Volvo XC40 T5 Plug-in Hybrid: caratteristiche, autonomia, allestimenti e prezzi

Riflettori puntati sulla versione ibrida ricaricabile del compact-SUV bestseller in Italia: su strada nei prossimi mesi; poi arriverà il modello elettrico.

L’impostazione esteriore è pressoché invariata; ciò che cambia (e di novità ce ne sono molte) è “sotto”. Del resto, già l’indicazione di modello, “Recharge”, la dice lunga sulla famiglia di appartenenza e sulla filosofia di alimentazione “secondo Goteborg”: il ricorso alla tecnologia di elettrificazione “new gen” che, nella fattispecie, porta in dote il sistema di propulsione ibrido ricaricabile. Anche in questo caso, tuttavia, il modulo benzina-elettrico è inedito nel proprio genere.

Obiettivo: consolidare il successo di vendite

Ecco, in estrema sintesi, la “carta d’identità” di Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid, nuova variante di gamma sviluppata dai tecnici del marchio svedese con l’obiettivo di arricchire la ancor giovane (ha debuttato nel settembre 2017) e già fortunata lineup del compact-SUV di Volvo, che dalla fase di esordio in Italia ha totalizzato oltre 21.500 unità vendute: risultati di gradimento che pongono XC40 ai vertici delle vendite Volvo nel nostro Paese, e che nei primi due mesi del 2020 hanno ricevuto una ulteriore attestazione, grazie ai 2.500 esemplari venduti a gennaio e febbraio di quest’anno. Il trend si è dunque affermato, almeno nelle prime settimane dell’anno. L’emergenza da coronavirus ha giocoforza rallentato le vendite in maniera notevole; tuttavia, l’obiettivo Volvo, ribadito in sede di presentazione ufficiale del nuovo compact-SUV, è di far sì che l’incidenza delle varianti ad alimentazione ibrida ricaricabile nella lineup XC40 arrivi al 16% nel presente (e difficile) 2020; e che, in un contesto più ampio, che l’alimentazione ibrida plug-in raggiunga il 15% del totale delle vendite Volvo in Italia.

Su strada alla fine dell’estate 2020

Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid, protagonista di un “vernissage” virtuale per il nostro mercato, esordirà in Italia nei prossimi mesi: proprio a causa dell’emergenza da Covid-19, il debutto della variante ibrida ricaricabile del compact-SUV svedese è previsto per la fine della prossima estate. Più avsnti, la lineup si amplierà ulteriormente con l’arrivo della configurazione 100% elettrica XC40 Recharge P8 AWD, di recente avvio alle ordinazioni.

Efficienza e versatilità: chiavi di lettura per la nuova mobilità

L’imminente fase di “lancio” di Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid avviene dunque in un contesto quanto mai delicato, che tuttavia – indicano i vertici nazionali Volvo – evidenzia per converso una cifra confortante: un portafoglio di ordinazioni di 11.000 unità per il 2020. Niente male. Il 2019 di Volvo Car Italia si è del resto concluso con cifre da primato per il marchio svedese sul nostro territorio: le unità vendute sono state 22.800, e 21.800 quelle consegnate. “Sono certo – osserva Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia – che la nuova XC40 Recharge T5 Plug­In Hybrid darà un forte impulso a un trend già evidente. I clienti che scelgono di passare all’ibrido sono in vistoso aumento; in questo senso, la nuova XC40 raccoglierà ampi favori per le sue caratteristiche di estrema efficienza nei consumi”. Efficienza e versatilità: due degli atout di primo piano quando si parla di alimentazione ibrida (e ibrida plug-in più nello specifico), e che il numero uno di Volvo per l’Italia indica come essenziali per l’”offensiva” elettrificata nel nostro Paese: “Il ritardo che il nostro Paese accusa in termini di infrastrutture di ricarica lascia presagire che le motorizzazioni ibride giocheranno per lungo tempo un ruolo importante nella transazione verso l’elettrico”. “Abbiamo segnali evidenti in tal senso anche attraverso il numero di sottoscrizioni al nostro servizio ‘Care by Volvo’, che sono in maggioranza per l’acquisizione di vetture plug-in hybrid. E non va dimenticato il fatto che XC40 è la nostra bestseller: un modello che il pubblico italiano ha gradito fin dal debutto e che continua a raccogliere ordini in maniera crescente. Per questo credo che XC40 T5 Recharge Plug-in Hybrid sarà per noi una carta vincente”. A dare man forte per una rapida ripresa del mercato potrebbe, in riferimento alle strategie Volvo, dare un valido contributo il servizio Care by Volvo, programma di abbonamento alternativo al “tradizionale” acquisto della vettura.

