Bambini in auto: la sicurezza non è un gioco

Molti italiani non sanno ancora portare i bambini in auto. Un portale Web e una iniziativa ricordano alcune regole - base

Spesso basta un'occhiata un po' più attenta rispetto ai soliti sguardi distratti per accorgersi che, all'interno dell'auto ferma al semaforo accanto alla nostra, mamma, papà e bambino in attesa del "verde", sono sistemati così: papà (o mamma) al volante e bimbo "tranquillamente in piedi" sul sedile anteriore lato passeggero. Oppure a zonzo sul divanetto dietro.

Per carità, questi comportamenti non si concludono per forza in incidenti stradali, ma prevenire... La sicurezza dei bambini viene prima di tutto, occorre rifletterci sempre. D'altro canto, se è vero che, secondo recenti statistiche, gli incidenti stradali risultano essere la prima causa di decesso per bambini e ragazzi da 5 a 14 anni (ancora più degli incidenti domestici), e che ogni giorno, in media, una trentina di piccoli viene coinvolta in collisioni, ecco che l'insegnamento (o il rinfrescare la memoria) di alcune norme - base su come comportarsi in auto diventi una necessità. Un argomento sul quale le Case automobilistiche non si tirano indietro, e collaborano per la realizzazione di campagne informative.

Il mese prossimo si svolgerà "BimbiSicuramente", una iniziativa promossa da Fiat Automobiles e da UCIF (Unione Concessionari Italiani Fiat) con il patrocinio del Ministero dei Trasporti e della Gioventù e la collaborazione di Bosch. Che, dal 9 al 15 Novembre, focalizzerà l'attenzione del pubblico sulla necessità di proteggere in modo più efficace possibile i baby passeggeri.

L'edizione di quest'anno di "BimbiSicuramente" è la seconda: l'anno scorso, migliaia di famiglie si sono rivolte alle Concessionarie Fiat presenti sul territorio nazionale per ricevere una serie di informazioni e dimostrazioni dirette sui metodi migliori per trasportare in tutta sicurezza i bambini in auto.

In fondo, se nelle scorse settimane è stato recepito il Testo Unico sulla sicurezza dell Codice della Strada, che contempla pene più severe sulle infrazioni commesse al volante, è chiaro che i bambini devono avere un'attenzione privilegiata.

Già da qualche giorno, a questo proposito, è online il sito Web www.bimbisicuramente.it, portale dedicato alla sicurezza dei bambini in auto; da questo sito è possibile accedere al canale di YouTube, creato per illustrare i consigli base per un corretto trasporto dei bambini, e collegarsi a facebook. Niente immagini catastrofiche, ma solo (ed è questo l'aspetto più importante) una serie di "lezioni" video sui sistemi di ritenuta oggi presenti sul mercato, sul trasporto dei bambini suddivisi per fasce di età (fino a 6 mesi, fino a 1 anno, 4 anni, 10 - 12 anni), sul sistema di ritenuta Isofix, sul funzionamento del dispositivo ESP di controllo della stabilità e una illustrazione dell'iniziativa BimbiSicuramente.

Se vuoi aggiornamenti su BAMBINI IN AUTO: LA SICUREZZA NON È UN GIOCO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 20 ottobre 2009

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.