Bmw iNext: proseguono i test in condizioni estreme

Bmw mostra ancora una volta i muletti della iNext in giro per il mondo: stavolta l’ambiente dei test è il caldo torrido del deserto del Kalahari.

Bmw prosegue il lavoro di affinamento e messa a punto della iNext, l’attesa novità elettrica che sarà sul mercato entro il 2021.

A fare il punto sullo stato dei lavori non sono state le consuete foto spia che circolano spesso su siti e giornali specializzati, ma la stessa casa automobilistica bavarese che, per tenere alta l’attenzione sul nuovo modello, ha diffuso una serie di immagini che mostrano i muletti in azione nelle più svariate situazioni ambientali.

Bmw iNext: dal gelo dell’Artide al caldo torrido del deserto

Complessivamente sono 100 i prototipi di Bmw iNext in circolazione per le strade di diversi paesi nel mondo. Le foto pubblicate in questa occasione seguono quelle, diffuse in precedenza, che vedevano i muletti impegnati nel freddo glaciale del Circolo Polare Artico.

Stavolta i tecnici hanno messo alla prova la Bmw iNext con le alte temperature del deserto sudafricano del Kalahari, una situazione in cui caldo e sabbia rischiano di mettere in difficoltà sia le parti meccaniche che quelle elettriche della vettura.

Il SUV elettrico di Bmw pare aver dimostrato una buona resistenza e un’ottima affidabilità in condizioni così difficili, riuscendo a disimpegnarsi senza troppe difficoltà sui terreni accidentati tipici delle regioni desertiche, nonché sui percorsi in cui la sabbia era solo una delle insidie insieme ai ciottoli e alla ghiaia.

Le sospensioni, la carrozzeria, gli interni, i sistemi di sicurezza alla guida e la tecnologia di bordo in generale hanno risposto bene anche in condizioni limite, aprendo così la strada alle prossime tappe che, come accade per tutti gli altri nuovi modelli Bmw, vedranno i muletti di iNext a Miramas, nella Francia del sud, sul tracciato del Nurburgring Nordschleife e sulle nevi del Winter Center di Arjeplog, in Svezia.

Autonomia vicina ai 600 chilometri per il SUV elettrico

Prima che il SUV a zero emissioni arrivi sul mercato sarà quindi necessario macinare ancora tanti chilometri. Proprio in fatto di percorrenze, la Bmw iNext potrebbe avere uno dei suoi punti forti, specie se si considera che il costruttore parla di un’autonomia massima vicina ai 600 chilometri con una piena ricarica.

La produzione del modello è in programma nel 2021 presso lo stabilimento tedesco di Dingolfing, lo stesso dal quale escono le Serie 7 e Serie 8.

Bmw iNext, le immagini ufficiali dei test nel deserto Vedi tutte le immagini
Altri contenuti