Con Recharge, ulteriori obiettivi di sostenibilità

Se Volvo è, da più di sessant’anni, in prima linea in materia di sicurezza (dalle prime cinture di serie, che vennero installate nel 1959, all’attuale “obiettivo zero”, cioè zero vittime causate da incidenti stradali, e che fra gli altri ha visto l’introduzione per l’intera gamma 2020 – XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid compresa, dunque – della velocità massima “calmierata” a 180 km/h su tutti i modelli di nuova produzione), sul taccuino delle priorità c’è anche lo sviluppo di lineup in chiave sostenibile (“Omtanke” è il termine in lingua svedese attraverso cui Volvo traduce in una sola parola questo articolato approccio green). “Recharge” è la parola d’ordine attraverso cui Volvo riassume la propria visione eco friendly rivolta al 2025:

  • ridurre del 40% il “carbon footprint” dai propri modelli
  • aumentare al 50% l’incidenza delle auto completamente elettriche nel totale vendite complessivo, ed il restante 50% per i modelli ad alimentazione ibrida
  • utilizzare materiali riciclati per almeno il 25% delle parti in plastica delle nuove vetture
  • azzerare l’impatto sul clima delle proprie attività produttive globali.

Oltre all’impegno “in prima persona” per ridurre l’utilizzo delle materie plastiche da tutte le sue sedi operative – processo che si concretizza con l’eliminazione degli oggetti monouso in plastica da tutti gli uffici, le mese e gli eventi in tutto il mondo -, entro il 2040 l’obiettivo ultimo di Volvo cars in tema di sostenibilità è di diventare carbon neutral.

Sei bravo nell’utilizzo della vettura in elettrico? Volvo ti rimborsa l’energia consumata

A chi non farebbe piacere ricevere “in regalo” ciò che si consuma… Ebbene, Volvo lo permette. Nello specifico, in ordine di favorire l’utilizzo della propria nuova gamma ibrida ricaricabile in maniera “virtuosa”, vale a dire dando la preferenza alla guida in elettrico (o il più possibile, in ogni caso), il marchio svedese ha scelto una forma di incentivo che premia i più “bravi”: per il primo anno dall’acquisto, i neo-proprietari di XC40, previo utilizzo della App OnCall con registrazione delle modalità di impiego della vettura, consentono a Volvo di determinare quanta energia elettrica sia stata utilizzata e quante volte il veicolo sia stato ricaricato. In questo modo, Volvo Italia calcola l’importo che verrà rimborsato. “Last but not least”, è in fase di definizione un accordo fra Volvo ed Enel X per lo sviluppo di una Wallbox dedicata.

Le novità “sotto il cofano”

Fermo restando lo sviluppo di modello (“base di partenza” è la piattaforma CMA-Compact Modular Architecture, che ha debuttato proprio quale “ossatura” di XC40 ed entro fine 2020 si arricchirà ulteriormente attraverso il debutto dell’altrettanto attesa versione 100% elettrica XC40 Recharge), la novità Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid si caratterizza per l’adozione di un modulo di propulsione “ibrido seriale”. Con questo termine, i tecnici Volvo indicano il contemporaneo intervento del motore termico (il nuovo 1.5 benzina 3 cilindri) e dell’unità elettrica sul medesimo assale, nella fattispecie le ruote anteriori (al contrario, ad esempio, la piattaforma SPA-Scalable Product Architecture dedicata ai modelli di fascia superiore per dimensioni e segmento sfrutta lo schema a motore elettrico parallelo, cioè collocato in corrispondenza del retrotreno).

