Bentley 4,5l: la storica Blower del 1929 torna in produzione

Uno dei modelli di riferimento nella storia di Crewe verrà riprodotto in 12 unità esattamente uguali alle specifiche di Le Mans 1930 ideate da Tim Birkin.

Uno dei modelli più importanti per Bentley, dal punto di vista storico, sta per tornare a nuova vita: una “operazione rinascita” che farà piacere agli appassionati di vetture d’epoca di particolare prestigio, e che – da un punto di vista “manufatturiero” – contrassegna l’abilità e l’entusiasmo dei dipendenti del nobile marchio di Crewe, che – come peraltro dimostrato da altri big player – approfittano delle possibilità oggi offerte dalle nuove tecnologie di esecuzione degli interventi, per mettere in pratica inediti progetti di ricostruzione di modelli fra i più prestigiosi e conosciuti nella storia del marchio, e su modalità uguali in tutto e per tutto alle specifiche dell’epoca.

In questo caso, sotto i riflettori dei vertici di Crewe c’è la leggendaria Bentley 4,5 Litre Blower, dai più conosciuta come “Blower Bentley” tour court per l’adozione del vistoso compressore volumetrico tipo Roots costruito all’epoca da Amherst Villiers e, per il suo montaggio “a sbalzo” rispetto all’avantreno, da sempre considerato “emblema” del modello, che sebbene non “ufficiale” (venne realizzata, in un totale di 50 unità, da Woolf Barnato che nella seconda metà degli anni 20 aveva acquisito l’azienda in una delle sue periodiche fasi di difficoltà che in passato ne contrassegnarono la storia) riveste da sempre un ruolo di primo piano nella “dinastia” Bentley, che tanta importanza conferisce ai modelli sviluppati per le competizioni, tanto da considerare il motorsport parte integrante della propria “vision” aziendale. E, in effetti, la “Blower Bentley”, seppure progettata con l’obiettivo di vincere la 24 Ore di Le Mans – traguardo che non portò mai a compimento: dopo il trittico di successi 1924, 1927 e 1928 dei “Bentley Boys” (lo stesso Woolf Barnato, Sir Henry “Tim” Birkin, Dudley Benjafield, Sammy Davis e John Duff)  con le 3 Litre prima, e con la 4,5 Litre “aspirata” poi, le successive vittorie alla maratona della “Sarthe” (1929 e 1930) furono appannaggio della altrettanto “mitica” Speed Six – costituisce da ben novant’anni uno dei modelli di riferimento per il connoisseur di motorismo storico.

Un nuovo omaggio per i 100 anni di Bentley

Ed ecco la “big news”: il programma di ricostruzione per Bentley 4,5 Litre Blower, che verrà allestita in 12 unità, tutte nuove – senza, cioè, fare alcun ricorso a “giacenze” dell’epoca, ma affidandosi esclusivamente agli stessi materiali dell’epoca, agli stampi ed alle maschere di origine ed ai medesimi utensili: laddove assenti, verranno riprodotti con l’ausilio delle nuove tecnologie – e, nello stesso tempo, esattamente identiche alla storica “Blower”. La quale, dal canto suo, raggiunge un singolare record: è la prima vettura “Continuation” su un modello di epoca pre-bellica. È un ulteriore omaggio, indicano i vertici Bentley, ai cento anni dalla fondazione dell’azienda. Quale migliore esempio di capacità tecniche, dunque, se non la mastodontica “Blower” dall’unità motrice a 4 cilindri (4.486 cc la cubatura complessiva) e distribuzione a 4 valvole per cilindro, doppia accensione e doppio magnete, 240 CV di potenza massima e 210 km/h di velocità di punta, che per imponenza fisica, rispetto alle ben più “agili” rivali agonistiche dell’epoca Bugatti, Alfa Romeo, Delage, venne soprannominata da Ettore Bugatti “Il camion più veloce del mondo”?

Ogni “nuova” Bentley Blower sarà costruita a mano

Ciascuno degli esemplari di “Blower Bentley” Continuation Series verrà costruito (“ovviamente” a mano; e non sarebbe da pensare altrimenti) dagli specialisti Mulliner, del resto ben avvezzi alla realizzazione di modelli “su misura”, in piccolissima serie oppure in esemplare unico dietro specifiche richieste del singolo cliente. Anche il quantitativo di unità che verranno costruite si riallaccia ad un fatto storico: saranno 12, tante quante furono le cose alle quali presero parte le quattro “Blower” allestite in configurazione gara da “Tim” Birkin, fra le quali c’è la 4,5 immatricolata UU 5872 (numero di telaio HB3403, numero motore SM3902), acquistata dalla facoltosa Dorothy Paget, e che il celebre pilota di oltremanica portò in gara a Le Mans 1930, ritirandosi non prima di avere fatto segnare il giro più veloce (89,69 miglia orarie, circa 145 km/h), avere “tallonato” la Mercedes SSKL di Rudolf Caracciola e dando un valido contributo alla vittoria finale della squadra Bentley.

Base di partenza, la UU 5872: un’automobile “viva”

E proprio la “UU 5872” servirà come “base” per la realizzazione dei dodici “cloni”: la vettura, anticipano i “piani alti” dell’azienda, verrà completamente smontata in ogni sua minima parte. Ciascuna componente sarà catalogata e sottoposta a scansione 3D: questo procedimento permetterà ai tecnici di Crewe di procedere alla creazione di un modello digitale completo della vettura. Il risultato finale consisterà, una volta terminato il lotto di produzione, in dodici “Blower” perfettamente identiche all’originale, fatte salve eventuali minime modifiche (nascoste) dettate dalle attuali necessità di sicurezza.

Quanto all’esemplare originale, esso verrà a sua volta riassemblato e, quindi, sottoposto ad una ulteriore verifica di tutte le sue parti. Con l’operazione “Continuation Series”, a giovarsi del progetto sarà quindi anche la “Blower” UU 5872, che approfitterà del suo ruolo di “modella” per un nuovo maquillage.

La Bentley 4,5 Litre Blower targata UU 5872 è infatti, da sempre, un’automobile “viva”: già sottoposta ad un primo restauro a metà degli anni 50, fa oggi parte della collezione Bentley, ed è fra le protagoniste di alcuni dei più celebri eventi internazionali dedicati al motorismo storico di altissimo livello: dalla Mille Miglia al Goodwood Festival of Speed, al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, alla Le Mans Classic (le più recenti occasioni nelle quali la vettura si è mostrata al pubblico sono state, appunto, Le Mans Classic e Goodwood che sono andate in scena nelle scorse settimane).

Bentley 4,5 Litre Blower Continuation Series: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Opel Astra: le novità del restyling

Altri contenuti