe di emissioni Euro 6d.

La composizione di Mini Countryman 2020

Versioni a benzina

  • Mini One Countryman: 102 CV; velocità massima dichiarata 180 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 12”0; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 5,9-5,6 litri (5,7-5,6 l) per 100 km, e 134-127 (129-124) g/km di CO2
  • Mini Cooper Countryman: 136 CV; velocità massima dichiarata 205 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 9”7; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 5,9-5,6 litri (5,6-5,3 l) per 100 km, e 135-129 (129-120) g/km di CO2
  • Mini Cooper Countryman All4: 136 CV; velocità massima dichiarata 202 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 10”1; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 6,1-5,9 litri per 100 km, e 140-134 g/km di CO2
  • Mini Cooper S Countryman: 178 CV; velocità massima 225 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 7”5 (7”4); consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 6,5-6,3 litri (6,0-5,7 l) per 100 km, e 148-144 (136-130) g/km di CO2
  • Mini Cooper S Countryman All4: 178 CV; velocità massima dichiarata: 222 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 7”3; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 6,5-6,2 litri per 100 km, e 149-142 g/km di CO2.

Versioni turbodiesel

  • Mini One D Countryman: 116 CV; velocità massima dichiarata: 192 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 11”2; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 4,4-4,1 litri per 100 km, e 116-107 (112-111) g/km di CO2
  • Mini Cooper D Countryman; 150 CV; velocità massima dichiarata: 214 km/h (213 km/h); tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 9”1; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 4,4-4,2 litri per 100 km, e 116-110 (117-111) g/km di CO2
  • Mini Cooper D Countryman All4: 150 CV; velocità massima dichiarata: 211 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 9”0; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 4,8-4,6 litri per 100 km, e 127-121 g/km di CO2
  • Mini Cooper SD Countryman: 190 CV; velocità massima dichiarata 226 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 7”9; consumi ed emissioni a ciclo medio dichiarati: 4,8-4,6 litri per 100 km, e 127-121 g/km di CO2.

Versione ibrida plug-in

  • Mini Cooper SE Countryman All4: 220 CV; velocità massima dichiarata: 196 km/h; tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h 6”8; valori di consumi ed emissioni dichiarati: 2,0-1,7 litri per 100 km, 14,0-13,1 kWh per 100 km, e 45-40 g/km di CO2.

Trasmissioni: si amplia l’offerta del cambio Steptronic ad otto rapporti

Con l’introduzione della nuova edizione 2020, Mini Countryman aggiorna l’elenco di versioni che ricevono di serie il cambio robotizzato Steptronic ad otto rapporti: queste sono, nello specifico, Mini Cooper Countryman All4 e Mini Cooper Countryman All4, nonché Mini Cooper S Countryman All4, Mini Cooper SD Countryman e Mini Cooper SD Countryman All4. Per Mini Cooper D Countryman, lo Steptronic otto rapporti è disponibile a richiesta. Per tutte le altre varianti di modello la trasmissione viene affidata, in configurazione standard, al cambio manuale a sei rapporti o, in alternativa, Steptronic a sette rapporti. La declinazione ibrida ricaricabile Cooper SE Countryman All4 viene provvista, di serie, del cambio Steptronic a sei rapporti. Ulteriore optional, per le versioni benzina e diesel più potenti sono disponibili una trasmissione sportiva Steptronic a 7 rapporti con doppia frizione o una trasmissione sportiva Steptronic a 8 marce.

Corpo vettura: ecco dove è cambiata

L’analisi dell’immagine esteriore di Mini Countryman 2020 sembra, ad una prima occhiata, rivelare una perfetta identità con la pur recente attuale generazione. In realtà, gli elementi di “maquillage”, che – fedelmente alle più recenti impostazioni di stile portate in dote dalla gamma di Oxford – differenziano la nuova versione dai modelli che si preparano ad essere sostituiti, sono molteplici, seppure di dettaglio.