Notevole sobrietà nei consumi

La potenza complessiva è di 262 CV, per una forza motrice da 425 Nm di coppia massima. Di assoluto rilievo i valori di consumi ed emissioni: Volvo dichiara consumi combinati (ciclo WLTP) di 2-2,4 litri di benzina per 100 km, e 45-55 g/km di CO2. È chiaro che molto dipende dall’attenzione che il conducente attua per mantenere quanto più contenuti possibile questi valori: in ogni caso, si tratta di risultati decisamente promettenti. Riguardo alle emissioni, Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid rientra in pieno nella fascia di Ecobonus ministeriale da 1.500 euro all’acquisto (2.500 euro con un usato Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 o Euro 4 da rottamare).

Tre modalità di guida

Il conducente di Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid ha a disposizione tre programmi di guida, ciascuno dei quali funzionale ad una specifica propulsione.

  • Pure: garantisce la marcia del veicolo in modalità 100% elettrica, e fino ad una velocità di 125 km/h
  • Hybrid: è la modalità “di default”, quella – per intenderci – che entra in funzione nella fase di avviamento, ed in cui entrambe le unità motrici lavorano in sincrono; a controllarne l’azione, provvede la centralina di gestione cui spetta il compito di minimizzare i valori di consumo e le emissioni; nel caso in cui il livello della batteria sia insufficiente, oppure qualora il conducente interviene sull’acceleratore, l’alimentazione viene commutata in modalità termica
  • Power: “Quella più simpatica”, osservano i tecnici Volvo. Questo programma interviene quando il conducente abbia necessità di avere a disposizione l’intera potenza e la massima forza motrice (segnatamente, l’accelerazione e la ripresa, con un “boost” in più garantito dall’unità elettrica; l’allungo e la velocità, “a cura” del 1.5 3 cilindri benzina).

Come “sfruttare” al meglio la resa del sistema ibrido plug-in

In virtù delle peculiarità proprie di ciascuna delle due tipologie di alimentazione, i tecnici Volvo illustrano un utile “vademecum” sulla guida del veicolo ibrido ricaricabile finalizzato al massimo rendimento:

  • adottare uno stile di guida fluido (cercando, cioè, di evitare brusche variazioni di velocità)
  • anticipare le situazioni, in modo da consentire al motore elettrico di attivare il recupero dell’energia
  • favorire le lunghe decelerazioni (“voce” complementare alla precedente: si intende far “veleggiare” il veicolo, nelle fasi di rilascio, per aiutare l’accumulo di energia cinetica)
  • sfruttare la coppia costante del motore elettrico, che aiuta a tenere sotto controllo i consumi.

Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid T5: la scheda tecnica

Ingombri esterni

  • Lunghezza: 4,43 m
  • Larghezza: 1,86 m
  • Altezza: 1,66 m
  • Passo: 2.700 mm
  • Peso: 1.812 kg

La tecnologia di motorizzazione

  • Motore: 1.5 tre cilindri benzina turbocompresso
  • Potenza massima: 182 CV
  • Motore elettrico: 82 CV
  • Potenza di sistema: 262 CV
  • Coppia motrice: 425 Nm complessivi (265 Nm+180 Nm)
  • Cambio: Geartronic a sette rapporti
  • Batteria di alimentazione: 10,7 kWh (8,5 kWh di capacità utile)
  • Autonomia massima in modalità di marcia elettrica: 45 km
  • Capacità serbatoio benzina: 48 litri
  • Velocità massima: 180 km/h (autolimitati)
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 7”3
  • Consumo combinato (WLTP): 2,0-2,4 litri per 100 km
  • Emissioni di CO2 (WLTP): 45-55 g/km.

