Mini Cooper S E Countryman All4: pronta al debutto

Il recente “lancio” della rinnovata Countryman MY 2017 ha preparato il terreno alla variante ibrida plug – in da 224 CV. Ecco le caratteristiche.

Mini Cooper S E Countryman All4: pronta al debutto

di Redazione

10 Maggio 2017

In perfetto orario con la “tabella di marcia” anticipata lo scorso autunno, riguardo alle tappe di lancio della nuova gamma, MINI comunica in queste ore l’imminente “lancio” della inedita Cooper S E Countryman All4, edizione ibrida plug – in della aggiornata variante “Sport Utility” della recentemente rinnovata gamma di Oxford, portata al debutto europeo in questi mesi dopo l’anteprima al Salone di Los Angeles 2016.

Fra gli atout portati in dote dalla nuova Mini Cooper S E Countryman All4 (primo modello ibrido ricaricabile per il marchio premium britannico), particolare attenzione è stata posta – ovviamente – nella tecnologia di bordo, improntata alla massima efficienza energetica.

Il modulo benzina – elettrico da 224 CV complessivi, abbinato alla trazione integrale elettrificata All4 e – relativamente all’unità zero emissioni – alimentato da una batteria agli ioni di litio ricaricabile in due ore e mezza attraverso la Wallbox, viene dichiarato per un consumo di carburante nell’ordine di 2,1 – 2,3 litri per 100 km, ed emissioni di CO2 che si attestano su 49 – 52 g/km; nella sola modalità elettrica, la vettura – indica una nota diffusa in queste ore dai tecnici di Oxford – denuncia un’autonomia di 42 km e una velocità massima di 125 km/h.

Esteriormente, la Mini Cooper S E Countryman All4 è pressoché identica alla configurazione scelta per la nuova gamma Countryman MY 2017, che si segnala – rispetto alla serie precedente venduta in oltre 540.000 unità in sei anni – per una maggiore lunghezza del corpo vettura (20 cm in più: da 4,09 m a 4,29 m) e 75 mm in più di passo.

Riguardo all’estetica, la nuova Countryman MY 2017 si segnala per l’adozione delle novità di stile introdotte dall’attuale lineup Mini: nuova griglia anteriore, fanaleria di nuovo disegno, immagine nel complesso più “muscolosa”. Peculiarità di Cooper S E Countryman All4 sono lo sportellino per il collegamento del cavo di carica, “nascosto” nella zona dello “Side Scuttle” sinistro, le targhette specifiche “e” sugli stessi “Side Scuttle” e una “S” gialla nella scritta della coda nonché sulla calandra del radiatore e sui battitacco.

All’interno, si segnala una seduta leggermente rialzata del divanetto posteriore (sotto al quale trovano posto la batteria dell’unità elettrica e il serbatoio carburante da 36 litri) il cui schienale viene frazionato nello schema 40 : 20 : 40. La strumentazione sul piantone sterzo si integra con l’indicatore di potenza; di serie la nuova Mini Cooper S E Countryman All4 dispone del modulo audio “MINI Visual Boost” con display da 6.5” a colori, collocato nel tradizionale “oblò” centrale, che evidenzia inoltre le funzionalità del “MINI Country Timer” e dello stato di carica della batteria.

A richiesta, il “pacchetto” Wired propone un display da 8.8” con sistema di navigazione “MINI Professional” e il Touch Controller della consolle centrale. L’equipaggiamento di serie della MINI Cooper S E Countryman ALL4 comprende i MINI Driving Modes. Indipendentemente dalla modalità di esercizio selezionata con il comando toggle eDrive, la taratura della vettura può essere impostata, secondo le preferenze personali, per una guida particolarmente sportiva oppure efficiente.

Sotto il cofano, la nuova Mini Cooper S E Countryman All4 viene equipaggiata con l’unità tre cilindri da 1,5 litri a benzina MINI TwinPower Turbo da 136 CV e 220 Nm già a 1.250 giri/min, abbinato al cambio Steptronic ad otto rapporti opportunamente modificato, agente sulle ruote anteriori; e con il motore elettrico da 88 CV e 165 Nm disponibili già all’avviamento. La potenza complessiva del modulo ibrido plug – in di Mini Mini Cooper S E Countryman All4 è 224 CV, per 385 Nm; su strada, l’accelerazione 0 – 100 km/h richiede 6”8.

Un cenno particolare merita la batteria: per Mini Cooper S E Countryman All4, l’accumulatore agli ioni di litio viene collocato in posizione immediatamente avanzata rispetto al motore elettrico, al di sotto del divanetto posteriore. La batteria – prodotta nello stabilimento di Dingolfing, competence centre Bmw per le tecnologie eDrive, dove avviene anche la produzione dell’unità elettrica – si compone di cinque moduli da sedici cellule ciascuno. La batteria sviluppa una capacità di 7,6 kWh. Due le modalità di ricarica: con una normale “presa” domestica, Mini prevede 3 ore e un quarto per la ricarica completa; con la Wallbox, il tempo per un “pieno” di energia si riduce a due ore e mezza.

Da segnalare il sistema elettronico di controllo dell’energia in base alle istantanee condizioni di guida. In molte fasi di traffico giornaliero, Mini Cooper S E Countryman All4 sfrutta esclusivamente il motore elettrico, a sua volta in grado di svolgere una funzione di “boost” come supporto all’unità termica in caso di accelerazioni particolarmente dinamiche.

In più, nel caso che durante la guida venga impiegato soltanto uno dei due motori, il secondo può aggiungersi per ottimizzare trazione, maeggevolezza della vettura e stabilità di guida. Ciò avviene attraverso il dispositivo DSC – Dynamic Stabiity Control, che analizza in forma costante le situazioni di guida istantanee e le richieste del conducente. Si attiva, dunque, una interazione “controllata” fra avantreno – azionato dal motore endotermkico – e retrotreno, che riceve forza motrice dall’unità zero emissioni: un principio corrispondente (seppure… collocato in posizione inversa) alla tecnologia powertrain applicata per Bmw i8.

In funzione delle specifiche esigenze di funzionzamento, la nuova Mini Cooper S E Countryman All4 dispone di tre modalità di esercizio, commutabili dal conducente per mezzo del comando “toggle eDrive”: “Auto eDrive” (guida esclusivamente elettrica fino a 80 km/h, a velocità superiori accensione del motore endotermico, soprattutto nelle accelerazioni forti o quando il livello di carica della batteria è inferiore al 7 per cento); “Max eDrive” (guida esclusivamente elettrica fino a 125 km/h, accensione del motore endotermico a velocità superiori o in caso di kickdown); “Safe Battery” (alimentazione con il motore endotermico, lo stato di carica della batteria viene mantenuto oltre il 90 per cento oppure elevato a questo livello attraverso il generatore del motorino di avviamento).

Tutto su: MINI Countryman, Salone di Los Angeles 2018