  • Nuovo disegno per la griglia anteriore, ora impreziosita da una sottile cornice cromata
  • Calandra con griglia “ad esagono”, “S” rossa ed un singolo montante cromato per Cooper S Countryman e Cooper SD Countryman
  • Presa d’aria inferiore suddivisa da tre montanti orizzontali per le varianti One Countryman, Cooper Countryman, One D Countryman e Cooper D Countryman
  • Nuovi paraurti in tinta carrozzeria
  • Gruppi ottici a Led (a richiesta a tecnologia Matrix Led) con luce di svolta
  • Fendinebbia a Led provvisti di striscia luminosa, nel semicerchio superiore del faretto, che svolge funzione di luce di parcheggio
  • Nuovi cerchi in lega (con misure da 16” a 19” a seconda della singola versione)
  • Fanaleria posteriore a Led impreziosita dalla grafica “Union Jack”
  • Tinte carrozzeria: alla “palette” si aggiungono le varianti White Silver e Sage Green.

Abitacolo: le novità

Come accennato a proposito dell’allestimento esterno, anche nell’abitacolo le novità di Mini Countryman 2020 sono di dettaglio, e improntate ad un sostanziale upgrade generazionale, adottato con l’obiettivo di mantenere intatte le peculiarità di stile “tipicamente MINI” e, nel caso specifico, la versatilità di impiego che costituisce il “quid” in più per i potenziali acquirenti di vetture che appartengono alla fascia Sport Utility di dimensioni compatte.

  • Nuovo volante sportivo in pelle
  • Regolazione in altezza anche per il sedile passeggero (a richiesta, comando di regolazione elettrica con funzione memory conducente per i due sedili anteriori)
  • Grafiche rinnovate allo strumento circolare centrale provvisto di pannello controllo audio, pulsanti dei lampeggiatori di emergenza e sistemi di assistenza alla guida integrati
  • Pulsanti touch e superfici lucide rifinite in Piano Black.

Capacità di trasporto bagagli

Il volume utile di carico nel bagagliaio si mantiene buono per ampiezza:

  • 450 litri nel normale assetto di marcia
  • 1.390 litri (massimo) a sedili posteriori – frazionabili nello schema 40 : 20 : 40 – completamente abbattuti.

Configurazioni a richiesta

In opzione, Mini Countryman 2020 permette le numerose possibilità di personalizzazione che rappresentano uno degli atout della gamma di Oxford. Si segnalano, fra le soluzioni-novità, le varianti in pelle Chester Indigo Blue e Chester Malt Brown che vanno ad aggiungersi alle molteplici opzioni di rivestimento dei sedili; e la Color Line, in precedenza ottenibile a richiesta singolarmente, che entra a far parte integrante del rivestimento in pelle ideato per adattarsi alle combinazioni cromatiche. Una nuova versione delle finiture superfici Mini Yours è disponibile, con sovrapprezzo, per tutte le varianti di modello. Un “tocco” sportivo ed elegante viene conferito dal layout abitacolo Silver Yours Interior Style, in cui una cornice illuminata in Shaded Silver si abbina alle finiture porta in Dark Silver ed alle modanature in Hazy Grey.

Dotazioni hi-tech: è sempre connessa

La dotazione dispone di una aggiornata gamma di impianti audio e sistemi di navigazione. Il sistema HiFi dispone, di serie, delle funzioni streaming mediante connessione Bluetooth, assistente vocale Amazon Alexa ed un sistema telefono vivavoce con interfaccia Usb. Da notare, fra gli aggiornamenti di ultima generazione, l’adozione di una scheda SIM installata a bordo, per l’utilizzo del Intelligent Emergency Call con rilevamento automatico della posizione del veicolo e della gravità degli incidenti, nonché della suite di servizi Mini TeleServices. A richiesta ci sono la strumentazione digitale con display da 5” nuove funzionalità MINI Connected comprese nel modulo infotainment con display da 8.8”.

Mini Countryman 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti