Bentley Continental GT Convertibile Mulliner: il debutto a Ginevra

La sontuosa “cabrio” di Crewe verrà svelata al Salone di Ginevra 2020.

LFra le “regine” attese all’imminente Salone di Ginevra 2020, in programma da giovedì 5 a domenica 15 marzo, Bentley anticipa la propria seconda novità che andrà ad affiancare la “misteriosa” Mulliner Balacar recentemente anticipata attraverso un primo teaser e chiamata a prefigurare, ispirandosi all’avveniristica concept EXP 100 GT, la futura immagine “Gran turismo” per il marchio di Crewe. Si tratta, nello specifico, di Bentley Continental GT Convertibile Mulliner, concepita dagli artigiani della “B Alata”, insieme alla Divisione specializzata nella creazione di serie speciali, edizioni a tiratura limitata ed esemplari unici, espressamente per andare a costituire il “picco” più alto della gamma Continental GT. Il debutto sul mercato è previsto entro la fine del 2020: più avanti verranno dettagliati i prezzi di vendita, peraltro suscettibili di notevoli variazioni “verso l’alto” stanti le ampie possibilità di personalizzazione concesse da Mulliner ai facoltosi enthusiast che entrano in possesso di un esemplare di Crewe: la lista degli interventi ai quali Mulliner è in grado di operare, per venire incontro alle esigenze del singolo cliente, è pressoché infinita. È quindi possibile che gli importi di vendita (ricordiamo che Bentley Continental GTC in corrente listino e nella declinazione 6.0 V12 da 635 CV, parte da poco meno di 239.000 euro) possano lievitare ulteriormente.

Esclusività artigianale

Cifre faraoniche a parte – che verranno rese note nei prossimi mesi, come accennato -, ciò su cui i vertici Bentley puntano i riflettori viene rappresentato dalle esclusive finiture realizzate da Mulliner per la nuova edizione “en plein air” della “sportivissima-bestseller” di oltremanica. Il management di Crewe invita a soffermare l’attenzione su, ad esempio, gli inediti cerchi da 22” dal disegno a dieci razze con “badge” flottanti e autolivellanti che rimangono in posizione verticale mentre la ruota gira, il nuovo motivo che accompagna i gruppi ottici anteriori e che si ispira al cristallo tagliato, la calandra “Double Diamond”, a sua volta integrata da prese d’aria laterali recanti il marchio “Mulliner”. Il medesimo approccio di stile “Double Diamond” viene applicato, nell’abitacolo, attraverso un motivo di trapuntatura “Diamond-in-Diamond” che riveste, in una trama a contrasto dal pregiato pellame, i quattro sedili singoli, i pannelli porta, la pannelleria alle fiancate interne posteriori e, per la prima volta, il tonneau cover: quasi 400.000 punti di cucitura complessivi, e 712 punti per disegnare ogni “diamante”. Da notare che lo sviluppo di questo processo di ricamo, per giungere ad un simile risultato unico nel proprio genere, ha richiesto – indica Bentley – ben 18 mesi di lavoro. A loro volta, la consolle centrale presenta una finitura laminata a contrasto, ed un esclusivo orologio Breitling (la Maison horlogère svizzera è da lungo tempo partner di Crewe) in argento spazzolato; e l’illuminazione “ambient” a Led si compone di sette temi cromatici differenti nonché delle “luci di benvenuto” che dagli specchi retrovisori proiettano la “B Alata” sul terreno.

Motorizzazioni: si potrà scegliere fra il V12 ed il V8

Sotto il (lunghissimo) cofano, Bentley Continental GT Convertibile Mulliner mantiene invariata l’impostazione meccatronica della lineup Continental GT. Vale a dire, le due unità motrici 6.0 V12 sovralimentata mediante doppio turbocompressore e, qui, dichiarata per una velocità massima di 333 km/h ed un tempo di 3”8 richiesto per lo scatto da 0 a 100 km/h; ed il 4.0 V8 biturbo di nuova generazione, che spinge la sontuosa “super-Cabriolet” di Crewe ad una velocità di punta di 318 km/h ed a 100 km/h, con partenza da fermo, in 4”1.

Bentley Mulsanne 6.75 Edition by Mulliner: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Bentley Bentayga restyling

Altri contenuti