Auto di lusso rubate, sgominata banda nel torinese

Sono quindici le persone finite in manette con l’accusa di aver messo in atto un sistema di riciclaggio di auto di lusso rubate nel torinese.

Auto di lusso rubate, sgominata banda nel torinese

di Giuseppe Cutrone

15 novembre 2011

Sono quindici le persone finite in manette con l’accusa di aver messo in atto un sistema di riciclaggio di auto di lusso rubate nel torinese.

La Polizia Stradale di Torino ha sgominato un traffico di auto di lusso rubate che venivano esportate in Nigeria dopo essere stante smontate e clonate. Ad essere finite in manette sono una quindicina di persone, tra alcuni marocchini che avevano il compito di rubare le auto, carrozzieri e magazzinieri di nazionalità italiana e diversi nigeriani che si occupavano invece del trasporto via mare delle vetture rubate.

Le auto rubate erano stipate in container e imbarcate su motonavi che salpavano dal porto di Genova. Si trattava prevalentemente di SUV di lusso, tra cui Bmw X3 e Bmw X5, Audi Q5 e Jeep Grand Cherokee, per un valore medio che si aggira sui 50.000 euro per ogni modello. I furti, 25 solo nel mese di ottobre, avvenivano nel torinese, dove ad essere oggetto delle attenzioni dei criminali erano sia utenti privati sia concessionarie.

L’indagine della Polizia su questo giro di riciclaggio di auto rubate è durata tre mesi e ha consentito agli agenti di sequestrare in tutto 24 veicoli per un valore commerciale stimato in oltre un milione di euro.