Nel 2015 l'auto guiderà da sola?

Breve excursus sulle tecnologie che saranno a bordo delle auto di domani. Non saranno solo elettriche, ma andranno da sole

Molti film di Hollywood ci hanno mostrato come potrebbero essere le auto del domani. In Ritorno al Futuro II, per esempio, i protagonisti indicano nel 2015 la data in cui le auto potranno finalmente fluttuare nell'aria. Ma correva l'anno 1989 e la fantasia degli sceneggiatori si era forse spinta troppo avanti.

Intanto, però, le conoscenze scientifiche sono proseguite e sono stati creati molti sistemi che rivoluzioneranno la guida del domani. Il parabrezza per esempio: nel giro di 5 anni sarà molto più complesso e funzionerà anche da display, su cui saranno proiettate informazioni e percorsi quasi come si fosse in un videogioco, che di gioco però non ha nulla. Raggi laser, infatti, proietteranno il margine della strada che si sta percorrendo e eventuali ostacoli che dovessero sbarrare la strada e che non si potrebbero vedere a causa di nebbia o altri agenti atmosferici. Questo sistema è attualmente sviluppato da General Motors.

Anche gli strumenti di bordo - come il tachimetro o l'indicatore del carburante - cambieranno e si trasformeranno in display a tecnologia Oled, che emettono luce propria e possono riprodursi sul parabrezza rivoluzionando le informazioni. I passeggeri potranno anche vedere un film attraverso questo sistema.

Nel 2015, ciascuna auto sarà una sorta di stazione radio, che permetterà di interagire con le altre e con le stazioni radio fisse, utili soprattutto per segnlare ostacolo o blocchi del traffico in maniera automatica. A questo proposito, l'Unione europea ha già riservato una frequenza radio proprio per questo scopo.

Nel frattempo la tecnologia sta facendo passi da gigante per dotare ogni auto di nuova costruzione di tecnologia internetAudi e Qualcomm, per esempio, hanno già implementato una versione della A8 dotata di modem UMTS che permette al veicolo di trasformarsi in un hot spot permettendo agli occupanti di navigare in rete.

Un sistema permetterà addirittura di scambiarsi messaggi di testo da auto ad auto attraverso uno schermo. C'è chi dice che, in futuro, non guideremo più le auto, ma saranno loro a guidare noi, quasi come capita con gli aerei commerciali di ultima generazione in cui il pilota deve solo controllare gli strumenti di bordo.

Intanto, alcuni veicoli già oggi dispongono di sofisticati sistemi che permettono di parcheggiare in maniera autonoma senza bisogno di toccare lo sterzo, per la gioia degli automobilisti pigri. Altre auto hanno sensori che utilizzano il radar per mantenere la velocità prescelta, accelerando e rallentando o, addirittura fermandosi, in caso di ostacolo o blocco improvviso del traffico riuscendo persino a sterzare da sole in caso di emergenza con software già sperimentati e attualmente in fase di miglioramento.

Nel 2009, un'Audi TT della Sanford University ha percorso senza nessuno a bordo 20 chilometri di strada di montagna con curve e controcurve senza sbagliare un colpo. A questo punto, non ci resta che aspettare le auto volanti per evitare le code del traffico.

Se vuoi aggiornamenti su NEL 2015 L'AUTO GUIDERÀ DA SOLA? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 31 marzo 2010

Vedi anche

Guida autonoma: Intel crea l

Guida autonoma: Intel crea l'Automated Driving Group

Intel investe sulla guida autonoma e annuncia la nascita di una divisione dedicata che si chiamerà Automated Driving Group.

Bmw: nel 2021 la prima auto autonoma al 100%

Bmw: nel 2021 la prima auto autonoma al 100%

La Casa dell’elica ha dichiarato che lancerà la sua prima vettura 100% a guida autonoma con intelligenza artificiale nel 2021.

EuroNcap 2016: ecco i risultati degli ultimi crash test

EuroNcap 2016: ecco i risultati degli ultimi crash test

Massima valutazione per 4 modelli su 9; sempre più netto il divario fra vetture "di serie" e quelle dotate del "safety pack" richiesto da Ncap.