Bentley Continental GT Convertible: arriva la Equestrian Edition

Esemplare unico commissionato dallo showroom di Bristol, si ispira alla grande tradizione dei meeting di equitazione di oltremanica.

Il nuovo programma “Collection”, creato dai vertici di Crewe con l’obiettivo di enfatizzare le proprie creazioni in serie limitata (progetto che si aggiunge alle linee “Coachbuilt” – che prende come riferimento le creazioni “ad personam” che da anni costituiscono il substrato artigianale di Mulliner; primo esempio: la specialissima Bentley Mulliner Bacalar – e “Classic”, presentata nel 2019 con l’esemplare di Bentley Corniche del 1939 perfettamente restaurato e che si occuperà della realizzazione della 4,5 Liter Blower Continuation) si inaugura ufficialmente con la realizzazione di una inedita edizione “su misura” creata su base Bentley Continental GT Convertible: si tratta, nello specifico, della serie “Equestrian Edition”, commissionata espressamente dallo showroom Bentley di Bristol per essere allestita (“ovviamente” a mano) dagli artigiani della Divisione Mulliner.

Fonte di ispirazione: il prestigioso Ippodromo di Cheltenham

Fonte di ispirazione della nuova Bentley Continental GT Convertible Equestrian Edition, è chiaramente l’atmosfera elegantemente senza tempo che contraddistingue uno degli ippodromi più famosi al mondo e sede del prestigioso Cheltenham Festival. Per questo, la novità GT Convertible Equestrian Edition, creata in esemplare unico, viene presentata in una cornice adeguata al blasone del modello e della disciplina che intende omaggiare: le scuderie Jonjo O’Neill Racing, la cui sede si trova ad una decina di miglia di distanza dallo stesso Ippodromo di Cheltenham.

Corpo vettura: ecco le modifiche “by Mulliner”

All’esterno, l’immagine “equestre” di Bentley Continental GT Convertible allestita da Mulliner dietro specifiche di Bentley Bristol presenta, riguardo alla tinta carrozzeria, il ricorso ad una tonalità di verde extra-serie (“Spruce Green”), che qui ben si abbina al “pacchetto” Blackline che sostituisce le modanature cromate ad effetto lucido con corrispondenti dettagli in nero lucido (ne vengono interessati i fregi esterni, le cornici della finestratura, la griglia del radiatore, i terminali di scarico). Nuovi anche i cerchi “Mulliner Driving Specification” da 22” rifiniti in nero lucido.

Abitacolo e sistemi ADAS

Decisamente articolato è il “ventaglio” di accessori e finiture dedicate che adorna gli interni di Bentley Continental GT Convertible Equestrian Edition: in questo senso, è possibile notare come i tradizionali atout di “ovvia” esclusiva eleganza e spiccata sportività vengano ulteriormente messi in risalto da un arredo dedicato, con sagome di cavalli e fantini che adornano i quattro sedili e la fascia della plancia, rivestimenti con i pellami solitamente utilizzati per la costruzione delle selle, impiallacciature in legno di noce a loro volta decorate con dettagli in oro. La classica trapuntatura “a diamante” sinonimo delle creazioni Bentley Mulliner fa ricorso al tradizionale Tweed con cuciture in blu a contrasto. La dotazione di bordo prosegue con le più moderne “suite” di dotazioni di ausilio attivo alla guida: nel dettaglio, il “pacchetto” Bentley Touring che comprende Lane assist, Adaptive Cruise Control, Bentley Safeguard Plus, Night vision and Head-up display; e il “kit” Bentley City Specification, a sua volta provvisto di Top view camera, Traffic sign recognition, City assist, sistema di riconoscimento pedoni, Reversing Traffic Warning, specchi retrovisori a sistema anti-abbagliamento automatico e apertura baule “hands-free”.

Meccatronica: tutto come prima

Ricordiamo brevemente l’impostazione di motore e trasmissione, nonché i relativi (elevatissimi) valori prestazionali, che contraddistinguono Bentley GT Convertible: sotto il (lunghissimo) cofano, la sontuosa “Open Tourer” di Crewe recentemente “riveduta e corretta” dalla Divisione Mulliner mantiene invariata l’impostazione meccatronica della lineup Continental GT. Vale a dire, le due unità motrici 6.0 V12 sovralimentata mediante doppio turbocompressore e, qui, dichiarata per una velocità massima di 333 km/h ed un tempo di 3”8 richiesto per lo scatto da 0 a 100 km/h; ed il 4.0 V8 biturbo di nuova generazione, che spinge la sontuosa “super-Cabriolet” di Crewe ad una velocità di punta di 318 km/h ed a 100 km/h, con partenza da fermo, in 4”1.

Bentley Continental GT Convertible Equestrian Edition 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bentley Bentayga restyling

Altri contenuti