I prezzi e gli allestimenti

La lineup Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid T5 viene declinata in tre varianti di configurazione:

  • Inscription-Expression
  • Inscription
  • R-Design.

Di seguito l’indicazione degli importi “chiavi in mano”.

  • Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid T5 Inscription-Expression: 47.700 euro
  • Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid T5 Inscription: 50.220 euro
  • Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid T5 R-Design: 50.920 euro.

Le principali dotazioni

Recharge Inscription-Expression

In aggiunta alla versione Momentum, dispone di serie di:

  • cerchi in lega da 18” a finitura Nero Diamond Cut con pneumatici da 235/55 R 18
  • cavo di tipo 2 monofase da 7 m Mode 2 per la ricarica da 2,3 kW, 10Ah di potenza, con presa di tipo Schuko
  • cavo di tipo 2 monofase da 4,5 m Mode 3 per la ricarica da 16Ah di potenza massima, con presa Mennekes
  • cornici inferiori lucide ai finestrini laterali
  • fendinebbia a Led
  • griglia anteriore in nero lucido con barre verticali cromate, cornice a finitura cromata
  • indicazione “Recharge” incisa sul montante posteriore
  • fendinebbia a Led
  • portellone a comando elettrico
  • piastre di protezione (anteriore e posteriore) in argento opaco
  • battitacco in argento lucido (quelli anteriori con iscrizione “Recharge”)
  • modulo infotainment “Sensus Connect” con impianto audio “High Performance Sound” da 250W di uscita ad 8 altoparlanti; impianto di navigazione “Sensus Navigation” con servizio Real Time Traffic a grafica 3D (comprendente mappa europea su HD, impostazione vocale della destinazione ed aggiornamento cartografico semestrale a vita, funzione Eco-Driving, ricerca dei luoghi di interesse circostanti, funzione “send-to-car” per l’invio al veicolo delle App : Park&Play, Yelp, Glympse, Weather e WikiLocations), ed integrazione smartphone mediante lo schermo touch centrale da 9”, con controllo funzioni multimediali attraverso comandi vocali via Siri o Google attraverso il sistema audio di bordo.

Recharge Inscription

Questa configurazione aggiunge, all’allestimento Inscription Expression, le seguenti dotazioni:

  • cerchi da 19” Nero Diamond Cut a cinque razze sdoppiate con pneumatici da 235/50 R 19
  • sedili (anteriori con cuscino estendibile) rivestiti in pelle Arianne
  • tappetini personalizzati
  • illuminazione ambient “Top Line”
  • inserti decorativi in legno Driftwood
  • pomello del cambio in cristallo Orrefors
  • protezione metallica per la soglia del vano di carico
  • finitura in nero lucido per il tunnel centrale.

Recharge R-Design

Questo allestimento, di impostazione ancora più sportiva, offre in più, rispetto alla declinazione Inscription Expression:

  • cerchi da 19” Nero opaco Diamond Cut a cinque razze sdoppiate con pneumatici da 235/50 R 19
  • assetto Sport, caratterizzato da molle e ammortizzatori più rigidi ed altezza uguale al telaio Dynamic
  • gusci specchi retrovisori esterni verniciati in nero
  • finitura in nero lucido alle cornici inferiori dei finestrini laterali
  • griglia anteriore R-Design nera lucida con modanature orizzontali e cornice in nero lucido
  • modanature montanti in nero lucido
  • barre portatutto con finitura nero lucido
  • verniciatura in Nero solido per il tetto
  • sedili Comfort con rivestimento in Nubuck e pelle Nappa traforata
  • sedili anteriori con cuscino estendibile
  • padiglione in tinta Antracite
  • illuminazione ambient “Top-line”
  • inserti decorativi “Cutting Edge”
  • pedaliera sportiva R-design
  • pomello del cambio R-design rivestito in pelle traforata
  • volante sportivo R-design a tre razze, rivestito in pelle traforata, con finiture in metallo
  • tappetini dedicati R-design.
Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Volvo V90 Cross Country 2020

Altri contenuti